Programma Operativo Nazionale-PON Citta' Metropolitane 2014-2020

Descrizione

Torino - Author: monaco obbediente / photo on flickr Il Programma Operativo Nazionale Città Metropolitane 2014-2020, approvato dalla Commissione europea il 14 luglio 2015, è dedicato allo sviluppo urbano e prevede interventi nei settori dell'agenda digitale, dell'efficienza energetica, della mobilità sostenibile, del disagio abitativo e dell'economia sociale.


Obiettivi e Aree interessate

Il Programma operativo nazionale plurifondo Città metropolitane 2014-2020 si inserisce nel quadro dell’Agenda urbana nazionale e Sviluppo urbano sostenibile delineati nell’Accordo di Partenariato della programmazione 2014-2020.

Due le direzioni principali del programma:

  • ridisegno e modernizzazione dei servizi urbani per i residenti e gli utilizzatori delle città utilizzando metodi e tecniche innovative, anche legate allo sviluppo di servizi digitali (smart city);
  • promozione di pratiche e progetti di inclusione sociale per la popolazione e i quartieri in condizioni di disagio, attraverso la riqualificazione degli spazi e la previsione di servizi e percorsi di accompagnamento.

Le aree interessate dal PON Metro 2014-2020 sono 14:

  • le 10 Città metropolitane individuate con legge nazionale (Bari, Bologna, Genova, Firenze, Milano, Napoli, Roma, Torino, Venezia e Reggio Calabria);
  • le 4 Città metropolitane individuate dalle Regioni a statuto speciale (Cagliari, Catania, Messina e Palermo).

Assi

Il programma si articola in 5 Assi:

Agenda digitale (FESR)

  • Adozione di tecnologie per migliorare i servizi urbani della smart city;

Sostenibilità urbana (FESR)

  • Risparmio energetico negli edifici pubblici;
  • Illuminazione pubblica sostenibile;
  • Nodi di interscambio modale;
  • Servizi di mobilità condivisa e flotte eco-compatibili;
  • Infomobilità e sistemi di trasporto intelligenti;
  • Mobilità lenta;

Servizi per l'inclusione sociale (FSE)

  • Abitare protetto, assistito e condiviso;
  • Prevenzione dell'emergenza abitativa;
  • Servizi per l'inclusione delle comunità Rom, Sinti e Camminanti;
  • Servizi per l'inclusione dei senza dimora;
  • Attivazione di servizi negli immobili inutilizzati;
  • Alfabetizzazione e servizi per l'inclusione digitale;

Infrastrutture per l'inclusione sociale (FESR)

  • Realizzazione e recupero di alloggi;
  • Anagrafe degli assegnatari;
  • Alloggi e spazi per servizi dedicati alle comunità Rom, Sinti e Camminanti;
  • Recupero di immobili inutilizzati da adibire a servizi;

Assistenza tecnica (FESR)

  • Gestione;
  • Comunicazione.

Risorse

Le risorse disponibili, pari complessivamente a circa 858,9 milioni di euro, provengono per oltre 588 milioni di euro dal Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR) e dal Fondo sociale europeo (FSE), cui si aggiungono 270,8 milioni di cofinanziamento nazionale, la cui riduzione è stata approvata con decisione della Commissione europea del 12 dicembre 2018.

Photo credit: monaco obbediente / Foter / Creative Commons Attribution-NonCommercial-ShareAlike 2.0 Generic (CC BY-NC-SA 2.0)

Ambito
Nazionale
Stanziamento
€ 858.941.334
Soggetto gestore
Agenzia per la coesione territoriale
Settore
Industria, Turismo, Commercio, Costruzioni, Audiovisivo, Servizi, ICT, Trasporti, Energia, Pubblica Amministrazione, Sanità, Cultura, Sociale - No Profit - Altro, Farmaceutico, Alimentare
Finalita'
Innovazione, Ammodernamento, Sviluppo, Tutela Ambientale, Sociale - Cooperazione
Ubicazione Investimento
Nazione:
  • Italy
# Titolo Data apertura Data chiusura
Attive
Inattive

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.