Liguria: fondi per il pagamento dei debiti della PA

Euro coinsIn arrivo entro la fine dell'anno oltre 90 milioni di euro destinati al pagamento dei debiti contratti dalla pubblica amministrazione con le imprese liguri.

Arriverà entro il 30 novembre in Consiglio regionale, per l'approvazione definitiva, la variazione di bilancio, discussa nelle scorse ore dalla competente commissione consiliare, che prevede, tra le altre cose, il versamento entro il 2013 di tutti i crediti maturati dalle aziende liguri nei confronti della pubblica amministrazione.

Dei 90,5 milioni di euro previsti dal nuovo bilancio regionale, 65,4 milioni di euro servono a risarcire le aziende fornitrici del comparto sanitario, mentre i restanti 25,1 milioni di euro sono destinati a fornitori attivi in altri settori.

I nuovi fondi previsti si sommano a quelli già sbloccati prima dell'estate: 98,8 milioni di euro, di cui 81,8 milioni di euro per il pagamento di crediti arretrati nei confronti di imprese fornitrici del comparto sanitario e 17 milioni di euro per quelle del comparto non sanitario.

"Con quest'ultima variazione di bilancio - ha spiegato l'assessore regionale al bilancio, Pippo Rossetti - la pubblica amministrazione pagherà, entro fine anno, i debiti certi, liquidi ed esigibili di tutte le aziende liguri".

Il documento prevede, tra le altre cose, lo stanziamento di 15,4 milioni di euro provenienti da Invitalia, l'Agenzia nazionale per l'attrazione degli investimenti e lo sviluppo d'impresa, per i laboratori di ricerca del nuovo parco scientifico e tecnologico di Genova.

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.