INAIL: anticipazioni sui contributi del bando ISI 2013

Sicurezza lavoro - foto di Luciana.LucianaIn attesa della pubblicazione del bando ISI 2013 per la sicurezza sul lavoro, l'INAIL fornisce le prime anticipazioni su linee di finanziamento e le modalità di accesso ai contributi

Il bando varrà sia per le imprese che per i lavoratori autonomi e riprenderà l'architettura dell'avviso valido per l'anno in corso, con alcune differenze sul piano dei contenuti.

Anche quest'anno, infatti, l'Inail prevede la pubblicazione di un avviso quadro nazionale, in cui si inseriranno poi i singoli bandi regionali (e provinciali nel caso di Trento e Bolzano).

Tre le linee di finanziamento previste:

  • progetti d’investimento volti al miglioramento delle condizioni di salute e di sicurezza sul lavoro, attraverso la riduzione o eliminazione dei rischi e misure di prevenzione;
  • progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale;
  • progetti per la sostituzione o l’adeguamento di attrezzature di lavoro e macchinari “ante direttiva Macchine”: linea di finanziamento che rappresenta una novità rispetto alle edizioni precedenti del bando, e che consente alle imprese che hanno in dotazione macchinari e attrezzature di lavoro messe in serivizio prima del 21 settembre 1996 (data di entrata in vigore della direttiva in questione) di rottamarle e acquistarne di nuove.

I finanziamenti saranno concessi in regime 'de minimis', e prevedono tetti relativamente agli aiuti di Stato ricevuti, a valere sugli ultimi tre esercizi aziendali, pari a 100mila euro per le imprese che operano nel settore del trasporto su strada e a 200mila euro per le altre imprese.

I contributi, in conto capitale, verranno erogati per il 65% del costo ammissibile del progetto fino a un massimo di 130mila euro. Per i progetti d'ammontare superiore a 30mila euro è possibile un'anticipazione pari al 50% con fideiussione bancaria.

Dalla pubblicazione - attesa per fine anno - al click day passeranno tra i 60 e i 90 giorni: l'invio delle domande, quindi, dovrebbe essere previsto per marzo 2014. Nel frattempo, le imprese e i lavoratori autonomi potranno comunque procedere con la compilazione della domanda online e il rilascio del 'ticket' elettronico, che permetterà all'Inail di monitorare le potenziale richieste ammissibili a benficiare dei contributi oggetto del band prima del click day.

Come nelle due edizioni precedenti, la domanda di accesso ai contributi prevede due fasi: prima una compilazione online che permette di 'simulare' l'invio senza confermarlo, quindi un 'consolidamento', che rilascia il ticket.

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.