Puglia: progetti di vita indipendente e per autonomia, inclusione per persone disabili - L.n. 112/2016

Data apertura
10 Mar 2020
Data chiusura
30 Ott 2020
Agevolazione
Regionale
Stanziamento
€ 9.392.537
Soggetto gestore
Regione Puglia

Descrizione

Avviso pubblico per i progetti personalizzati di vita indipendente (Pro. V.I.) e per l'autonomia personale, l'inclusione socio-lavorativa per persone con disabilità anche senza supporto familiare (Pro. V.I. Dopo di Noi) - L.n. 112/2016.

Con Determinazione n. 87 del 7 febbraio 2020, pubblicata sul BUR n. 22 del 20 febbraio 2020, sono stati approvati gli indirizzi attuativi del bando in oggetto. 

L'Avviso pubblico si articola nelle seguenti Linee di intervento:

  • Linea A - Finanziamento dei progetti in favore delle persone con disabilità grave (L.N. 104/1992 art. 3 comma 3), non derivante da patologie strettamente connesse all'invecchiamento, tali da non compromettere totalmente la capacità di autodeterminazione i cui Pro.V.I. siano già avviati con le passate sperimentazioni e in prossimità della scadenza, nonché il finanziamento dei nuovi progetti per ampliare la platea dei destinatari di progetti di vita indipendente con disabilità fino ad esaurimento delle risorse finanziarie disponibili.
  • Linea B - Finanziamento dei progetti individuali per le persone con disabilità grave (L.N. 104/1992 art.3 comma 3) privi del supporto familiare che abbiano i requisiti previsti D.M. 23/11/2016 L.N. 112/2016 destinatari degli interventi ammissibili a valere sulle risorse del Fondo nazionale per il "Dopo di Noi".

La finalità complessiva dei Progetti di Vita Indipendente è quella di sostenere la "Vita Indipendente", per tutte le persone con disabilità, ossia la possibilità, di autodeterminarsi e di poter vivere il più possibile in condizioni di autonomia, avendo la capacità di prendere decisioni riguardanti la propria vita e di svolgere attività di propria scelta che vadano verso l'autonomia e la sperimentazione dell'uscita dal nucleo familiare di origine, anche mediante soggiorni temporanei al di fuori del contesto familiare.

Ciò che differenzia l'intervento di Vita Indipendente da altre azioni più di carattere assistenziale, si concretizza soprattutto nella modificazione del ruolo svolto dalla persona con disabilità, che supera la posizione di "oggetto di cura" per diventare "soggetto attivo" che si autodetermina o, a cui è garantita la possibilità di autodeterminarsi attraverso l'attivazione degli strumenti, previsti dalla vigente legislazione, relativi al sostegno nella presa delle decisioni, nella ricerca di migliori condizioni di vita, a partire dalla maggiore autonomia possibile nel proprio contesto di vita familiare, formativa, sociale, lavorativa.

Soggetti beneficiari

  • Persone con disabilità, anche senza supporto familiare che a prescindere dal livello di autosufficienza, presentino accertate potenzialità di autonomia e abbiano manifestato la volontà di realizzare un personale progetto di vita indipendente finalizzato a specifici percorsi di studio, di formazione, di inserimento socio-lavorativo di inclusione sociale attiva e/o orientato al percorso dell' abitare in autonomia e di emancipazione dal nucleo familiare di origine. 

