Notizie

Lavoro: We mean business, campagna Ue per tirocini internazionali

Giovane a lavoro - foto di SlightlynorthWe mean business. Ovvero, mentre il mercato del lavoro langue e i dati sulla disoccupazione – soprattutto giovanile – si fanno allarmanti, la Commissione europea lancia una campagna che tenta di remare in direzione opposta. Obiettivo: incoraggiare le imprese a creare posti di lavoro, partendo dalla fase iniziale, cioè il tirocinio. L'iniziativa tenta di dimostrare alle aziende i vantaggi derivanti dai collocamenti internazionali e di incentivarli.

Educazione all'imprenditorialità: progressi nell'Ue, ma l'Italia non spicca

Educazione all'imprenditorialitàAumentano negli Stati membri i programmi educativi volti a sviluppare la cultura d'impresa. Lo mostrano i dati della relazione Ue “Educazione all'imprenditorialità nelle scuole in Europa", secondo la quale, la metà dei paesi dell'Unione ha intrapreso un processo di riforma dei sistemi d'istruzione che prevede il potenziamento dell'educazione imprenditoriale. Non è, però, il caso dell'Italia.

Donne e lavoro: al via progetto Ue per rafforzare e conciliare

Working girl - foto di zubrowRafforzamento del ruolo decisionale delle donne e conciliazione fra vita privata e professionale. Queste le mete da raggiungere con il progetto europeo “Donne attive nelle pmi”, approvato dalla Commissione Ue e presentato a Roma nel corso di un seminario promosso dalle commissioni Pari opportunità dell'Associazione generale delle cooperative italiane (Agci), Confcooperative e Legacoop. Il punto di partenza è un ostacolo da superare: la disparità professionale fra i due sessi.

5 per mille 2006-2008: recuperati 16 milioni di euro da ripartire tra gli enti del volontariato

Euro - foto di AcdxSono circa 5 mila le onlus e le associazioni sportive riammesse alla ricezione del cinque per mille per il 2006, 2007 e 2008, a seguito delle proroghe, previste dai decreti legge n. 194/2009 e n. 40/2010, per consentire l’integrazione documentale delle domande di ammissione al beneficio, regolarmente presentate in quegli anni finanziari. La ripartizione dei fondi (circa 16 milioni di euro) tra gli enti riammessi è stata pubblicata dall’Agenzia delle Entrate.

Export Banca: nuovo accordo a supporto delle aziende esportatrici

Images_of_Money / photo on flickr Potenziare il supporto finanziario alle imprese esportatrici, con l’obiettivo di rafforzarne la competitività internazionale. Questo l'intento della proroga di un anno della convenzione 'Export Banca' che dall'aprile 2011 finanzia le operazioni effettuate dalle aziende italiane all'estero. All'accordo aderivano inizialmente l'Associazione Bancaria Italiana (ABI), con il compito di assicurare il pieno coinvolgimento degli istituti di credito, Cassa depositi e prestiti (CDP), impegnata nel supporto finanziario, e SACE, per la garanzia degli importi. Oggi, alla nuova intesa partecipa anche SIMEST.

Internet delle cose: Ue lancia consultazione pubblica per definire regole

internet delle cose - foto di mikecoghCellulari, computer e televisori. Ad oggi, un cittadino Ue possiede in media 2 dispositivi che, grazie ad una connessione ad Internet senza fili, riescono a scambiarsi informazioni. Entro il 2015, si prevede che il numero di apparecchi in grado di comunicare via wireless a disposizione di ciascuno, salirà a 7, per un totale di 25 miliardi. D'altra parte, però, un tale livello di interconnessione tra persone e cose necessita di un quadro etico e normativo che garantisca la sicurezza dei dati e dei diritti personali. Con questo intento la Commissione Ue lancia una consultazione pubblica, invitando a trasmettere osservazioni e commenti entro il 12 luglio 2012 per definire le regole dell'"Internet delle cose".

Decreti attuativi per le rinnovabili: nuovo sistema incentivi per Ue 2020

Green energy - foto di Bush Philosopher - Dave Clarke / photo on flickr Nuovi incentivi per l’energia fotovoltaica (Quinto Conto Energia) e per le rinnovabili elettriche non fotovoltaiche (idroelettrico, geotermico, eolico, biomasse, biogas). Nei due schemi di decreti attuativi varati dal ministro dello Sviluppo Economico, Corrado Passera, di concerto col ministro dell’Ambiente, Corrado Clini e dell’Agricoltura, Mario Catania, viene ridisegnato il sistema nazionale degli incentivi del settore verso un allineamento ai livelli europei e un efficientamento dei costi per cittadini e imprese. Il fine e' raggiungere gli obiettivi europei delle energie alternative fissati per il 2020.

Energy Innovation Forum, Ict per l'efficienza energetica

efficienza energetica - foto di Hampton Roads PartnershipNel corso dell'Energy Innovation Forum, che si terrà il 9 maggio a Roma al centro congresso Abi, verranno illustrate le innovazioni tecnologiche e le soluzioni Ict che stanno trasformando il settore energetico. Una giornata per approfondire tematiche quali l'efficienza energetica, la riduzione delle emissioni di gas nocivi e le smart grid.

Dl Semplifica Italia: in Gazzetta la Legge di conversione 4 aprile 2012, n. 35

Rules - foto di GoeleConvertito in legge, con modificazioni, il Decreto legge 9 febbraio 2012, n. 5, recante Disposizioni urgenti in materia di semplificazione e di sviluppo. Il nuovo pacchetto di norme è entrato in vigore il giorno successivo alla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale.

Veneto: oltre 3,1 milioni di euro per il GAL Delta Po

Campagna veneta - foto di HAL9000Tutela ambientale, promozione del territorio e formazione, sono queste le priorità delle nuove misure approvate dalla Regione nell’ambito del Gruppo di azione locale (GAL) Polesine Delta Po. Le risorse stanziate, oltre 3,1 milioni di euro, saranno utilizzate per valorizzazione gli aspetti ambientali e paesaggistici dell’area rurale del Polesine e del delta del Po.

Efficienza energetica: al via il trilogo sulla direttiva Ue

Efficienza energetica - fonte: U.S. Navy photo by Greg VojtkoPartenza in salita per il trilogo relativo alla direttiva Ue sull'efficienza energetica. Iniziano oggi i colloqui informali tra Commissione europea, Parlamento e Consiglio sul testo che dovrebbe permettere all'Unione di centrare l'obiettivo, fissato dalla strategia Europa 2020, del 20% di efficienza energetica entro il 2020. Ma gli Stati membri, che hanno dato alla presidenza danese un mandato aperto per negoziare sul testo, sono in disaccordo fra loro e soprattutto non sembrano disponibili ad accettare target o misure vincolanti come richiesto dagli eurodeputati.

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.