Calabria: piano di incentivi per l'occupazione

Lavoratore - Foto di 99of9Riqualificazione dei lavoratori, incentivi alle assunzioni e all'autoimpiego, work experience per l'inserimento e il reinserimento lavorativo: sono alcuni interventi del Piano straordinario regionale per l'occupazione da oltre 41 milioni di euro.

Tre le linee direttrici dell'intervento: politiche attive, alleanza pubblico/privato, sostegno al reddito.

Politiche attive

Per quanto riguarda le “politiche attive”, sarà costituito un “catagolo formativo” con un elenco dei profili e delle qualifiche che nascono dalle esigenze reali e formative dei lavoratori e delle aziende.
Incentivi a sostegno dell’occupazione, o "bonus assunzionali", saranno poi concessi ai datori di lavoro che vorranno assumere a tempo indeterminato o a tempo determinato (minimo 24 mesi) percettori di ammortizzatori in deroga che hanno attuato la fase formativa anche in base ai fabbisogni aziendali. 
Altro strumento di politica attiva sono gli “Incentivi all’imprenditoria” e la successiva assistenza tecnica per i percorsi formativi indirizzati all’autoimpiego.

Previsti inoltre:

  • “bonus assunzionali” sotto forma di credito d’imposta per assunzioni a tempo indeterminato o a tempo determinato per un periodo non inferiore ai 24 mesi;
  • premialità da definire con un Protocollo d’intesa tra Regione, Anci e Upi e da riconoscere nei capitolati di appalti che prevedono clausole favorevoli per chi assume lavoratori/percettori;
  • finanziamenti agevolati attraverso la costituzione di un Fondo di rotazione a favore delle imprese che manterranno costante il numero dei dipendenti e che non faranno ricorso all’utilizzo di ammortizzatori sociali ordinari e in deroga per almeno 36 mesi dall’erogazione del finanziamento.

Saranno realizzate Work experience, cioè tirocini, piani d’inserimento professionali, borse lavoro, lavori di pubblica utilità e altre forme di percorsi di utilizzazione presso soggetti pubblici e privati mirati al consolidamento delle competenze.
Previste anche misure di sostegno economico per il versamento volontario dei contributi ai percettori che hanno maturato il requisito contributivo per la pensione ma non quello dell’età. Infine, saranno concessi incentivi alle agenzie di somministrazione per ogni lavoratore/percettore collocato nel mercato del lavoro con contratto a tempo indeterminato o determinato per almeno 24 mesi.

Alleanza pubblico/privato

Per quanto riguarda la seconda linea, la collaborazione pubblico/privato, saranno avviati una serie di protocolli:

  • con l’Anci e l’Upi per promuovere la ricollocazione attraverso gli appalti pubblici;
  • con gli enti bilaterali per promuovere sistemi di sostegno di origine mutualistica;
  • con Soprintendenza delle Belle Arti ed Uffici giudiziari, per promuovere opportunità occupazionali nei siti archeologici e museali e l'adeguamento delle competenze presso i Tribunali della Calabria.

Sostegno al reddito

La terza linea, relativa al sostegno al reddito, riguarda i lavoratori percettori di mobilità in deroga e quelli, tra loro, prossimi alla pensione.

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.