Sardegna Ricerche: tre bandi per start-up e imprese innovative

Stemma Regione SardegnaIncentivi per start-up, innovazione, ricerca e sviluppo, è quanto previsto dai tre nuovi bandi pubblicati da Sardegna Ricerche, che saranno operativi a partire dal 5 ottobre 2012 e fino al 30 novembre 2012. Le risorse a disposizione ammontano, complessivamente, a 18,3 milioni di euro. Il primo bando, che dispone di 800mila euro, è il secondo invito a presentare proposte nell'ambito del programma "Aiuti per start-up innovative" e mira a favorire la nascita sul territorio regionale di nuove imprese che valorizzino economicamente i risultati della ricerca sviluppando nuovi prodotti e servizi innovativi.

Fondo Microcredito FSE: aperto l'avviso per microimprese e lavoratori autonomi in Abruzzo

Euro Banknotes - foto di Images_of_MoneySostenere la microimprenditorialità locale e il lavoro autonomo attraverso finanziamenti per l’avvio di nuove attività, la realizzazione di investimenti e il consolidamento dell’attività imprenditoriale nell’ambito di iniziative già esistenti. E' questo l'obiettivo del bando per l'erogazione del microcredito promosso dalla Regione Abruzzo e rivolto a tutti quei soggetti che, per condizioni soggettive e oggettive, non riescono ad accedere ai canali tradizionali del credito.

Pari opportunita': parte il bando per l'occupazione femminile

Imprenditoria femminileAl via da oggi il termine per presentare le domande di aiuto a valere sul programma-obiettivo per l’incremento e la qualificazione della occupazione femminile, per la creazione, lo sviluppo e il consolidamento di imprese femminili e per la creazione di progetti integrati di rete per l’anno 2012. Previsti, per ciascun progetto, contributi fino a 80.000 euro.

Sisma Emilia: 322 milioni di euro arrivano in Regione

Sisma Emilia - foto di Piero Annoni - FotografoArriva in Emilia-Romagna la prima quota dei fondi previsti dal decreto legislativo n. 74/2012, destinati alle zone colpite dagli eventi sismici di maggio. Quasi 322 milioni di euro che serviranno per realizzare interventi in vari settori: dalle scuole alla ricostruzione di municipi e beni monumentali, passando per le opere provvisionali, i moduli abitativi temporanei, gli impianti di bonifica, la gestione delle tendopoli e tutto quanto riguardi gli edifici pubblici o di fruizione pubblica. Fondi che saranno utilizzati dai Comuni anche per liquidare ai cittadini il contributo per l'autonoma sistemazione.

Scuola: dal 6 ottobre le domande per il concorso a cattedre - Decreto 82-2012

RiunionePubblicato nella Gazzetta ufficiale del 25 settembre il decreto 82/2012 con le indicazioni per l'atteso concorso del comparto scuola: 11.542 i posti disponibili nelle scuole dell'infanzia, primarie, secondarie di I e II grado e nel sostegno. Per 7.351 insegnanti l'immissione in ruolo arriverà già nel biennio 2013-2014, mentre i restanti 4.191 otterranno definitivamente la cattedra nell'anno scolastico 2014-2015. Aggiornamento del 16.10.2012

I finanziamenti Ue per i festival del cinema con l'ultimo bando Media

Audiovisivo - foto di Loco085Promuovere la diffusione delle opere audiovisive e cinematografiche europee attraverso l’organizzazione di festival in tutta Europa. E’ questo l’obiettivo dell’ultimo invito a presentare proposte lanciato dalla Commissione Ue nell’ambito del programma MEDIA 2007. L’invito, dotato di uno stanziamento complessivo di 3,5 milioni di euro, intende migliorare l’accesso del pubblico europeo e internazionale alle opere audiovisive europee, coinvolgendo le imprese del settore.

Piemonte: fondo sbloccacrediti, 10 milioni di euro per le Pmi

EuroUnioncamere Piemonte e Unicredit lanciano il fondo sbloccacrediti, 10 milioni di euro a disposizione di piccole e medie imprese che vantano crediti scaduti verso gli enti locali. Il fondo cerca di mettere un cerotto su una ferita aperta da anni, quella dei ritardi di pagamento da parte della Pubblica amministrazione nei confronti delle Pmi. Ferita che la Commissione europea sta cercando di sanare, con una direttiva ad hoc, la cosiddetta direttiva pagamenti.

Ue: cooperazione, 60 milioni di euro dal Programma Cultura 2007-2013

European Union - foto di Alfonso JiménezPromuovere uno spazio culturale europeo attraverso attività di cooperazione tra gli operatori dell’Ue. E’ questo l’obiettivo dell’ultimo invito a presentare proposte lanciato dalla Commissione Ue nell’ambito del Programma Cultura 2007-2013. Le risorse stanziate ammontano a 60 milioni di euro, ripartiti tra cinque settori d’intervento: cooperazione culturale, traduzione letteraria, festival culturali europei, sostegno a organizzazioni attive a livello europeo nel campo della cultura e cooperazione tra organizzazioni coinvolte in analisi delle politiche culturali.

Molise: da Bei via libera in Regione al Progress Microfinance

EuroLa Banca europea per gli investimenti ha accolto la richiesta dell'amministrazione molisana e della finanziaria regionale FinMolise di accreditamento in qualità di partner per la gestione dell'European Progress Microfinance Facility. Grazie a questo strumento per il microcredito, lanciato nel 2010, sarà possibile aumentare i finanziamenti ai piccoli imprenditori e a chi desidera avviare una nuova attività imprenditoriale.

Abruzzo: doppia intesa per accesso al credito, progetti di sviluppo e internazionalizzazione

Handshake - foto di MyTudutUna boccata d'ossigeno per il sistema produttivo abruzzese, grazie a due iniziative finalizzate, da un lato, ad agevolare l'accesso al credito delle imprese e, dall'altro, a stimolare e sostenere i progetti di sviluppo imprenditoriale in un'ottica di internazionalizzazione. Il primo intervento riguarda una partnership tra Bnl-Gruppo Bnp Paribas e Confidi Mutualcredito; nel secondo caso si tratta invece di un protocollo d'intesa tra Abruzzo Sviluppo e l'agenzia di sviluppo croata Dunea.

Sisma Emilia: 670 milioni da Fondo solidarietà Ue

Sisma Emilia - foto di Piero Annoni - Fotografo Aggiornamento del 12.12.2012 Dalla Commissione europea 670 milioni di euro per le zone terremotate in Emilia-Romagna, Lombardia e Veneto. E' la somma più elevata che Bruxelles abbia mai stanziato dal Fondo di solidarietà dell'Ue (FSUE) e servirà a coprire i costi – pesantissimi – per il ripristino delle infrastrutture essenziali, la fornitura di alloggi e di servizi di soccorso e per proteggere il patrimonio culturale. Tendono una mano all'Emilia anche Regione Piemonte, Comune di Torino e CSI-Piemonte, che mettono a disposizione dell'area terremotata il Modello Unico digitale per l’Edilizia (Mude), per presentare le richieste di contributo per la ricostruzione delle case al momento inagibili.

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.