Lombardia: interventi per disturbi specifici dell’apprendimento

Data apertura
16 Gen 2019
Agevolazione
Regionale
Stanziamento
€ 2.606.802
Soggetto gestore
Regione Lombardia

Descrizione

Criteri per il finanziamento di interventi a favore di giovani e adulti disabili ovvero minori e giovani con disturbi specifici dell’apprendimento (DSA) per l’acquisizione di ausili o strumenti tecnologicamente avanzati, Anno 2018-2019.

Con decreto n. 19023 del 18 dicembre 2018 è stato approvato l'avviso per la presentazione delle domande.

L'avviso intende dare continuità agli interventi per l’acquisizione di strumenti tecnologicamente avanzati finalizzati ad estendere le abilità della persona e potenziare la sua qualità di vita.

Possono partecipare i soggetti che, al momento della presentazione della domanda, posseggano i seguenti requisiti:

  • giovani o adulti disabili; 
  • minori o giovani con disturbo specifico di apprendimento (DSA);
  • con un ISEE in corso di validità inferiore o uguale a 30.000 euro; 
  • che non hanno ricevuto il contributo per l’acquisizione di strumenti tecnologicamente avanzati ai sensi della l.r. 23/1999 nei 5 anni precedenti la misura e nella stessa area.

E’ prevista la deroga al precedente requisito nel caso di interventi per: 

  • adeguamento/potenziamento dell’ausilio/strumento determinato da variazioni delle abilità della persona o dalla necessità di sostituzione di un ausilio/strumento già in dotazione non più funzionante;
  • le famiglie con figli con DSA che, pur avendo usufruito precedentemente di tale beneficio, necessitano di adeguare/potenziare il software specifico utilizzato; 
  • acquisizione di una tipologia di ausilio/strumento diverso da quello per il quale era stato concesso il contributo.

Ogni beneficiario può presentare una sola domanda. Nel caso di famiglie dove sono presenti più minori possibili beneficiari o con problematiche differenti (es. minore disabile e minore con DSA) ovvero con disabilità/difficoltà simili ma necessitanti di ausili diversi, è possibile la presentazione di più domande. Tale possibilità è riconosciuta anche nelle situazioni di adulti disabili appartenenti allo stesso nucleo familiare nel caso necessitino di ausili diversi.

La misura è finalizzata ad estendere le abilità della persona ed a potenziare la qualità di vita delle persone disabili e dei minori con disturbi specifici dell’apprendimento (DSA) mediante un contributo economico pari al 70% delle spese sostenute per l’acquisto (ovvero noleggio o leasing) di ausili o strumenti tecnologicamente avanzati.

Il contributo è previsto per strumenti/ausili con massimali di contribuzione diversificati per ognuna delle 4 aree di intervento: domotica, mobilità, informatica e altri ausili. Pertanto le richieste possono afferire a:

  • 1. area della domotica: tecnologie finalizzate a rendere maggiormente fruibile e sicuro l’ambiente di vita della persona disabile e a ridurre il carico assistenziale di chi se ne prende cura;
  • 2. area della mobilità: adattamento dell’autoveicolo (di proprietà o in comodato d’uso sia del famigliare che del disabile) al fine di garantire il trasporto della persona nei luoghi di lavoro o di socializzazione. Per quanto riguarda esclusivamente le persone che beneficiano del contributo di cui all’articolo 27 della legge 104/92, gli stessi possono ottenere il contributo regionale, purché la somma complessiva derivante dal cumulo dei due contributi (art. 27 della legge 104/92 e art. 4 legge 23/99) non superi il 70 % del costo dell’ausilio/strumento stesso;
  • 3. area informatica: acquisizione di personal computer o tablet solo se collegati ad applicativi necessari a compensare la disabilità o le difficoltà specifiche di apprendimento di cui alla l.r. n° 4/2010. Per l’area informatica la percentuale massima del budget di ogni ATS da destinare a questi interventi è pari al 15% del finanziamento complessivo. Si precisa inoltre che sono ammissibili le domande che prevedono l’acquisizione contestuale del software e dell’hardware nonché quelle relative al solo adeguamento/potenziamento del software specifico utilizzato o per l’acquisto del solo hardware, purché si dimostri di possedere anche software specifico – o perché acquistato, o perché recuperato gratuitamente, ma comunque nella disponibilità del richiedente.
  • 4. altri ausili: acquisizione di strumenti/ausili non riconducibili al Nomenclatore Tariffario, ovvero per quegli strumenti/ausili ad alto contenuto tecnologico per i quali è riconosciuto un contributo sanitario. Questa ultima tipologia può essere finanziata purché la somma dei contributi (fondo sanitario/fondo l.r. 23/99) non sia superiore al 70% del costo dell’ausilio stesso. Rientrano in questa area, ad esempio, anche: gli ausili per non udenti non ricompresi nel nomenclatore, a titolo esemplificativo e non esaustivo, vibratori, sistemi FM o IR limitatamente ai minori in età prescolare nonché il secondo processore, non a scatola, prioritariamente per minori; le protesi acustiche, limitatamente alle persone affette da sordità pari o superiore a 65 decibel medi (500-1000-2000 Hz) nell’orecchio migliore e ai minori con sordità pari a 50 decibel medi (500-1000-2000 Hz) nell’orecchio migliore.

Budget: 2.606.801,65 euro.

Beneficiari e Finalitá

Beneficiari
Privato
Dimensione Beneficiari
Non Applicabile
Settore
Sociale - No Profit - Altro
Finalita'
Sociale - Cooperazione
Ubicazione Investimento
Regione:
  • Lombardia

Incentivi e Spese

Tipologia agevolazione
Contributo

Il contributo è a fondo perduto ed è finanziato tramite risorse autonome regionali, per le spese sostenute relativamente all’acquisto o al noleggio/leasing di strumenti/ausili che rientrino nella definizione di ausilio dello standard internazionale EN ISO 9999: “qualsiasi prodotto, strumento, attrezzatura o sistema tecnologico, di produzione specializzata o di comune commercio, destinato a prevenire, compensare, alleviare una menomazione o una disabilità”.

Sono ammissibili al finanziamento gli ausili/strumenti acquistati, compresi quelli utilizzati con titolo diverso dalla proprietà, con una spesa non inferiore a € 300. Il contributo è riconosciuto nella misura del 70% della spesa ammissibile e comunque non superiore a € 16.000 ed entro i seguenti limiti:

  • personal computer da tavolo o tablet comprensivi di software specifici, contributo massimo erogabile, comprensivo di software di base e di tutte le periferiche, € 400; 
  • personal computer portatile comprensivo di software specifici, contributo massimo erogabile, comprensivo di software di base e di tutte le periferiche, € 600; 
  • protesi acustiche riconducibili: contributo massimo erogabile € 2.000;
  • adattamento dell’autoveicolo, compresi i beneficiari dell’art. 27 della legge 104/92, contributo massimo erogabile € 5.000.

All’area informatica è riservata una quota delle risorse assegnate non superiore al 15 %.

Per ciascuna delle altre aree dovrà invece essere destinata una quota delle rimanenti risorse proporzionale all’importo del contributo delle domande ammissibili.

Tempistica investimento

Con decreto n. 19023 del 18 dicembre 2018 è stato approvato l'avviso per la presentazione delle domande.

La domanda di partecipazione deve essere presentata esclusivamente online sulla piattaforma informativa Bandi online all’indirizzo www.bandi.servizirl.it a partire dalle ore 10:00 del 16 gennaio 2019.

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.