Piemonte: contributi per lo sviluppo della mobilita' sostenibile

Agevolazione
Regionale
Stanziamento
€ 1.661.726
Soggetto gestore
Regione Piemonte

Descrizione

Bando per la concessione di contributi per lo sviluppo della mobilità sostenibile a favore dei cittadini piemontesi.

In un periodo di ripensamento degli spostamenti anche da parte dei cittadini, sicuramente reso più complesso dall’emergenza sanitaria, è importante che le politiche pubbliche adottino misure volte a stimolare gli stessi cittadini ad adottare modalità di mobilità più sostenibili e comunque meno inquinanti. L’intervento è finalizzato a supportare, quindi, i cittadini piemontesi nell’utilizzo di mezzi di trasporto più agili e adeguati alle aree urbane anche al fine di limitare l’uso delle auto private e, parallelamente, velocizzare la sostituzione del parco veicolare regionale circolante più obsoleto e inquinante.

I beneficiari sono: soggetti privati/persone fisiche residenti in Piemonte o dipendenti di aziende con una unità locale operativa in Piemonte ad essa assegnati alla data di presentazione della domanda.

Il bando si declina in 4 linee:

LINEA A - VEICOLI

Sono ammissibili investimenti per l’acquisto di veicoli M11, utilizzati per il trasporto di persone: 

  • Elettrico puro 
  • Ibrido2 (benzina/elettrico o diesel/elettrico), 
  • CNG (Gas Naturale Compresso)/Metano esclusivo, 
  • GPL (Gas di Petrolio Liquefatto) esclusivo,
  • GNL (Gas Naturale Liquefatto) esclusivo,
  • Benzina, a combustione interna, di categoria almeno EURO 6 Dtemp; oppure bifuel con doppia alimentazione a Benzina/CNG (benzina e metano) o Benzina/GPL (benzina e gas di petrolio liquefatto)

a fronte di rottamazione di veicoli (M1) per il trasporto di persone a benzina fino a EURO 3 incluso, ibridi benzina (benzina/metano o benzina/GPL) fino a EURO 3 incluso o diesel fino ad EURO 5 incluso, di proprietà del richiedente. È escluso qualunque veicolo dotato del solo motore a ciclo Diesel con alimentazione a gasolio, anche quando in presenza di altro combustibile addizionale (CNG, GPL o idrogeno). Non è ammissibile l’acquisizione tramite noleggio a breve o lungo termine. Ciascun soggetto beneficiario può presentare fino a 2 domande di contributo a valere sul Bando, corrispondenti a 2 veicoli acquistati a fronte di 2 veicoli rottamati. I mezzi acquistati dovranno rimanere di proprietà del soggetto beneficiario per almeno 3 anni dalla data di concessione del contributo.

LINEA B – CICLOMOTORI e MOTOCICLI

È ammessa a beneficiare delle agevolazioni previste dalla presente linea la spesa di acquisto di ciclomotori e motocicli (L1e, L2e, L3e, L4e, L5e, L6e e L7e/XM) 3 a trazione elettrica per il trasporto di persone, a fronte di rottamazione di ciclomotori o motocicli (L1e, L2e, L3e, L4e, L5e, L6e e L7e/XM) per il trasporto di persone a 2 e 4 tempi fino alla categoria EURO 3 incluso.

Non è ammissibile l’acquisizione tramite noleggio a breve o lungo termine. Ciascun soggetto beneficiario può presentare fino a 2 domande di contributo a valere sul Bando, corrispondenti a 2 ciclomotori o motocicli acquistati a fronte di 2 ciclomotori o motocicli rottamati. I mezzi acquistati dovranno rimanere di proprietà del soggetto beneficiario per almeno 3 anni dalla data di concessione del contributo.

LINEA C - VELOCIPEDI

È ammessa a beneficiare delle agevolazioni previste dalla presente linea la spesa di acquisto di velocipedi, delle seguenti tipologie:

  • Bicicletta, anche pieghevole 
  • Bicicletta, anche pieghevole, a pedalata assistita
  • Bicicletta cargo, assimilabile a un velocipede, per trasporto persone/merci, anche a pedalata assistita.

Non è ammissibile l’acquisizione tramite il noleggio a breve o lungo termine. Ciascun soggetto beneficiario può presentare fino a 2 domande di contributo a valere sul Bando, corrispondenti all’acquisto di 2 velocipedi. I mezzi acquistati dovranno rimanere di proprietà del soggetto beneficiario per almeno 3 anni dalla data di concessione del contributo.

LINEA D - ROTTAMAZIONE

È ammessa a beneficiare delle agevolazioni previste dalla presente linea il beneficiario che abbia rottamato, senza ulteriore acquisto di altro veicolo, i seguenti veicoli: 

  • un ciclomotore/motociclo (L1e, L2e, L3e, L4e, L5e, L6e e L7e/XM) 5 a 2 e 4 tempi fino a EURO 2 incluso, 
  • un veicolo (M1), per il trasporto di persone, benzina fino a EURO 3 incluso. ibridi benzina (benzina/metano o benzina/GPL) fino a EURO 3 incluso e diesel fino ad EURO 3 incluso.

Ciascun soggetto beneficiario può presentare solo 1 domanda di contributo a valere sul Bando, corrispondente ad un certificato di rottamazione.

Budget: euro 1.661.725,80.

Beneficiari e Finalitá

Beneficiari
Privato
Dimensione Beneficiari
Non Applicabile
Settore
Trasporti
Finalita'
Tutela Ambientale
Ubicazione Investimento
Regione:
  • Piemonte

Incentivi e Spese

Tipologia agevolazione
Contributo

LINEA A - VEICOLI

L’agevolazione consiste nella concessione di un contributo a fondo perduto proporzionale alle sue emissioni, limitatamente alla gamma di veicoli M1 fino ad un massimo di 10.000 euro.

LINEA B – CICLOMOTORI e MOTOCICLI

Nel caso di acquisto di ciclomotori e motocicli, il contributo a fondo perduto è così determinato:

  • Ciclomotore elettrico (L1e, L2e): € 2.000
  • Motociclo elettrico (L3e, L4e, L5e, L6e e L7e): € 4.000

LINEA C - VELOCIPEDI

Nel caso di acquisto di velocipedi, il contributo a fondo perduto è così determinato:

  • bicicletta: € 150
  • bicicletta a pedalata assistita: € 500
  • bicicletta cargo per trasporto persone assimilabile ad un velocipede: € 500
  • bicicletta cargo per trasporto persone a pedalata assistita assimilabile ad un velocipede: € 1.000

LINEA D - ROTTAMAZIONE

Nel caso di presentazione di un certificato di rottamazione, senza ulteriore acquisto di altro veicolo, è previsto un contributo a fondo perduto pari a euro 250. Il certificato di rottamazione, intestato al soggetto beneficiario del contributo, deve avere una data successiva al 9 Agosto 2019, data del provvedimento (D.G.R. 9 Agosto 2019, n. 8-199) che aggiornava lo schema di ordinanza sindacale tipo per le misure strutturali e temporanee, di cui alla d.g.r. 28 settembre 2018, n. 57-7628 e del relativo elenco dei Comuni chiamati ad attuare le limitazioni per la stagione 2019/2020.

É prevista la cumulabilità con altri aiuti pubblici concessi per gli stessi costi ammissibili, fermo restando il non superamento dell’importo rendicontato.

Tempistica investimento

Per l’assegnazione delle risorse si prevede la pubblicazione di un bando da parte del responsabile del procedimento dirigente del Settore Emissioni e Rischi ambientali.

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.