Campania: contributi mutui prima casa

Data apertura
31 Ago 2020
Data chiusura
03 Set 2020
Agevolazione
Regionale
Stanziamento
€ 5.000.000
Soggetto gestore
Regione Campania

Descrizione

Avviso pubblico per la concessione di un sostegno economico al pagamento delle rate del mutuo prima casa per situazioni di emergenza socio-economica.

Con l'avviso si intende fornire un sostegno economico al pagamento delle rate del mutuo prima casa a favore delle famiglie residenti in Campania che hanno subito una contrazione del reddito o del volume di affari per effetto della pandemia in atto.

Beneficiari: Nuclei familiari residenti nella Regione Campania con un componente che alla data di trasmissione della domanda è titolare di un mutuo prima casa per l’acquisto dell’abitazione principale ed ha subito una diminuzione della capacità reddituale o del volume di affari per effetto delle misure restrittive adottate per il contenimento dell’epidemia da Covid-19. I beneficiari dovranno avere i seguenti requisiti:

  • Essere titolare di un mutuo prima casa di importo non superiore ad € 150.000, che, alla data di presentazione della domanda, risulta in ammortamento da almeno sei mesi e prevede il pagamento di un numero residuo di rate il cui importo complessivo è pari o superiore ad € 5.000;
  • Avere stipulato il mutuo prima casa per l’acquisto, anche in comproprietà con altri componenti del proprio nucleo familiare, di un immobile di categoria catastale da A/2 ad A/7, adibito ad abitazione principale.Aver già pagato, per il mutuo prima casa, un numero di rate il cui importo complessivo è pari o superiore ad € 1.000;
  • Essere residente, unitamente a tutti i componenti del proprio nucleo familiare, nell’immobile acquistato con il mutuo prima casa;
  • Non essere titolare, unitamente agli altri componenti del proprio nucleo familiare, del 100% del diritto di proprietà, usufrutto, uso o abitazione su altro alloggio situato sul territorio regionale. Tale condizione deve sussistere per tutti i componenti del nucleo familiare;
  • Possedere un ISEE 2020 pari o inferiore ad € 30.000;
  • Per i nuclei familiari in cui vi è un soggetto titolare di reddito di impresa, arte o professione svolta in forma individuale: aver subito per effetto delle misure restrittive introdotte per il contenimento dell’epidemia da Covid-19, una riduzione del volume d’affari di almeno il 50 per cento nei mesi di marzo e aprile 2020 rispetto ai corrispondenti mesi di marzo e aprile 2019;
  • Per i nuclei familiari in cui vi è un soggetto titolare di reddito da lavoro dipendente o assimilato al lavoro dipendente: aver subito, per effetto delle misure restrittive introdotte per il contenimento dell’epidemia da Covid-19, una riduzione del reddito da lavoro dipendente e/o assimilato, come definito dall'art. 50 del T.U.I.R., di almeno il 20 per cento nei mesi di marzo e aprile 2020 rispetto ai corrispondenti mesi di marzo e aprile 2019;
  • Per i nuclei familiari in cui vi sono soggetti titolari di redditi da lavoro dipendente e soggetti titolari di reddito di impresa, arte e professioni, oppure il medesimo soggetto è titolare di entrambe le categorie di reddito, è necessario che per almeno una categoria di reddito sia rispettato il seguente requisito: la quota di reddito da lavoro dipendente deve aver subito, per effetto delle misure restrittive introdotte per il contenimento dell’epidemia da Covid-19, una riduzione di almeno il 20 per cento nei mesi di marzo e aprile 2020 rispetto ai corrispondenti mesi di marzo e aprile 2019, oppure, in alternativa, la quota di reddito di impresa, arte o professione deve aver subito una riduzione del volume d’affari di almeno il 50 per cento nei mesi di marzo e aprile 2020 rispetto ai corrispondenti mesi di marzo e aprile 2019;
  • I requisiti richiesti devono essere presenti, a pena di esclusione, alla data di trasmissione della domanda di contributo;
  • Nel caso di mutui cointestati a soggetti che non facciano parte dello stesso nucleo familiare il beneficio deve essere richiesto dal soggetto che dalle risultanze anagrafiche risiede nell’alloggio.

Tipologia intervento: Il sostegno economico è erogato alle famiglie residenti nella Regione Campania e nella forma di un bonus una tantum a parziale copertura delle spese sostenute per il pagamento delle rate del mutuo prima casa. Il contributo è assegnato ed erogato alle famiglie nell’importo fisso di € 750 mediante una procedura a sportello fino ad esaurimento dei fondi disponibili. Il bonus è cumulabile con altri incentivi e con tutte le indennità e le agevolazioni, anche finanziarie, emanate a livello nazionale per le medesime finalità.

Budget: € 5.000.000.

Beneficiari e Finalitá

Beneficiari
Privato
Dimensione Beneficiari
Non Applicabile
Settore
Servizi, Sociale - No Profit - Altro
Finalita'
Sociale - Cooperazione
Ubicazione Investimento
Regione:
  • Campania

Incentivi e Spese

Tipologia agevolazione
Contributo

Il contributo è pari ad euro 750 per ciascun nucleo familiare.

L’agevolazione si configura come contributo una tantum a fondo perduto e non rileva ai fini degli aiuti di Stato essendo il contributo riconosciuto direttamente alle famiglie.

Il contributo è erogato a totale o parziale copertura del pagamento della rata/delle rate del mutuo prima casa pagate fino alla data di presentazione della domanda.

lI contributo è compatibile con qualsiasi altra misura statale, anche avente analoga finalità.

Tempistica investimento

La presentazione della domanda di partecipazione sarà possibile esclusivamente tramite la piattaforma raggiungibile all’indirizzo https://bandomutui.regione.campania.it.

La registrazione al sistema sarà sempre possibile a partire dalle ore 10:00 del 23 luglio 2020 e fino alle ore 18:00 del 30 agosto 2020; per registrarsi alla piattaforma, l’utente dovrà inserire le informazioni richieste ed indicare un indirizzo email; al salvataggio di tali informazioni, la piattaforma invierà una email automatica contenente la password temporanea di accesso al sistema;

A partire dalle ore 12:00 del 28 luglio 2020 e fino alle ore 12:00 del 31 agosto 2020, la domanda potrà essere compilata tramite la piattaforma in ciascuna delle sezioni di cui si compone.

L’invio della domanda di partecipazione sarà possibile a partire dalle ore 12:00 del 31 agosto 2020 alle ore 18:00 del 3 settembre 2020, fatte salve eventuali proroghe; una volta inviata, il sistema genererà la stampa della domanda inviata, nonché una ricevuta completa di un codice identificativo, data e orario di invio che ne attesterà l’avvenuta presentazione. 

A partire dalle ore 10:00 dell’8 settembre 2020, dopo la pubblicazione dell’elenco delle domande ammissibili, e fino alle ore 18:00 del 17 settembre 2020 i soggetti beneficiari dovranno caricare sulla stessa piattaforma la documentazione.

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.