Linea A 

  • persone con disabilità in situazione di gravità, come individuate ai sensi del comma 3 dell'articolo 3 della legge 104/1992, che rispettino, inoltre, tutti i seguenti requisiti minimi:
    • di età pari o superiore ai 16 anni e non oltre i 66 anni compiuti, fatti salvi coloro che risultino già beneficiari di un progetto di vita indipendente alla data di pubblicazione dell' avviso pubblico per i quali rilevi la continuazione del percorso di vita indipendente
    • residenti nella Regione Puglia, da almeno un anno, alla data di pubblicazione dell'avviso pubblico
    • in permanente grave limitazione dell'autonomia personale, non derivante da patologie strettamente connesse ai processi di invecchiamento
    • con livelli di intensità del bisogno assistenziale limitativo dell'autonomia personale, non superabile attraverso la sola fornitura di tecnologie per la domotica sociale, per la connettività sociale, nonché di protesi e altri sussidi esterni
    • in grado di esprimere la propria capacità di autodeterminazione e la volontà di gestire in modo autonomo la propria esistenza e le proprie scelte
    • vivano presso il proprio domicilio e nel proprio contesto familiare
    • non siano attivi in loro favore percorsi assistenziali individualizzati (PAl) sostenuti con Assegni di cura e per i quali l'obiettivi dell'assistenza socioassistenziale è prevalente rispetto all'obiettivo dell'autonomia

Linea B 

  • persone con disabilità che rispettino tutti i seguenti requisiti minimi:
    • possesso di certificazione di handicap o di invalidità rilasciata da una Commissione Pubblica ai sensi dell'art. 3 comma 3 della legge n. 104/92, deputata all'accertamento di tali condizioni
    • residenza in Puglia almeno da 12 mesi prima della pubblicazione dell'Avviso
    • prive del sostegno familiare in quanto mancanti di entrambi i genitori o perché gli stessi per ragioni connesse in particolare all'età o alla propria situazione di disabilità non sono in grado di fornire l'adeguato sostegno genitoriale, nonché in vista del venir meno del sostegno familiare, ai sensi dell'art.1 e del comma 3, lettera b dell'art. 4 del D.M. 23/11/2016
    • età compresa tra 18 e 64 anni (è possibile sostenere la continuità degli interventi, anche in deroga all'età, tenendo sempre in considerazione che i beneficiari, di norma, sono persone con disabilità grave non dovuta al naturale invecchiamento o a patologie connesse all'età)
    • a prescindere dal livello di autosufficienza, presenza di accertate potenzialità di autonomia e che abbiano manifestato, anche se in maniera supportata, la volontà di realizzare un personale progetto di vita indipendente orientato al percorso dell'abitare in autonomia e di emancipazione dal nucleo familiare di origine
    • assenza di attivazione in loro favore di percorsi assistenziali individualizzati (PAI) sostenutì con Assegni di cura

Le risorse disponibili ammontano a € 9.392.537,38.

Beneficiari e Finalitá

Beneficiari
Privato
Dimensione Beneficiari
Non Applicabile
Settore
Sociale - No Profit - Altro
Finalita'
Sociale - Cooperazione
Ubicazione Investimento
Regione:
  • Puglia

Incentivi e Spese

Tipologia agevolazione
Contributo

Per ciascun PRO.V.I. è riconosciuto un massimo di € 15.000/20.000 per il periodo complessivo di durata del PRO.V.I. pari a n. 12/18 mesi per ciascun destinatario.

Tempistica investimento

Per ciascuna finestra quadrimestrale, tutti i soggetti richiedenti per la Linea A e B possono presentare istanza di accesso al contributo alla Regione nel rispetto delle seguenti fasi temporali:

  • PRIMA FINESTRA QUADRIMESTRALE (valida dal 1° gennaio al 30 aprile): a partire dalle ore 12.00 del 10 Marzo 2020 fino alle ore 12.00 del 30 Marzo 2020 (se non festivo e prefestivo)
  • SECONDA FINESTRA QUADRIMESTRALE (valida dal 1° maggio al 31 agosto): a partire dalle ore 12.00 del 10 Giugno 2020 fino alle ore 12.00 del 30 Giugno 2020 (se non festivo e prefestivo)
  • TERZA FINESTRA QUADRIMESTRALE (valida dal 1° settembre al 31 dicembre): a partire dalle ore 12.00 del 10 Ottobre 2020 fino alle ore 12.00 del 30 Ottobre 2020 (se non festivo e prefestivo)

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.