Banca asiatica di sviluppo - ADB

Transport in Uzbekistan and Afghanistan - Photo credit ADBIstituita nel 1966 per promuovere lo sviluppo delle nazioni asiatiche e dell'area del Pacifico, oggi la Banca asiatica di sviluppo (Asian Development Bank - ADB) è un'istituzione multilaterale che conta 67 Stati membri, di cui 48 appartenenti alla regione e altri 19 appartenenti ad altre aree del mondo.

Obiettivo dell'ADB è quello di aiutare i Paesi membri in via di sviluppo a combattere la povertà e migliorare la qualità di vita della popolazione, favorendo la crescita e la cooperazione economica nelle regioni. A tal fine, la Banca fornisce prestiti, assistenza tecnica, garanzie e investimenti azionari.

La banca sta attualmente preparando una nuova strategia fino al 2030 per rispondere ai cambiamenti indotti da un'Asia e un Pacifico in rapida evoluzione. Questa nuova strategia intende: partire dalla revisione intermedia del 2014 del Quadro strategico a lungo termine della banca fino al 2020; delineare la visione e le indicazioni chiave per l'impegno dell'ADB con i Paesi membri in via di sviluppo fino al 2030; descrivere come la banca si allinea agli obiettivi di sviluppo sostenibile e all'accordo di Parigi sul cambiamento climatico (COP 21); individuare le riforme istituzionali e organizzative necessarie per migliorare l'efficienza e l'efficacia dell'istituto.