Europa Creativa 2014-2020

Descrizione

Creative EuropeIl programma comunitario Europa Creativa accorpa i precedenti programmi europei Cultura, MEDIA 2007 e MEDIA Mundus in un unico strumento di promozione del settore culturale e creativo.

Sulla Gazzetta ufficiale europea per 23 aprile 2018 è stato pubblicato il regolamento UE n. 596-2018 che modifica il regolamento (UE) n. 1295-2013 che istituisce il programma Europa creativa (2014-2020).


Obiettivi

Gli obiettivi generali del programma sono i seguenti:

  • a) proteggere, sviluppare e promuovere la diversità culturale e linguistica europea nonché promuovere il patrimonio culturale dell'Europa;
  • b) rafforzare la competitività dei settori culturali e creativi europei, in particolare del settore audiovisivo, al fine di promuovere una crescita intelligente, sostenibile e inclusiva.

Gli obiettivi specifici del programma sono i seguenti:

  • a) sostenere la capacità dei settori culturali e creativi europei di operare a livello transnazionale e internazionale;
  • b) promuovere la circolazione transnazionale delle opere culturali e creative e la mobilità transnazionale degli operatori culturali e creativi, in particolare degli artisti, nonché raggiungere nuovi e più ampi destinatari e migliorare l'accesso alle opere culturali e creative nell'Unione e nel mondo, con un accento particolare sui bambini, sui giovani, sulle persone con disabilità e sui gruppi sottorappresentati;
  • c) rafforzare in modo sostenibile la capacità finanziaria delle PMI, delle micro-organizzazioni e delle organizzazioni di piccole e medie dimensioni nei settori culturali e creativi, adoperandosi nel contempo per assicurare una copertura geografica e una rappresentazione settoriale equilibrate;
  • d) favorire lo sviluppo di politiche, l'innovazione, la creatività, lo sviluppo del pubblico e nuovi modelli di business e di gestione attraverso il sostegno della cooperazione politica transnazionale.

Struttura del programma

Il programma consiste di:

  • a) un sottoprogramma MEDIA;
  • b) un sottoprogramma Cultura;
  • c) una sezione transettoriale.

Le priorità del sottoprogramma MEDIA sono:

  • a) agevolare l'acquisizione e il miglioramento delle capacità e delle competenze dei professionisti del settore audiovisivo e lo sviluppo di reti, compresi l'uso delle tecnologie digitali in modo da garantire l'adeguamento all'evoluzione del mercato e la sperimentazione di nuovi approcci in relazione allo sviluppo del pubblico e di nuovi modelli di business;
  • b) aumentare la capacità degli operatori del settore audiovisivo di sviluppare opere audiovisive europee che abbiano le potenzialità per circolare nell'Unione e nel mondo e di agevolare le coproduzioni europee e internazionali, anche con emittenti televisive;
  • c) incoraggiare gli scambi tra imprese facilitando l'accesso degli operatori del settore audiovisivo ai mercati e agli strumenti d'impresa, in modo da dare maggiore visibilità ai loro progetti sui mercati dell'Unione e internazionali.

Le priorità del sottoprogramma Cultura sono:

  • a) sostenere le azioni attraverso le quali gli operatori culturali e creativi acquisiscono le capacità, le competenze e il know- how che contribuiscono al rafforzamento dei settori culturali e creativi, tra l'altro favorendo l'adeguamento alle tecnologie digitali, la sperimentazione di approcci innovativi in relazione allo sviluppo del pubblico e la sperimentazione di nuovi modelli di business e di gestione;
  • b) sostenere le azioni che consentono agli operatori culturali e creativi di cooperare a livello internazionale e di internazionalizzare la loro carriera e le loro attività nell'Unione e nel mondo, ove possibile sulla base di strategie a lungo termine;
  • c) sostenere il rafforzamento delle organizzazioni culturali e creative europee e la creazione di reti internazionali al fine di facilitare l'accesso a opportunità professionali.

La Commissione istituisce uno strumento di garanzia per i settori culturali e creativi. Lo strumento di garanzia ha le seguenti priorità:

  • a) facilitare l'accesso al credito da parte delle PMI, delle micro- organizzazioni e delle organizzazioni di piccole e medie dimensioni nei settori culturali e creativi;
  • b) migliorare la capacità degli intermediari finanziari partecipanti di valutare i rischi associati alle PMI, alle micro-organizzazioni e alle organizzazioni di piccole e medie dimensioni nei settori culturali e creativi, nonché ai loro progetti, anche mediante misure di assistenza tecnica, di sviluppo di conoscenze e collegamento in rete.

Budget

Le risorse stanziate per il periodo 2014-2020 ammontano a 1.462.724.000 euro:

  • a) almeno il 56 % per il sottoprogramma MEDIA;
  • b) almeno il 31 % per il sottoprogramma Cultura;
  • c) un importo massimo del 13 % per la sezione transettoriale, con una dotazione minima del 4 % destinata alle misure di cooperazione transnazionale di cui all'articolo 12 e ai punti di contatto Europa creativa.
Ambito
Europeo
Stanziamento
€ 1.462.724.000
Soggetto gestore
Commissione Europa
Settore
Audiovisivo, Servizi, Cultura
Finalita'
Sviluppo, Sociale - Cooperazione
Ubicazione Investimento
Continente:
  • Europe
# Titolo Data apertura Data chiusura
Inattive

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.