Fondi europei – tutti i progetti finanziati dal PON Governance

PON GovernanceAd aprile 2017 le risorse del PON GOV attivate hanno raggiunto quota 27,74%: 25 i progetti finanziati, per un totale di 229,5 milioni di euro

Agenzia Coesione – primo bando PON Governance per buone pratiche PA

PON Governance – formazione e networking per Citta' metropolitane

Il 2016 è stato un anno di snodo per l'attuazione del PON Governance e Capacità Istituzionale 2014-2020, dal punto di vista organizzativo e dell'avanzamento dei progetti. E' quanto emerso dal terzo incontro del Comitato di Sorveglianza del PON GOV, che ha coinvolto le amministrazioni responsabili dell'attuazione del Programma, la Commissione europea e i rappresentanti del partenariato.

Il Comitato ha approvato la Relazione di attuazione annuale (RAA) relativa all’anno 2016, ma ha anche fatto il punto sullo stato di avanzamento dei progetti nei primi mesi del 2017 e sulla chiusura del Programma Operativo Governance e Assistenza Tecnica 2007-2013.

Lo stato dell'attuazione del PON GOV

Con una dotazione di circa 827,7 milioni di euro, il Programma Operativo Nazionale Governance e Capacità Istituzionale si articola in quattro Assi:

  • Asse I – Sviluppo della capacità amministrativa e istituzionale per la modernizzazione della pubblica amministrazione;
  • Asse II – Sviluppo dell’egovernment, dell’interoperabilità e supporto all’attuazione dell’Agenda digitale;
  • Asse III - Rafforzamento della governance multilivello nei Programmi di Investimento Pubblico;
  • Asse IV – Assistenza tecnica.

Il Programma è gestito dall'Agenzia per la Coesione territoriale, che ha però affidato al Dipartimento della Funzione Pubblica la quasi totalità dell'Asse I e dell'Asse II e un'azione dell'Asse III relativa all'accompagnamento della riforma degli enti locali (Azione 3.1.5).

Dal punto di vista organizzativo il 2016 ha visto il completamento del processo di designazione dell’Autorità di Gestione (AdG) e dell'Autorità di certificazione (AdC), di definizione delle relative strutture e di predisposizione dei manuali di riferimento. Inoltre, lo scorso anno è stato avviato il primo esercizio di auto-valutazione del rischio di frode ed implementato il sistema informativo DELFI, che sta supportando l'Autorità di gestione, gli organismi intermedi e i beneficiari nel monitoraggio dei progetti finanziati nell’ambito del PON GOV.

Dal punto di vista finanziario, nel 2016 si è dato un significativo incremento delle risorse assegnate, dai circa 44 milioni di euro del 2015 (5,4% della dotazione complessiva del Programma) a 193 milioni di euro (23,3% del totale), e lo sblocco di pagamenti per 2,3 milioni di euro.

La quota dei progetti ammessi a finanziamento sale però al 27,74% se si guarda allo stato di avanzamento del Programma al 30 aprile 2017: sono 25 i progetti approvati, per un totale di oltre 229,5 milioni di euro.

I progetti ammessi a finanziamento

Nel dettaglio, i progetti ammessi a finanziamento per l'Asse I valgono 74.822.387 euro e sono:

  • Azione 1.2.1 Delivery Unit, a titolarità dell'Organismo intermedio Dipartimento della Funzione pubblica, che è anche beneficiario del progetto, per un importo di 7 milioni di euro;
  • Azione 1.2.1 Semplificazione, a titolarità del Dipartimento della Funzione pubblica, anche in questo caso beneficiario del progetto, per un importo di 3,4 milioni di euro;
  • Azione 1.3.2 Servizio Sanitario Nazionale, a regia del Dipartimento della Funzione pubblica, ma di cui è beneficiario il Ministero della Salute, per un importo di 4.967.441 euro;
  • Azione 1.3.2 Cronicità e ICT, anche in questo caso a regia DFP ma a favore del Ministero della Salute, per un importo di 21.154.946 euro;
  • Azione 1.3.4 Sinergie 2014-2020, con il Dipartimento della Funzione pubblica ancora titolare e beneficiario del progetto, per un importo di 3,3 milioni di euro;
  • Azione 1.3.5 Lavoro Agile, a regia del DFP con beneficiario il Dipartimento Pari Opportunità della Presidenza del Consiglio dei Ministri, per un importo pari a 5,5 milioni di euro;
  • Azione 1.3.5 Aree Interne, con il Dipartimento della Funzione pubblica in veste di titolare e beneficiario, con un importo di 1,5 milioni di euro;
  • Azione 1.3.1 Italia Login, a regia del DFP con beneficiaria l'Agenzia per l'Italia digitale (AgID) per un importo di 28 milioni di euro.

Il progetto Italia Login è finanziato in parte anche dall'Asse II, nell'ambito dell'Azione 2.2.1., con risorse per 22 milioni di euro.

