Fondi Ue 2014-2020: Trigilia, 10 miliardi per l'ambiente

Palazzo Chigi - foto di Simone RamellaNell'ambito del ciclo di programmazione dei fondi strutturali 2014-2020, 10 miliardi di euro saranno destinati al rafforzamento delle politiche ambientali

E' quando annunciato dal ministro per la Coesione territoriale Carlo Trigilia, durante un’audizione alla Camera dei Deputati.

Fondi europei

Con circa 9 miliardi a valere sul Fondo europeo di sviluppo regionale (Fesr), il Governo intende sostenere finanziariamente una serie di politiche e interventi in materia di ambiente, a partire dai temi dell'energia e della mobilità sostenibile, fino alla conservazione dei servizi ambientali e degli asset naturali, senza dimenticare la prevenzione dei rischi.

Ai 9 miliardi del Fesr, ha anticipato il ministro, si aggiungeranno poi altre risorse - che porteranno il totale a 10 miliardi - per interventi diretti a favorire la competitività delle imprese, puntando sulla green economy e sulla riduzione dei consumi energetici.

Fondo Sviluppo e Coesione

Il ministro ha assicurato che anche il Fondo Sviluppo e Coesione, per cui la legge di Stabilità ha previsto risorse pari a 54 miliardi per il settennato 2014-2020, contribuirà a sostenere gli investimenti in ambito ambientale. In particolare il Fsc dovrebbe finanziare interventi per la protezione dai rischi ambientali, bonifiche e depurazione delle acque.

Non solo fondi

Oltre all'impegno ad assicurare alle politiche ambientali risorse adeguate, il ministro ha sottolineato la volontà di intervenire con misure di sostegno alle Autorità di gestione dei programmi operativi per migliorare la qualità e l'efficacia della progettazione, le cui carenze - ha concluso Trigilia - spesso limitano la portata delle misure o addirittura contribuiscono a bloccarne il completamento.

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.