Veneto: bando per la ricerca industriale, il trasferimento tecnologico e la brevettazione

La Giunta regionale ha approvato un bando nell'ambito del nuovo Piano strategico triennale per la ricerca scientifica, lo sviluppo tecnologico e l’innovazione, stanziando 26 milioni di euro: 6,5 milioni di euro sono destinati alla ricerca scientifica, allo sviluppo tecnologico e all’innovazione, 9,5 milioni di euro all’innovazione tecnologica e la qualità dei prodotti. Il resto dello stanziamento sarà riservato a progettualità che riguardano le nanotecnologie e le nanoscienze, le biotecnologie, le scienze della vita e l’agro food.

Con il bando attuale, in attuazione di una politica che prevede di impattare sulla qualificazione delle risorse umane e sulla la tutela dei brevetti, si è scelto di sostenere cinque delle nove linee previste nel piano (in grassetto): 

  1. sostegno alla ricerca industriale e allo sviluppo sperimentale;
  2. sostegno all’innovazione;
  3. diffusione del trasferimento tecnologico;
  4. sostegno ai diritti di proprietà industriale delle piccole e medie imprese;
  5. valorizzazione delle collaborazioni internazionali;
  6. sviluppo di nuova imprenditorialità in settori ad elevato contenuto tecnologico;
  7. sviluppo dei poli di innovazione; 
  8. attrazione e qualificazione delle risorse umane e messa a disposizione di personale altamente qualificato;
  9. promozione di azioni innovative a favore della pubblica amministrazione.

Saranno ammesse al bando le piccole e le medie imprese in forma singola o associata e in alcune sezioni specifiche, che riguardano il trasferimento tecnologico, saranno incluse anche le grandi imprese, le università e le strutture di ricerca pubblica e privata.

I progetti che avranno accesso alle risorse regionali dovranno essere completati in 26 mesi. 
Nei prossimi sei mesi saranno pubblicati tre nuovi bandi.
(Fonte: Regione Veneto)

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.