Basilicata - bando Tirocini Extracurriculari

Agevolazione
Regionale
Stanziamento
€ 3.442.850
Soggetto gestore
Regione Basilicata

Descrizione

Approvazione avviso in attuazione del "PO FSE Basilicata 2014-2020 - "Azione" Tirocini Extracurriculari finalizzati all'inserimento / reinserimento al lavoro per i beneficiari del programma CO.P.E.S. e i lavoratori fuoriusciti dalla platea della mobilità in deroga che hanno fatto domanda a valere sul programma reddito minimo di inserimento".

La Regione Basilicata intende finanziare tirocini extracurriculari di inserimento/reinserimento al lavoro, ai sensi dell’art. 1 comma 4, lett. b) del “Disciplinare in materia di tirocini extracurriculari” approvato con DGR n. 116 del 30 gennaio 2014, per i beneficiari del Programma regionale di contrasto alle condizioni di povertà e di esclusione sociale, in acronimo Co.P.E.S., e per i lavoratori fuoriusciti dalla platea della mobilità in deroga per effetto del Decreto Interministeriale n. 83473 del 1° agosto 2014, adottato dal Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali di concerto con il Ministro dell’Economia e delle Finanze, presso soggetti pubblici o privati che hanno sede sul territorio regionale.

L’obiettivo è di offrire a tali soggetti, che vivono in una condizione di grave disagio economico, l’opportunità di entrare a contatto con il mondo del lavoro, capitalizzando le esperienze acquisite nel corso dell’esperienza formativa e/o lavorativa e acquisendo nuove conoscenze e competenze, in modo da migliorarne le condizioni di occupabilità e consentire il progressivo distacco da una misura assistenziale verso opportunità di lavoro concrete.

In particolare, i destinatari attraverso un’esperienza di apprendimento in un contesto lavorativo potranno:

  • applicare praticamente le conoscenze acquisite durante le esperienze formative e/o professionali;
  • acquisire metodi di lavoro aumentando i possibili sbocchi professionali;
  • familiarizzare con le strutture e i processi organizzativi dei soggetti ospitanti;
  • migliorare il proprio grado di integrazione sociale, attraverso il riconoscimento del loro ruolo da parte dei cittadini e delle istituzioni;
  • acquisire strumenti di sostegno orientati al potenziamento dell’autonomia personale e ad un ulteriore sviluppo delle competenze e dei saperi.

Potranno partecipare alla presente azione, i soggetti suddivisi nelle Categorie A e B in possesso dei seguenti requisiti:

A) per la Categoria A, potranno avere accesso ai benefici previsti i lavoratori che:

  • siano fuoriusciti dalla platea dei lavoratori in mobilità in deroga per effetto del Decreto Interministeriale n. 83473 del 1° agosto 2014, adottato dal Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali di concerto con il Ministro dell’Economia e delle Finanze, alla data del 17 luglio 2015;
  • abbiano presentato istanza, ritenuta ammissibile in esito all’istruttoria, di partecipazione a valere sull’Avviso Pubblico “Selezione dei beneficiari del Programma Reddito minimo di inserimento – Categoria A”, approvato con DGR n. 936/2015 e s.m.i., pubblicato sul BUR n. 26 del 17 luglio 2015;
  • siano residenti in uno dei Comuni della Regione Basilicata;
  • siano disoccupati e/o inoccupati ai sensi della normativa vigente;
  • a pena di esclusione, diano immediata disponibilità a partecipare agli interventi previsti dalla presente azione.

B) per la Categoria B, i cittadini beneficiari del Programma COPES, che:

  • al 31 agosto 2015, data di chiusura del programma ai sensi della legge regionale 13 agosto 2015, n. 34, recante l’“Assestamento del Bilancio di Previsione per l’Esercizio Finanziario 2015 e Bilancio Pluriennale 2015/2017”, non abbiano perso il diritto a percepire il diritto al sostegno monetario;
  • abbiano presentato domanda, ritenuta ammissibile in esito all’istruttoria, a valere sull’Avviso Pubblico “Selezione dei beneficiari del Programma Reddito minimo di inserimento – Categoria B”, approvato con DGR n. 936/2015 e s.m.i.;
  • a pena di esclusione, diano immediata disponibilità a partecipare agli interventi previsti dalla presente azione;
  • siano residenti in uno dei Comuni della Regione Basilicata;
  • siano disoccupati, inoccupati ai sensi della normativa vigente.

I tirocini extracurriculari potranno essere attivati presso i seguenti soggetti ospitanti:

  • Pubbliche Amministrazioni, come definite dall’art. 1, comma 2, del D.lgs. 165/2001;
  • Enti Pubblici Economici;
  • Società in house delle Pubbliche Amministrazioni;
  • Cooperative sociali di tipo B o a scopo plurimo e loro consorzi, ovvero imprese sociali costituite ai sensi del Decreto Legislativo 24 marzo 2006, n. 155, unicamente per la presentazione di progetti in partenariato con il Comune/i interessato/i.

La Regione Basilicata si riserva la facoltà di estendere ad altri soggetti pubblici e privati la possibilità di ospitare tirocini extracurriculari a valere sulla presente azione.

Beneficiari e Finalitá

Beneficiari
Privato
Dimensione Beneficiari
Non Applicabile
Settore
Pubblica Amministrazione
Finalita'
Formazione, Sociale - Cooperazione
Ubicazione Investimento
Regione:
  • Basilicata

Incentivi e Spese

Tipologia agevolazione
Contributo

Ai tirocinanti spetta una indennità mensile pari a € 450 lordi a fronte di una partecipazione minima al percorso del 70% su base mensile, ai sensi dell’art. 14, comma 2 del Disciplinare regionale in materia di tirocini extracurriculari, di cui alla DGR 116/2014.

Ai soggetti promotori è corrisposta una remunerazione a costi standard a risultato applicati nell’ambito del PON YEY ai sensi dell’Art. 67, comma 5, lett.c, del Reg. CE 1303/2013 (il 50% da erogare a metà percorso e il 50% a completamento del periodo di tirocinio1 ) pari a 500 € per ciascun tirocinante che abbia frequentano almeno il 70% del periodo di tirocinio.

La remunerazione sopra richiamata sarà erogata al soggetto promotore una tantum per ciascun tirocinante e, nel caso di proroga del periodo di tirocinio, non spetta nessun altro introito al soggetto promotore.

Tempistica investimento

I tirocini avranno durata di 3 mesi dall’attivazione.

La Regione Basilicata si riserva la facoltà di prorogare tale durata, compatibilmente con le disponibilità finanziarie, nel limite della durata massima stabilita dall’art. 2, comma 1, lettera b) del “Disciplinare in materia di tirocini extracurriculari” approvato con DGR n. 116 del 30 gennaio 2014.

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.