Notizie

Emilia Romagna: approvato il bilancio di previsione 2010

Approvazione Bilancio di previsione 2010 - foto di AreynLa Giunta regionale ha approvato il bilancio di previsione 2010, finalizzato a sostenere il sistema emiliano-romagnolo nella fase di uscita dalla crisi e di creare anche le basi per una ripresa duratura. Tra le priorità ci sono gli interventi a difesa dell´occupazione (finanziamento degli ammortizzatori sociali), a sostegno delle persone, delle famiglie, del lavoro e delle imprese. Nelle prossime settimane passerà all'Assemblea legislativa per il varo definitivo, assieme al Piano pluriennale 2010-2012 e al Documento di politica economico-finanziaria.

Dalla Fao a Copenhagen: il declino dei summit

Il palazzo della FaoAnche quest’anno i riflettori si sono accesi sulla fame nel mondo. Domani, quando ci sveglieremo, i fari saranno di nuovo spenti. Al di là delle azioni di sensibilizzazione, pur sempre doverose, non basta l’ormai ripetitivo summit della Fao a Roma per cambiare la situazione, soprattutto nel momento in cui la stessa modalità del summit viene messa in discussione. Dall’altra parte del mondo, con il patto di Pechino, Obama i paesi del Pacifico e Hu-Jintao, hanno già trasformato in flop l’atteso Cop15 di Copenhagen sui cui i paesi occidentali puntavano per trovare l’accordo sul clima.

Roma: dall'UE 10 milioni di euro per la mobilita' urbana

Antonio TajaniDieci milioni di euro per riportare il traffico della della metropoli capitolina a livelli accettabili. Le azioni presentate dal vicepresidente della Commissione europea e titolare del pacchetto trasporti, Antonio Tajani, rientrano nel nuovo piano d'azione sulla mobilità urbana europea. Nell’ambito dei finanziamenti della rete di trasporto transfrontaliero vengono assegnati circa 3 milioni di euro per un progetto di riqualificazione di 3 direttrici del Raccordo anulare di Roma e circa 7 milioni di euro per la riqualificazione dell'impianto ferroviario della stazione Tiburtina.

Emilia-Romagna: Bando Dai Distretti produttivi ai Distretti tecnologici

Distretti tecnologici - foto di Jean-Pierre DalbéraPubblicato il bando "Dai distretti produttivi ai distretti tecnologici", finalizzato a promuovere la nascita o la rifinalizzazione di laboratori di ricerca, centri di competenza e di alta specializzazione delle imprese più significative, innovative, dinamiche e impegnate nella ricerca e sviluppo dei principali distretti/filiere produttive regionali, in connessione con la Rete Regionale dell’Alta Tecnologia. La scadenza per la presentazione delle domande è il 15 gennaio 2010.

Green Public Procurement: on line il sito Buy Smart

Leyland N Type 125 (Registration CD5125) Bus at the Amberley Working Museum, West Sussex, England, by Michael Haslam Nel 2009 l’acquisto di 427 veicoli “verdi” per il trasporto pubblico consentirà al Comune di Milano una diminuzione del consumo energetico del 7,5%, ma anche una riduzione di 8,400 tonnellate annue di emissioni di Co2 e un complessivo risparmio di 4,6 milioni di euro. La scelta di affidarsi al Green Public Procurement effettuata dal capoluogo meneghino, in collaborazione con ATM (l’azienda di trasporto pubblico locale), si aggiunge a quella fatta da tante altre pubbliche amministrazioni italiane che hanno deciso di coniugare l’attenzione alle tematiche ambientali ad un sicuro risparmio economico.

Tutte le delibere del CIPE, con opere per 8,65 miliardi di euro

Stretto di MessinaIl Comitato Interministeriale per la Programmazione Economica ha dato ieri il via libera a numerosi interventi per opere infrastrutturali dal valore di 8,65 miliardi di euro. I più importanti riguardano 4.166 milioni per l'asse stradale Pedemontana Lombarda, 1.691 milioni alla Metro di Milano e l'autorizzazione per 1.300 milioni al Ponte sullo Stretto di Messina, che è stato così avviato per la cantierizzazione.

Al convegno di Confindustria la Gelmini annuncia un bando PON Ricerca per fine novembre

MicrochipCresce chi Innova è lo slogan della VII Giornata della Ricerca organizzata oggi da Confindustria a Roma, a cui hanno partecipato il Presidente della Repubblica Napolitano, il ministro Gelmini e diversi personalità che hanno fornito riflessioni interessanti sullo stato della ricerca in Italia. Tra tutte citiamo Diana Bracco, vicepresidente Confindustria, che ha evidenziato come importanti strumenti agevolativi, ad esempio Industria 2015, non riescano concretamente a partire a causa delle complicazioni procedurali.

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.