Ag. Entrate - Circolare 20/E-2011: agevolazioni disabili, premi incentivanti, deducibilità spese

People icons - immagine di Niki KCon la circolare del 13 maggio 2011 l'Agenzia delle Entrate fornisce chiarimenti e novità su varie questioni interpretative poste all’attenzione della scrivente in ordine alla deducibilità e alla detraibilità di alcune spese (sanitarie, di istruzione, sportive e di ristrutturazione edilizia), alle agevolazioni per i disabili, ai premi incentivanti e al reddito prodotto all’estero. Particolare attenzione va anche agli interessi passivi dei mutui, sia nelle ipotesi di accollo sia nell’acquisto della nuda proprietà.

Fondi europei: quantita' e qualita' della spesa in Italia

Euro coinsImpieghi lenti, organici insufficienti, frammentarietà degli investimenti, carenza di infrastrutture, incapacità di programmare, di spendere. Questi sono alcuni dei pareri che arrivano dal mondo economico e politico italiano, di fronte alla difficoltà di sfruttare appieno, in termini di quantità e qualità, i Fondi che la Commissione Europea mette a disposizione per rilanciare la crescita del Paese.

Decreto rinnovabili: opinioni a confronto

Talk Icon - Immagine di Orion 8L'eliminazione del tetto di 8 mila MW non pacifica il confronto sul decreto legislativo sugli incentivi alle rinnovabili: se Confindustria apprezza "la posizione di equilibrio del Consiglio dei Ministri" e l'approccio teso a razionalizzare il sistema degli incentivi, in molti ritengono che l'aver posto la scadenza del Conto Energia al 30 maggio 2011 produrrà di fatto gli stessi effetti dell'introduzione di un esplicito limite alla potenza incentivabile.

Regioni: presentata alla Camera la V relazione UE sulla coesione economica, sociale e territoriale

Fifth report on economic, social and territorial cohesion - Credit © European Union, 2011Rendere più efficace la politica di coesione, valorizzandone l'impatto per poter potenziare l'apporto di valore aggiunto a livello europeo, e conferire anche maggiore autorità alla guida dei progetti, perfezionandone e semplificandone l'attuazione. Questo l'obiettivo della "Quinta relazione sulla coesione economica, sociale e territoriale: il futuro della politica di coesione" pubblicata dalla Commissione europea il 10 novembre 2010 e presentata nei giorni scorsi dal ministro per i Rapporti e la Coesione territoriale, Raffaele Fitto, alla Camera dei deputati.

European Stability Mechanism: operativo dal 2013 per salvaguardare la stabilità finanziaria dell'UE

Consiglio europeo - Credit © European Union, 2011Il Consiglio UE, riunitosi a Bruxelles il 16-17 dicembre scorso, ha dato il via al Meccanismo europeo di stabilità (ESM - European Stability Mechanism), ovvero un meccanismo permanente di salvataggio degli Stati membri in difficoltà destinato a salvaguardare la stabilità finanziaria dell'intera area euro. A partire dal 2013 l'ESM prenderà il posto del Fondo europeo di stabilità finanziaria (EFSF - European Financial Stability Facility) e del meccanismo europeo di stabilizzazione finanziaria, che resteranno in vigore fino al giugno 2013.

Disposizioni tributarie per interventi di recupero edilizio: chiarimenti dell'Agenzia delle Entrate

Home icons - immagine di Walké

Con risoluzione n. 4/E del 4 gennaio 2011 l'Agenzia delle Entrate ha fornito la propria consulenza giuridica relativa all’interpretazione dell’articolo 1 della legge 449/1997 “Disposizioni tributarie concernenti interventi di recupero del patrimonio edilizio”. Il parere in questione risponde al quesito posto all'Agenzia da una direzione regionale in merito alle modalità operative da adottare nei confronti di coloro che hanno richiesto di usufruire delle detrazioni fiscali del 36 e 55%, previste per gli interventi di ristrutturazione edilizia e di riqualificazione energetica, sui lavori di ampliamento dell’immobile esistente nell’ambito del “Piano Casa” (articolo 11 del Dl 112/2008).

Semplificazione amministrativa per le Pmi: on line il dossier

semplificazioneLe pmi continuano a sobbarcarsi di un fardello troppo grande. Come Atlante sembrano destinate a reggere il peso del mondo, o meglio dell'economia. Secondo le ultime stime della Commissione europea, in Italia il peso dei costi amministrativi, tanto a livello centrale quanto locale, è pari al 4,6% del Pil, vale a dire circa 70 miliardi l'anno. L'ufficio per la semplificazione del Dipartimento della funzione pubblica, su impulso del ministro Brunetta, sta continuando la sua opera di snellimento burocratico e in questi giorni ha pubblicato un dossier che offre una mappa delle azioni realizzate finora e stila una tabella di marcia per le attività da compiere entro il 2012. Vediamo insieme le più importanti.

NER 300: pubblicato il bando per CO2 ed energie rinnovabili

Co2 - immagine di FatCow Web HostingLa Commissione Europea, con Deliberazione n. 30/2010, ha approvato il bando con cui si dà avvio alla selezione nazionale per la presentazione dei progetti dimostrativi su scala commerciale, a seguito della decisione 2010/670/UE del 3 Novembre scorso, relativi alla cattura e allo stoccaggio geologico del CO2 e alla produzione di energia da fonti rinnovabili nell'ambito dello scambio di quote di emissioni dei gas a effetto serra nella Comunità istituito dalla direttiva 2003/87/CE del Parlamento europeo e del Consiglio.

Contratti pubblici e tracciabilità dei flussi finanziari: le linee guida AVCP

Dati identificativi - Gnome-stock_personDal 7 settembre 2010 tutti i movimenti finanziari relativi ai contratti di fornitura di beni e servizi, nonchè agli appalti di opere pubbliche, stipulati tra un imprenditore e una PA, pena la nullità del contratto, devono essere registrati sui conti correnti dedicati, utilizzando, contestualmente, strumenti di pagamento idonei a consentire la piena tracciabilità delle operazioni, quali il bonifico bancario o postale. L'Autorità di Vigilanza dei Contratti Pubblici - AVCP ha predisposto apposite linee guida per facilitare la concreta applicazione della normativa antimafia.

Risoluzione 129/E-2010 Agenzia delle Entrate: utilizzo e riporto delle perdite

Agenzia delle EntrateCon Risoluzione n. 129/E l'Agenzia delle Entrate ha fornito un parere sugli artt. 83 e 84 del Tuir in merito ai limiti stabiliti per l'utilizzo e il riporto delle perdite relativamente alle attività che fruiscono di detassazione del reddito e ai soggetti che beneficiano di esenzione dell'utile.

Voucher occupazione: quando hanno natura reddituale?

Maternità - Foto di KoivthL'Agenzia delle Entrate ha fornito istruzioni e chiarimenti in merito ai casi in cui i voucher di conciliazione previsti dal Programma operativo regionale e attribuiti tramite le stesse Province, rappresentino reddito imponibile e i casi invece in cui non siano tassabili. I voucher di conciliazione sono titoli di spesa a sostegno dell’occupazione, favorendo appunto la “conciliazione” tra esigenze lavorative e private attraverso la risoluzione di problemi di ordine pratico ed economico, spesso a carico delle donne, relativi, per esempio, all'assistenza o alla cura della famiglia, di anziani, figli piccoli, malati gravi o cronici, disabili.

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.