Dl Agosto: modifiche ai Fondi SIMEST per internazionalizzazione e venture capital

Dl Agosto: misure per internazionalizzazione e startup: Photocredit: Gerd Altmann da PixabayAumenta di 400 milioni di euro la dotazione di due fondi gestiti da SIMEST. A stabilirlo il dl Agosto che da un lato crea una nuova sezione del Fondo 394-81 per sostenere l'internazionalizzazione delle fiere italiane, e dall’altro amplia il campo di applicazione del Fondo per il venture capital.

Il decreto Agosto in Senato: il testo e tutte le misure

Con un articolo specifico, il n. 91, il decreto Agosto interviene chirurgicamente anche sul versante dell’internazionalizzazione e delle startup.

Lo fa aumentando la dotazione di due fondi rotativi gestiti da SIMEST - il Fondo 394-1981 per l’internazionalizzazione e il Fondo per il venture capital previsto dalla Legge 296-2006 - ed ampliando il loro campo di intervento.

Finanziamenti SIMEST: salgono i massimali in favore delle imprese che vogliono internazionalizzarsi

Fondo 394-81: una nuova sezione per le fiere italiane

Sul fronte internazionalizzazione, il decreto Agosto stabilisce l'istituzione di un'apposita sezione del Fondo 394-1981 per supportare i processi di internazionalizzazione degli enti fieristici italiani, costituiti in forma di società di capitali. 

“Le iniziative - prevede il decreto - possono essere realizzate mediante interventi temporanei di partecipazione nel capitale di rischio con quote di minoranza, sottoscrizione di altri strumenti finanziari, nonché concessione di finanziamenti, secondo termini, modalità e condizioni stabiliti con delibera del Comitato agevolazioni”.

A tal fine, per il 2020, la dotazione del Fondo 394-81 viene aumentata di 300 milioni di euro.

Export: via libera al Fondo 394-81, le novita' sui finanziamenti SIMEST

Come cambia il Fondo per il venture capital

Sempre l’articolo 91 del dl Agosto modifica, ampliandolo, anche il campo di intervento del Fondo per il venture capital (istituito dall'articolo 1, comma 932, della  legge 296-2006).

Il decreto, infatti, stabilisce che d’ora in avanti l’ambito di operatività del Fondo possa riguardare tutti gli Stati, e non più soltanto quelli extra-UE. 

Oltre all’aspetto geografico, il decreto prevede anche un ampliamento della platea di aziende che possono far ricorso al Fondo, stabilendo che “gli interventi possono riguardare anche iniziative promosse dalle start-up innovative”.

Anche per questo motivo, la dotazione del Fondo per il 2020 viene incrementata di 100 milioni di euro.

12 nuovi investimenti per il Fondo di venture capital SIMEST

Photocredit: Gerd Altmann da Pixabay

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.