Notizie

Nuovi partner per il Made in Italy nell'Africa sub-sahariana

Africa - Immagine di TrödelBotswana, Senegal, Mauritius, Gabon e Namibia: sono questi i paesi più interessanti per nuovi investimenti dall'Italia, anche da parte di piccole e medie imprese, secondo gli esperti di Coface, la società assicurativa che gestisce le garanzie all’esportazione per la Francia e che il prossimo 14 aprile presenterà a Milano il suo rapporto annuale sul “rischio paese”.

Energia rinnovabile e sviluppo urbano: le opportunità della Banca Mondiale presentate all'ICE

World icon - immagine di Adrien FacélinaL'Istituto nazionale per il Commercio Estero (ICE), in collaborazione con l'Ufficio del Direttore Esecutivo per l'Italia presso la World Bank, ha organizzato a Roma, il 22 marzo 2011, presso lo stesso Istituto, il seminario Banca Mondiale: programmi e progetti nei settori energia rinnovabile e sviluppo urbano”, con l'obiettivo di promuovere ed illustrare alle aziende e società di consulenza partecipanti i programmi, i progetti e le opportunità d'affari nei settori dell'energia rinnovabile, efficienza energetica e sviluppo urbano, inclusi i cambiamenti climatici e la prevenzione dei disastri.

Emilia-Romagna: 12 milioni di euro a sostegno dell'internazionalizzazione

Stemma Emilia-Romagna - Immagine di PaolosSupporto all'export e all'accesso a mercati esteri in crescita, in particolare Cina, Brasile, India, Russia, Sud Africa e Turchia. Con questo obiettivo la Regione ha stanziato 12 milioni di euro, che consentiranno di finanziare due bandi rivolti alle PMI e ai consorzi export e una serie di iniziative da realizzare in collaborazione con vari partner regionali.

IPI News Innovation Contest: da Google 2,7 milioni per l’informazione digitale

GoogleGoogle mette sul piatto 2,7 milioni di euro per finanziare progetti di giornalismo innovativo. Il colosso californiano, infatti, ha deciso di sponsorizzare l’IPI News Innovation Contest, un concorso realizzato dall’Istituto Internazionale della stampa di Vienna, prestigioso network fondato negli anni Cinquanta, nella cornice della Columbia University di New York, da un manipolo di editori e di giornalisti provenienti da tutto il mondo.

Crisi libica: le conseguenze per le imprese

Petrochemical Factoies - Foto di Paul McIlroyProsegue la rivolta in Libia: mentre Europa e Stati Uniti discutono i termini di un possibile intervento per la stabilizzazione del Paese, i prezzi del petrolio subiscono una prevedibile quanto fortissima impennata, sfiorando i 120 dollari al barile nella giornata di ieri. Oltre ai tragici sviluppi umanitari, preoccupano quindi gli effetti della crisi in corso sul versante energetico e in particolare sulle imprese, in un momento decisivo per la ripresa dell'economia mondiale.

Tajani e Romani presentano la revisione dello Small Business Act

Antonio Tajani Credit © European Union, 2011La riforma dello small business act parte ufficialmente dall’Italia. Il nostro paese è stato prescelto come prima tappa del “tour” del vicepresidente della Commissione europea con delega alle imprese, Antonio Tajani, per presentare le novità contenute nel nuovo codice delle Pmi.

GEANT: una rete per la ricerca ad alta velocita'

Internet connection - Immagine di Tango projectGEANT è una delle più avanzate infrastrutture ICT oggi disponibili per la ricerca a livello mondiale, una rete ad alta velocità che ogni giorno connette 40 milioni di ricercatori in 40 paesi europei ed offre collegamenti tra Europa, Asia, Mediterraneo, Africa del sud, America latina e Mar Nero, grazie a risorse UE pari a 93 milioni di euro per il periodo 2009-2013.

Accordo di programma per accrescere l'internazionalizzazione delle Pmi romane

Gianni Alemanno, Sindaco di Roma - foto di Oscar Federico BodiniNel corso del Forum “Italia-Africa: partner nel business”, svoltosi nella Capitale l’1 e 2 luglio, il Viceministro allo Sviluppo Economico e il Sindaco di Roma hanno firmato un accordo finalizzato a sviluppare e favorire ogni possibile forma di raccordo operativo tra rispettive strategie e programmi per accrescere il livello di internazionalizzazione dell’economia del territorio, con particolare attenzione allo sviluppo delle piccole e medie imprese e al rafforzamento della loro capacità di competere sui mercati.

Fino a 500 milioni di euro con lo strumento europeo di Microcredito Progress

lavoroStoricamente il microcredito non appartiene alla tradizione finanziaria italiana. Sono molteplici i motivi del ritardo. Da un lato questo strumento nasce alla fine degli anni Settanta in un Paese come il Bangladesh e si radica soprattutto nei paesi in via di sviluppo, in particolare in Africa, Asia e America Latina, dove carestie e calamità naturali hanno spesso comportato un azzeramento dell’economia.

UE: Interact Climate Change Fund (ICCF), il nuovo fondo per combattere il cambiamento climatico

Cambiamento climatico - immagine di Ori~Venerdì 15 maggio l'Agence Française de Développement (AFD), la Banca Europea per gli Investimenti (BEI) e l'European Development Finance Institutions (EDFI) firmeranno l'accordo per l'istituzione del fondo congiunto contro il cambiamento climatico (ICCF). Il fondo finanzierà progetti privati di sviluppo sostenibile in Africa, Asia, America Latina, Pacifico e Caraibi prima della fine del 2010.

Pagina 3 di 4

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.