Notizie

UE: lo statuto della societa' per azioni europea SE deve essere modificato?

Unione europea - immagine di MG L'Unione Europea ha aperto una consultazione pubblica per stabilire la necessità di emendare o meno lo Statuto della società europea (SE), entrato in vigore nel 2004 per favorire la creazione di nuove imprese nell'ambito della vigente legislazione comunitaria. La Societas Europaea è nata con l'obiettivo di superare gli ostacoli nazionali, garantendo alle imprese dell'UE nuove opportunità di organizzazione pan-europea.

Campania: Bando per il credito d'imposta sui nuovi investimenti produttivi

Regione CampaniaDopo la pubblicazione del disciplinare avvenuta lo scorso anno e in cui si fissavano le regole per usufruire del Credito d’Imposta Regionale per Nuovi Investimenti Produttivi, è ora imminente l'emanazione dell'avviso e della relativa modulistica. L'agevolazione riguarda l'acquisto di beni materiali ed immateriali (software, brevetti) e mira al sostegno ed allo sviluppo delle imprese sul territorio regionale. Le risorse messe a disposizione ammontano a 60 milioni di euro, di cui 50 milioni di euro a valere sui fondi del P.O. FESR 2007-2013 e 10 milioni di euro a valere sui fondi del PASER.

UE: European Sustainable Energy Week 2010

skin temperatures—temperatures from roughly the top millimeter of the land or sea surface—of Antarctica from 1982 to 2004, NASA Si è aperta ieri l'European Sustainable Energy Week, l'evento organizzato dall'Agenzia esecutiva per la Competitività e l'Innovazione (EACI) volto a diffondere i nuovi approcci per la produzione ed il consumo dell'energia. La settimana rientra nella Campagna europea per l'energia sostenibile e prevede la realizzazione di circa 300 iniziative in tutta Europa, per le quali sono state stanziate circa 600.000 euro.

Umbria: 43 milioni di euro per lo sviluppo del turismo

Assisi - Foto di Aaron LoganPubblicato un bando volto a finanziare progetti integrati collettivi di promozione e commercializzazione di prodotti turistici. I progetti dovranno essere attuati da una aggregazione di soggetti imprenditoriali e riguardare l'offerta e la diffusione di beni e servizi volti alla valorizzazione turistica di un'area o di un tema. Possono beneficiare dell'intervento le piccole e medie imprese, gli imprenditori agricoli, inclusi quelli che esercitano attività agrituristiche, e gli enti pubblici. Le risorse stanziate ammontano a 43 milioni di euro.

Decreto legge incentivi: 70 milioni di euro al settore tessile

Foto di HalibuttIl decreto legge varato dal Consiglio dei Ministri lo scorso 19 marzo prevede, tra le misure a sostegno di diversi settori industriali e dei consumi, anche incentivi fiscali per il settore tessile-moda, nella forma di defiscalizzazione dei costi per la realizzazione dei campionari per le collezioni 2010 delle industrie del comparto, nonchè un sostegno all’innovazione, per un importo complessivo pari a 70 milioni di euro. Saranno agevolate tutte le imprese, a prescindere dalla forma giuridica, che svolgono le attività indicate nelle divisioni 13 - Industrie tessili o 14 - Confezione di articoli di abbigliamento; confezione di articoli in pelle e pelliccia della tabella Ateco 2007.

Incentivi statali: una promessa mancata

casa - fonte audiovisual service commissione europeaAncora non sono operativi e già suscitano un vespaio di polemiche: gli incentivi statali, così come sono stati delineati nel decreto legge approvato dal Consiglio dei ministri lo scorso 19 marzo, non piacciono a Gianfranco Fini. “Quando si parla di incentivi - ha spiegato il presidente della Camera, a margine di un dibattito a Verona - siamo alla vecchia logica di destinarli a beni di consumo. Perché non pensiamo invece a incentivi da dare alle imprese perché assumano giovani evitando così che finiscano all'estero?”

Toscana: altri 13 milioni di euro per il pacchetto anti-crisi

Textile worker - Foto di Eugen Nosko La Regione ha deciso di stanziare 13 milioni di euro per rafforzare l'azione a sostegno delle imprese, dei lavoratori e delle famiglie, intrapresa con il pacchetto anticrisi. Le nuove risorse serviranno a rifinanziare alcune delle misure già attivate, ma anche ad attuare nuovi interventi in favore dell'occupazione e del reddito, soprattutto per i soggetti più deboli nel mercato del lavoro, donne, giovani e lavoratori prossimi alla pensione.

D.lgs. 626/94: norme per il miglioramento della sicurezza sui luoghi di lavoro

Edilizia - Foto di Costantino FiginiIl decreto legislativo 626/94 contiene norme dirette a tutelare la salute e la sicurezza dei lavoratori in tutti i settori di attività privati o pubblici.  La norma contiene misure generali, relative alla valutazione e riduzione dei rischi per la salute e la sicurezza, la programmazione della prevenzione, le misure di emergenza, l'informazione e la partecipazione dei lavoratori, e misure specifiche che riguardano i luoghi di lavoro, l'uso delle attrezzature e dei dispositivi di sicurezza, la protezione da agenti cancerogeni.

UE: semplificare l'accesso ai fondi strutturali per superare la crisi

Parlamento europeo
Presentata al Parlamento europeo una relazione per semplificare l'accesso al Fondo europeo di sviluppo regionale, al Fondo sociale europeo e al Fondo di coesione. Tali strumenti rientrano nella politica europea di coesione che, con uno stanziamento pari a 347 miliardi di euro per il periodo 2007-2013, supporta la stabilità economica e gli investimenti pubblici delle regioni europee. 

Comunicazione Unica: il nuovo modo di creare o aggiornare un'impresa

Logo ComUnicaDal 1° Aprile 2010 "ComUnica - Comunicazione Unica d'impresa" diventerà l’unico strumento per assolvere tutti gli adempimenti amministrativi, fiscali, previdenziali ed assicurativi necessari all'avvio di un'attività imprenditoriale e quelli da effettuare successivamente in caso di modifiche o cancellazione dell’impresa. Il servizio è già attivo dal 1° Ottobre 2009, data da cui decorre il periodo transitorio di sei mesi durante il quale l’uso della Comunicazione Unica è ancora facoltativo.

I corsi di formazione gratuita per l'innovazione tecnologica nel 2010

Logo RidittAnche quest'anno si conferma l'appuntamento con il programma di formazione Riditt, la Rete italia per la diffusione dell'innovazione, rivolto agli operatori di servizi per l'innovazione e il trasferimento tecnologico alle imprese e promosso dall'Istituto per la Promozione industriale (IPI). L'edizione 2010 avrà inizio a maggio e sarà strutturata in dieci moduli, composti ciascuno da due giornate di lezioni aperte ad un massimo di 25 partecipanti. L'iscrizione ai primi 4 moduli è aperta fino al  prossimo 9 aprile.

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.