All'Asse III fanno riferimento progetti per 104.179.934 euro, che sono:

  • Azione 3.1.1. Governance multilivello, a titolarità dell'Autorità di Gestione, cioé l'Agenzia per la Coesione territoriale, che in questo caso è anche beneficiario del progetto, per un importo di 22 milioni di euro;
  • Azione 3.1.1 ReOPEN SPL, a regia dell'AdG con beneficiario il Dipartimento per gli Affari regionali e le Autonomie, per un importo di 16.164.522 euro;
  • Azione 3.1.1 NUE 112, a regia dell'AdG con beneficiario il Ministero dello Sviluppo economico, per un importo di 5,7 milioni di euro;
  • Azione 3.1.1 Protezione Civile, a regia dell'AdG e destinato al Dipartimento della Protezione civile, per un importo pari a 10,99 milioni di euro;
  • Azione 3.1.1 OpenCUP, a regia dell'AdG con beneficiario il Dipartimento per la programmazione e il coordinamento della politica economica, per un importo di 3.845.462 euro;
  • Azione 3.1.1 Qualità della Regolazione, a regia dell'AdG e a favore del Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi, per un importo pari a 5.971.000 euro;
  • Azione 3.1.1 Attuazione e Monitoraggio S3, con l'Agenzia per la Coesione in veste di titolare e beneficiario del progetto, per un importo pari a 4,7 milioni di euro;
  • Azione 3.1.1 Registro nazionale Aiuti di Stato, a regia dell'AdG con beneficiario il MiSE, per un importo pari a 15.063.684 euro;
  • Azione 3.1.4 CPT, con l'AdG titolare e beneficiario, per un importo pari a 3 milioni di euro;
  • Azione 3.1.5 Metropoli Strategiche, a regia del Dipartimento della Funzione pubblica e a favore dell'ANCI, per un importo pari a 3,66 milioni di euro;
  • Azione 3.1.5 ItaliAE, a regia del DFP per conto del Dipartimento per gli Affari regionali e le Autonomie, per un importo pari a 13.085.265,98 euro.

All'Asse IV, infine, fanno capo sei progetti per un totale di 28.590.480,40 euro:

  • Azione 4.1.1 Assistenza Tecnica PON, con l'AdG titolare e beneficiario del progetto, per un importo pari a 14.450.206,08 euro;
  • Azione 4.1.1 Assistenza Tecnica all'Organismo Intermedio DFP, che ne è titolare e beneficiario, per un importo pari a 6.265.662,58 euro;
  • Azione 4.1.1 Supporto al DFP, anche in questo caso titolare e beneficiario del progetto, per un importo pari a 697.679,74 euro;
  • Azione 4.2.1 Assistenza Tecnica al Comitato di Pilotaggio OT2-OT11, a regia dell'AdG con beneficiario il DFP che coordina il Comitato, per un importo pari a 3 milioni di euro;
  • Azione 4.2.1 Assistenza Tecnica all'Agenzia per la Coesione territoriale nell’attuazione dell’Accordo di Partenariato, con l'AdG titolare e beneficiario, per un importo pari a 3.926.000 euro;
  • Azione 4.2.1 Piani di rafforzamento amministrativo (PRA), a sempre con l'AdG titolare e beneficiario del progetto, per un importo pari a 250.932 euro.

PON Governance – progetto per il lavoro agile nella PA

I progetti cantierabili

In fase di avvio ci sono poi ulteriori 14 iniziative progettuali cantierabili, cioè in una fase istruttoria avanzata, per un totale di 185 milioni di euro, pari al 22% della dotazione totale.

Tra questi rientrano sette progetti dell'Asse I, come il Centro di Competenza FOIA (Freedom Of Information Act) in tema di trasparenza e open-gov per l’implementazione della Legge Madia di riforma della PA, per un importo pari a oltre 2,1 milioni di euro, e il progetto CReIAMO PA - Competenze e reti per l’integrazione ambientale, a favore del Ministero dell'Ambiente, per un importo di 40,5 milioni di euro.

All'Asse II fanno riferimento quattro proposte progettuali, tra cui il progetto relativo al Processo civile telematico del Ministero della Giustizia, per un importo di 15,8 milioni di euro, mentre sei proposte fanno riferimento all'Asse III, tra cui OpenCoesione 2.0: trasparenza e partecipazione nel 2014-2020, per un totale di 8,1 milioni di euro, e il Sistema Integrato di Supporto alla PRogettazione degli Interventi Territoriali (S.I.S.PR.IN.T.), con beneficiario Unioncamere, per un importo di 4,8 milioni.

Qualora il via libera a questi progetti arrivasse entro la fine del 2017, l’ammontare delle risorse attivate arriverebbe a circa 415 milioni di euro, pari alla metà della dotazione finanziaria complessiva.

Politica Coesione – finanziamenti PON GOV per qualita' progettazione PA

La chiusura del PON GAT 2007-2013

L'incontro del Comitato di Sorveglianza è stato anche l'occasione per fare il punto sulla chiusura del Programma Operativo Governance e Assistenza Tecnica 2007-2013.

A differenza del nuovo PON GOV che mira a introdurre cambiamenti sistemici nella PA, accompagnandone i processi di riforma e modernizzazione, anche indipendentemente dalla gestione dei fondi europei, il precedente PON GAT si concentrava sul miglioramento delle competenze delle Amministrazioni responsabili degli interventi della Politica di coesione. Il PON si articolava in due Assi, uno dedicato ad 'Azioni di supporto alla programmazione unitaria', l'altro riservato ad 'Azioni per il rafforzamento delle Pubbliche Amministrazioni', con una dotazione totale pari a 184.127.207 euro.

I documenti di chiusura sono stati inviati alla Commissione europea il 30 marzo 2017, nel rispetto dei termini previsti dai regolamenti comunitari, con una spesa certificata pari al 100,2% della dotazione complessiva.

I Servizi della Commissione hanno emesso un 'parere senza riserve', confermando quindi l'affidabilità delle dichiarazioni dell’Autorità di Certificazione ed escludendo il rischio di rettifiche finanziarie.

In termini di efficacia, i 64 progetti finanziati risultavano tutti completati al 31 dicembre 2015, con indicatori di realizzazione e di risultato superiori ai valori obiettivo stabiliti all’inizio programmazione.

PON Governance – progetto ItaliAE per attuazione riforma Delrio

Photo credit: Foter.com

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.