Notizie

Friuli Venezia Giulia: aperti i bandi per la ricerca del POR FESR 2007-2013

RicercaStanziati 56 milioni di euro per la realizzazione di progetti di ricerca, sviluppo e innovazione, nell'ambito del POR FESR 2007 - 2013, Obiettivo "Competitività regionale e occupazione", Asse 1. Potranno presentare domanda di contributo i soggetti (imprese, consorzi, centri di ricerca ecc.) attivi nei seguenti settori: artigianato, industria, commercio, turismo e servizi. Le richieste dovranno essere presentate dal 10 febbraio al 30 aprile 2010.

Incentivi: per il comparto auto solo aiuti a innovazione e ricerca

Claudio ScajolaGli incentivi del Governo si concentreranno quest'anno su settori diversi dall'auto, comparto che avrà aiuti che si limiteranno solo all'innovazione e alla ricerca. L'ha detto il ministro dello Sviluppo Economico, Claudio Scajola, a margine del consiglio informale dei ministri dell'Industria europei. "Credo sia opportuno quest'anno dare incentivi ad altri settori che hanno bisogno di essere spinti", ha detto Scajola, parlando con i giornalisti.

Emilia-Romagna: il nuovo Piano Territoriale Regionale - PTR

Bologna - Foto di Marku 1988L'Assemblea Legislativa della Regione ha approvato il nuovo PTR - Piano territoriale regionale  che pianifica lo sviluppo del territorio secondo i criteri  della green economy e della valorizzazione del senso di solidarietà della cittadinanza, tenendo conto anche dei cambiamenti intervenuti nel contesto regionale, quale ad esempio la trasformazione in una società multiculturale.

Ministero della Salute: Bando per Ricerca Finalizzata e Progetti Giovani Ricercatori

Laboratorio - Foto di Daniel AlexandreIl Ministero della Salute, d'accordo con il Ministero dell'Università e della Ricerca, ha pubblicato il nuovo bando per la Ricerca finalizzata rivolto ai ricercatori del Servizio Sanitario Nazionale. Le risorse ammontano a  101 milioni di euro e andranno a finanziare progetti di ricerca clinico-assistenziale e biomedica, prevalentemente traslazionale, cioè ricerca biomolecolare pre-clinica. Sono previste due procedure distinte: Ricerca finalizzata e Progetti Giovani Ricercatori.

FAR: firmato il decreto per i fondi 2009 destinati alla Ricerca Industriale

Maria Stella Gelmini Ministro dell'IstruzioneIl Ministro dell'Istruzione ha firmato nei giorni scorsi un decreto che che ripartisce le risorse del Fondo Agevolazioni alla Ricerca (FAR) 2009 per oltre 1 miliardo di euro, suddivisi in circa 546 milioni di credito agevolato e 522 milioni tra contributi in conto capitale e credito d'imposta. I fondi sbloccati non rappresentano nuove poste di bilancio, ma risorse già esistenti e non ancora distribuite. E' imminente la pubblicazione del decreto in Gazzetta Ufficiale.

Credito d'imposta Ricerca: 800 aziende vincono il ricorso contro il Click day

ClickDopo le proteste e i ricorsi contro il meccanismo del click day, che nel maggio 2009 ha escluso oltre 20 mila imprese dal sostegno fiscale alla ricerca previsto dalla Finanziaria 2007, giunge una prima vittoria per alcune delle aziende escluse. Il 10% di queste ha presentato ricorso e, per ora, 800 sono state ammesse a beneficiare del credito d'imposta per gli investimenti in attività di ricerca e sviluppo.

CNR: bandi per 485 ricercatori a tempo indeterminato

Ricercatrice - Foto di Robert ScobleNove bandi per coprire un totale di 485 posti: sono le assunzioni straordinarie del CNR - Consiglio Nazionale delle Ricerche - finanziate dal Ministero dell'Istruzione dell'Università e della Ricerca. I ricercatori, assunti con contratto di III livello a tempo indeterminato, saranno impiegati negli Istituti e nelle Strutture del CNR distribuiti in tutte le regioni d'Italia in base a specifiche aree di interesse, che vanno dalle scienze fisiche, chimiche e mediche alle discipline storico-artistiche e filosofiche.

Emilia-Romagna: piano anti-crisi, 70 milioni di euro per le imprese

Stabilimento - Luigi ChiesaPresentati 5 bandi per uno stanziamento complessivo di circa 70 milioni di euro, all'interno del piano anti-crisi della Regione. I bandi sono finalizzati a promuovere l'accesso al credito, lo sviluppo di reti tra le imprese, le esportazioni, l'innovazione e la nascita di nuove cooperative con l'obiettivo unico di sostenere l'economia regionale promuovendo l'aggregazione tra le imprese e l'internazionalizzazione e disincentivando processi di delocalizzazione.

Comunicazioni efficaci in pubblico

Microfono - foto di Andreas PraefckeUna persona, anche piuttosto abile nei dialoghi, spesso si trova in difficoltà quando gli interlocutori crescono di numero. Parlare in pubblico mette in difficoltà molte persone o comunque le rende molto meno efficaci rispetto al loro modo di comunicare abituale. Esiste un rimedio? Si, applicando alcune tecniche è possibile migliorare largamente la disinibizione oratoria, perché solo in poche persone è innata.

Telefonia mobile: incerto il futuro dei pagamenti via cellulare

smartphoneNonostante la Francia stia per presentare il primo servizio di pagamento mobile tramite SIM card, i cosiddetti m-payments stentano a decollare a causa delle incertezze degli operatori e degli utenti. Finora sono stati riscontrati buoni risultati nell'acquisto via cellulare dei titoli di viaggio per il trasporto pubblico (anche il Comune di Roma ne ha appena attivato uno in collaborazione con Poste Italiane), ma non si può dire lo stesso per i negozi, che stentano a dotarsi dei terminali necessari per l’identificazione della SIM card.

Emilia-Romagna: accordo con l'Universita' di Bologna per la nascita di sette Tecnopoli

Logo Università di Bologna - Foto di AndreasPraefckeFirmato un accordo tra la Regione e l'Università di Bologna per dare il via ai Tecnopoli di Bologna e della Romagna della Rete alta tecnologia regionale: nell’attesa che le nuove "cittadelle del sapere" vengano edificate o ristrutturate (consegna prevista a fine 2013) sarà l’Alma Mater ad accogliere i nuovi ricercatori e ad ospitare l’attività di ricerca industriale, innovazione e trasferimento tecnologico.  L'accordo prevede, nel corso di tre anni, la disponibiltà di 45 milioni di euro e l’assunzione di quasi un quarto dei nuovi ricercatori complessivi (122 dei 520).

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.