Fondo asilo, migrazione ed integrazione - FAMI

Descrizione

Migrazione - Author: Bőr Benedek photo / photo on flickr Il Fondo asilo, migrazione ed integrazione (Asylum, Migration and Integration Fund - AMIF) è stato istituito per promuovere un'efficiente gestione dei flussi migratori e per promuovere l'attuazione, il rafforzamento e lo sviluppo di un approccio unionale unitario in materia.


Il  Fondo asilo, migrazione ed integrazione (Asylum, Migration and Integration Fund - AMIF) intende sostenere un'efficiente gestione dei flussi migratori e promuovere l'attuazione, il rafforzamento e lo sviluppo di un approccio unionale unitario in tale ambito, in particolare con riferimento alle seguenti aree d'intervento:

  • Asilo: rafforzamento e sviluppo di un sistema comune di asilo a livello europeo (Common European Asylum System) vegliando affinchè la disciplina unionale sia applicata in maniera efficiente ed uniforme in tale ambito;
  • Migrazione legalizzata ed integrazione: il sostegno viene offerto per l'immigrazione legale verso gli Stati dell'Ue, in linea con le esigenze derivanti dal mercato del lavoro unionale e tramite la promozione dell'integrazione dei cittadini extra-Ue;
  • Reimpatrio: promozione e sviluppo di strategie di reimpatrio che siano efficaci e corrette e che contribuiscano allo stesso tempo a combattere l'immigrazione illegale. L'enfasi in questo caso è posta sull'effettività e la sostenibilità dei procedimenti di reimpatrio;
  • Solidarietà: assicurare che gli Stati membri maggiormente colpiti dal fenomeno dell'immigrazione irregolare e dai flussi derivanti dalle richieste di asilo (quali l'Italia) siano appoggiati dagli altri Paesi in un'ottica di solidarietà unionale.

Il Fondo asilo, migrazione ed integrazione (AMIF) provvede altresì finanziamenti per soostenere le attività e gli sviluppi futuri della rete di migrazione europea (European Migration Network - EMN). Quest'ultima fornisce alle Istituzioni europee così come alle Autorità degli Stati membri tutte le informazioni inerenti le migrazioni ed i sistemi di asilo vigenti nei diversi Stati Membri, sulla base di dati aggiornati, obiettivi ed affidabili che vengono utilizzati - a supporto del potere decisionale - al fine della definizione delle politiche d'intervento in tali ambiti.

Tra gli interventi previsti, è da segnalare che la gran parte dei finanziamenti stanziati dal Fondo AMIF (circa l'88%) viene canalizzato tramite una gestione condivisa con le Autorità degli Stati membri, i quali rendono così operativi i rispettivi Programmi nazionali pluriannuali per il periodo 2014-2020.

Questi programmi nazionali vengono preparati attuati, monitorati e valutati da parte delle rispettive Autorità facenti capo ai diversi Stati membri, in partenariato con i principali attori attivi sul territorio (ivi compreso il coinvolgimento della soocietà civile).

L'11% circa dei fondi attribuiti alla gestione condivisa sono stanziati per far fronte ad Azioni specifiche (Specific Actions) poste in essere dalle Autorità nazionali, ma rispondenti a priorità specifiche identificate dall'Unione europea, e per supportare il Programma unionale di ristabilizzazione (Union Resettlement Programme).

Il restante 12% circa viene diviso tra Azioni dell'Unione (Union Actions) ed interventi diEmergenza (Emergency assistance), soggetti all'attuazione diretta nell'ambito dei Programmi di Lavoro (Work Programmes - WPs) annuali.

Tra le azioni concretamente finanziabili, le iniziative che spaziano dal miglioramento dei servizi di accoglienza e di sportello per i richiedenti d'asilo, l'avvio di campagne d'informazione nei Paesi terzi circa le procedure legali di emigrazione, la formazione e l'educazione linguistica in favore delle persone non-Ue, l'assistenza alle persone che si trovano in situazione di indigenza, lo scambio di informazioni e le attività di collaborazione tra gli Stati Membri così come i trainings sulle tematiche di cui sopra.

Fra i beneficiari del Fondo asilo, migrazione ed integrazione rientrano le Autorità degli Stati membri, gli enti locali, le Organizzazioni non governative (ONG), le organizzazioni umanitarie, le imprese pubbliche e private e gli istituti di ricerca che possano fornire un contributo al raggiungimento degli obiettivi del Fondo.

Il Fondo asilo, migrazione ed integrazione ha una dotazione finanziaria per il periodo 2014-2020 di 3.137.420.000 euro.

 La dotazione finanziaria per l’Italia è pari a 347.753.777 euro.

Photo credit: Bőr Benedek photo via Foter.com / CC BY

Ambito
Europeo
Stanziamento
€ 3.137.420.000
Soggetto gestore
Commissione europea
Settore
Pubblica Amministrazione, Sociale - No Profit - Altro
Finalita'
Sociale - Cooperazione
Ubicazione Investimento
Continente:
  • Europe

Warrant Group    Igea Banca  Cespim    Euradia  Tecla Studio Gallo

Metro  Edotto   innovazione2 AteneoWeb  Rinnovabili  TechEconomy   Professionisti

Unicom Ati  Anes  Cdo Roma e Lazio   ANA Lazio  PickCenter    Alpha Network    IAI   MET

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.