Notizie

Emilia-Romagna: 122 milioni di euro di risorse pubbliche aggiuntive al PSR 2007-2013

PSR Emilia RomagnaL'Unione Europea ha accettato le proposte della Regione Emilia-Romagna per la modifica del Piano regionale di Sviluppo Rurale approvandone il piano finanziario che prevede, da qui al 2013, oltre 122 milioni di euro di risorse pubbliche aggiuntive, comunitarie, statali e regionali, da destinare al sostegno di alcuni importanti settori in crisi, oltre che alla promozione di un’agricoltura più "verde" e rispettosa dell’ambiente.

Veneto: ridefinito l'Accordo di Programma Quadro sull'E-government

NetworkApprovato il Protocollo di riprogrammazione e rimodulazione del III Atto Integrativo dell'Accordo di Programma Quadro (APQ) inmateria di E-Government e Società dell'Informazione. Tale Accordo, sottoscritto nel 2007 dalla Regione del Veneto, dal Ministro per le Riforme e l’Innovazione nella Pubblica Amministrazione e dal Ministero dello Sviluppo Economico, è finalizzato a diffondere i servizi a banda larga nel Veneto riducendo il divario tecnologico.

Emilia-Romagna: riparto 2009 delle risorse del Fondo sociale regionale

Regione Emilia Romagna - Foto di Gigillo83Approvato dall’Assemblea legislativa il riparto 2009 del Fondo sociale, che ammonta a circa 60,2 milioni di euro. Una quota dei fondi, pari a 19,1 milioni di euro, è destinata ai distretti ripartita in base alla popolazione residente per fasce d’età. La L.R. 2/2003 "Norme per la promozione della cittadinanza sociale e per la realizzazione del sistema integrato di interventi e servizi sociali" ridisegna il sistema di finanziamento della rete integrata dei servizi sociali e socio-sanitari regionali, coerentemente ai principi espressi dalla L. 328/2000.

UE: consultazione pubblica sulla Strategia Futura dell'UE 2020

Unione EuropeaAperta una consultazione pubblica sulla stategia "EU 2020", volta individuare le azioni necessarie a creare un mercato sociale europeo più inclusivo, più intelligente e più verde. Le proposte possono essere inviate da singoli cittadini, organizzazioni e autorità pubbliche degli Stati Membri. Al termine della consultazione la Commssione presenterà una proposta ufficiale nella primavera 2010.

Burocrazia diamoci un taglio! Un aiuto per cittadini e imprese

 Qualche tempo fa un medico ha inviato una e-mail al ministro Renato Brunetta chiedendogli per quale motivo un quattordicenne potesse condurre un motorino targato, ma non potesse avere la carta d’identità.  Per legge, infatti, i minori di 15 anni non hanno la carta d’identità, ma soltanto un certificato o un estratto di nascita. Sulla base di questa segnalazione, il ministero per la Pubblica Amministrazione e l’Innovazione ha proposto di abbassare dai 15 ai 10 anni l’età minima per il rilascio della carta d’identità. La proposta di modifica della legge è già inserita ad un collegato della Legge Finanziaria 2010.

UE: 1,6miliardi di euro in piu' per i Programmi di Sviluppo Rurale (PSR)

Agricoltura - foto di Ranveig
Il Comitato per lo Sviluppo Rurale ha approvato una seconda "ondata" di proposte presentate dagli Stati Membri sull'utilizzo del "Piano europeo di ripresa economica" (EERP) e dei finanziamenti provenienti dalla “Valutazione dello stato di salute della PAC - Politica Agricola Comune”. Tale decisione prevede lo stanziamento di ulteriori 1,6miliardi di euro al budget 2007-2013 (90miliardi di euro) per la realizzazione di interventi nazionali e regionali relativi alle politiche di sviluppo rurale.

UE: i progressi della Riforma europea dell'istruzione e della formazione

Insegnante - foto di Quadzilla99Presentate il 25 novembre 2009 alla Commissione europea due relazioni sull'evoluzione delle strategie adottate in materia di riforma dell'istruzione e sulla cooperazione europea. Nei due documenti si sottolinea la necessità di portare avanti  la riforma, affinchè si possano assicurare investimenti continuativi nei sistemi d'istruzione e di formazione, mirati a cogliere le principali sfide economiche e sociali.

Calabria: Bando per sostenere la raccolta differenziata dei rifiuti

Raccolta differenziata - Foto di FiaschiI comuni potranno realizzare interventi di progettazione e servizi di raccolta differenziata attraverìso un bando che prevede il finanziamento delle spese connesse all’attuazione dei sistemi di raccolta domiciliare dei rifiuti, di conferimento diretto presso stazioni o punti e di servizio con modalità mista. Le risorse finanziarie a disposizione ammontano a 17,5 milioni di euro e le domande potranno essere presentate entro il 05/01/2010.

Immigrazione: 12 milioni di euro per progetti di rimpatrio e di mediazione sociale e culturale

Comunità EuropeaIn Gazzetta Ufficiale i decreti del Ministero dell'Interno che invitano alla presentazione di progetti  finanziati dal Fondo europeo per l'integrazione di cittadini di Paesi terzi,  dal Fondo europeo per i rimpatri e dal Fondo europeo per i rifugiati, nell'ambito del Programma generale solidarietà e gestione dei flussi migratori 2007/2013.

UE: Rapporto sull'Anno europeo del Volontariato 2011

Unione EuropeaIl 23 novembre 2009 la Commissione per l'Istruzione e la Cultura dell'UE ha adottato all'unanimità il rapporto intitolato "European Year of Volunteering 2011". L'obiettivo generale del programma è incoraggiare e sostenere, tramite lo scambio di esperienze e di buone pratiche, gli sforzi compiuti dagli Stati membri, dalle autorità locali e regionali e dalla società civile per creare condizioni favorevoli al volontariato.

Riforma europea delle Telecomunicazioni: Internet e' un diritto fondamentale

 Per la prima volta nella storia l’accesso a Internet assurge a diritto fondamentale, senza tuttavia pregiudicare la tutela di utenti e consumatori. Con 510 voti favorevoli, dopo due anni di negoziati, l’Europarlamento, riunito in sessione plenaria a Strasburgo, ha approvato definitivamente la riforma delle Telecomunicazioni. Le nuove norme (composte da due direttive ed un regolamento), che vanno a modificare complessivamente tre direttive del 2002, entreranno in vigore a partire dal prossimo dicembre, subito dopo l’adozione formale da parte del Consiglio e la pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale della Ue.

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.