Cosenza: sostegno alla creazione di nuove imprese del settore turistico

Data apertura
05 Giu 2018
Data chiusura
16 Nov 2018
Agevolazione
Locale
Stanziamento
€ 200.000
Soggetto gestore
CCIAA di Cosenza

Descrizione

Bando per concessione di contributi a sostegno della creazione di nuove imprese del settore turistico - anno 2018.

Con Determinazione Dirigenziale n. 352 del 17 dicembre 2018, pubblicata sul sito della CCIAA di Cosenza, è stata approvata la graduatoria di concessione a valere sul bando in oggetto. 

La Camera di Commercio di Cosenza, con Delibera di Giunta Camerale n. 42 del 21 maggio 2018 ha approvato il Bando per la concessione di contributi a sostegno della creazione di nuove imprese del settore turistico - anno 2018 al fine di supportare lo sviluppo del settore turistico-culturale.

Sono ammesse ai contributi gli aspiranti imprenditori che presentino un progetto imprenditoriale che preveda investimenti ammissibili coerenti con l’attività descritta.

I soggetti richiedenti il contributo devono presentare un progetto imprenditoriale che preveda lo svolgimento dell’attività di impresa in una delle categorie ATECO 2007 indicate nell’allegato 1 (vedi Link) e che tale attività sia quella prevalente, ovvero l’attività principale in assoluto dell’impresa tenendo conto del criterio del volume di affari e di tutte le sedi o unità locali.

La dotazione finanziaria è pari a complessivi euro 200.000.

Beneficiari e Finalitá

Beneficiari
Privato
Dimensione Beneficiari
Non Applicabile
Settore
Turismo, Commercio, Audiovisivo, Servizi, Trasporti, Cultura
Finalita'
Sviluppo, Start-up
Ubicazione Investimento
Provincia:
  • Cosenza

Incentivi e Spese

Tipologia agevolazione
Contributo

La Camera riconosce contributi alle imprese che, sulla base dei requisiti indicati nei successivi articoli, abbiano previsto di acquistare beni e servizi per un importo minimo di euro 2.000.

Il contributo è pari al 50% della spesa prevista ed è calcolato sulla base degli importi al netto dell’IVA dei preventivi di spesa; ciascuna impresa potrà ottenere un solo contributo nel limite massimo di euro 5.000.

Sono finanziabili (al netto di IVA e di altre imposte, tasse e diritti) le seguenti spese sostenute e tracciabili (fatturate e quietanzate):

  • eventuali parcelle notarili o di consulenti relativamente ai costi per la costituzione (la norma prevede per le startup la possibilità di redigere l'atto costitutivo e le sue successive modifiche anche mediante un modello standard tipizzato facendo ricorso alla firma digitale, dopo l'entrata in vigore del decreto attuativo);
  • acquisto di beni strumentali, macchinari, attrezzature, arredi, strutture non in muratura e rimovibili necessari all’attività imprenditoriale;
  • impianti generali e acquisizione di beni in leasing nella percentuale massima del 30% del totale dell’investimento complessivamente ammesso;
  • quote iniziali di eventuale contratto di franchising, nel limite del 30% del totale dell’investimento ammesso;
  • acquisto e sviluppo di software gestionale, professionale e altre applicazioni aziendali inerenti l’attività di impresa;
  • registrazione e sviluppo di marchi e brevetti e relative spese per consulenze specialistiche;
  • realizzazione del sito internet aziendale entro il limite massimo di spesa di € 4.000 (al netto dell’iva);
  • ricerche di mercato relative all’analisi di settore o ai segmenti di mercato potenziali;
  • servizi di consulenza e specialistici nelle aree di: marketing; logistica; produzione; personale, organizzazione e sistemi informativi; economico-finanziaria; contrattualistica; sicurezza e la tutela della salute dei lavoratori;
  • spese di locazione per i primi due anni di attività, relativamente all’immobile della sede legale dell’impresa.
Investimento minimo
€ 2.000

Tempistica investimento

E' possibile presentare domanda fino alle ore 23.59.59 del 16 novembre 2018.

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.