MISE - agevolazioni per artigianato digitale, domande da luglio

Computer_stockIl Ministero dello Sviluppo economico ha pubblicato il decreto direttoriale dell'11 maggio 2015, a breve in Gazzetta ufficiale, che fissa i termini per richiedere i finanziamenti a favore dello sviluppo dell’artigianato digitale e della manifattura sostenibile.

Possono accedere ai finanziamenti le reti di imprese e i consorzi che:

  • siano costituiti da almeno 15 aziende;
  • vedano al loro interno la presenza di imprese artigiane ovvero microimprese in misura almeno pari al 50% dei partecipanti.

I programmi devono essere finalizzati al conseguimento di obiettivi quali:

  • creazione di centri di sviluppo di software e hardware a codice sorgente aperto per la crescita e il trasferimento di conoscenze alle scuole, alla cittadinanza, agli artigiani e alle microimprese;
  • creazione di centri per l’incubazione di realtà innovative nel mondo dell’artigianato digitale;
  • creazione di centri per servizi di fabbricazione digitale rivolti ad artigiani e a microimprese;
  • messa a disposizione di tecnologie di fabbricazione digitale;
  • creazione di nuove realtà artigianali o reti manifatturiere incentrate sulle tecnologie di fabbricazione digitale.

Inoltre, i programmi devono prevedere:

  • spese ammissibili, al netto dell’IVA, non inferiori a 100mila euro e non superiori a 1,4 milioni di euro;
  • una durata non inferiore a 24 mesi e non superiore a 36 mesi dalla data di ricezione del decreto di concessione;
  • forme di collaborazione con istituti di ricerca pubblici, università, istituzioni scolastiche autonome, imprese ed enti autonomi con funzioni di rappresentanza del tessuto produttivo.

Le risorse stanziate ammontano a 9 milioni e 60mila euro, mentre le agevolazioni saranno concesse nella forma di sovvenzioni parzialmente rimborsabili pari al 70% delle spese ammissibili. L'85% dell'importo assegnato deve essere restituito, mentre la parte non rimborsabile è concessa a titolo di contributo in conto impianti e/o in conto gestione.

Le domande possono essere presentate dalle ore 10.00 del 1° luglio 2015 alle ore 12.00 del 25 settembre 2015. Entro trenta giorni dal termine per la presentazione delle domande, il MISE pubblicherà sul proprio sito web gli esiti dell'istruttoria.

Links
Confartigianato: nel 2014 esportazioni piccole imprese in aumento
Digitaly: al via progetto per digitalizzazione PMI

Photo credit: leyrlo☂ / Hampton Patio / CC BY-NC-SA

Forno de RakuCon decreto direttoriale dell'11 maggio 2015 il Ministero dello Sviluppo economico ha stabilito che dal 1° luglio 2015 al 25 settembre 2015 sarà possibile accedere ai finanziamenti per lo sviluppo dell’artigianato digitale e della manifattura sostenibile, previsti dal decreto del 17 febbraio 2015.


Possono accedere ai finanziamenti le reti di imprese (associazioni temporanee di imprese, raggruppamenti temporanei di imprese, contratti di rete) ovvero consorzi che:

  • siano costituiti da almeno 15 imprese;
  • vedano al loro interno la presenza di imprese artigiane ovvero microimprese in misura almeno pari al 50% dei partecipanti.

I programmi devono essere finalizzati al conseguimento di uno o più dei seguenti obiettivi:

  • creazione di centri di sviluppo di software e hardware a codice sorgente aperto per la crescita e il trasferimento di conoscenze alle scuole, alla cittadinanza, agli artigiani e alle microimprese;
  • creazione di centri per l’incubazione di realtà innovative nel mondo dell’artigianato digitale;
  • creazione di centri per servizi di fabbricazione digitale rivolti ad artigiani e a microimprese;
  • messa a disposizione di tecnologie di fabbricazione digitale;
  • creazione di nuove realtà artigianali o reti manifatturiere incentrate sulle tecnologie di fabbricazione digitale.

Inoltre, i programmi devono prevedere:

  • spese ammissibili, al netto dell’IVA, non inferiori a euro 100mila e non superiori a euro 1,4 milioni di euro;
  • una durata non inferiore a 24 mesi e non superiore a 36 mesi dalla data di ricezione del decreto di concessione;
  • forme di collaborazione con istituti di ricerca pubblici, università, istituzioni scolastiche autonome, imprese ed enti autonomi con funzioni di rappresentanza del tessuto produttivo.

Le risorse stanziate ammontano a 9 milioni e 60mila euro.

Le domande devono essere presentate dalle ore 10 del giorno 1° luglio 2015 alle ore 12 del giorno 25 settembre 2015. Entro trenta giorni dal termine per la presentazione delle domande, il MISE pubblicherà sul proprio sito web gli esiti dell'istruttoria delle domande ricevute.

Photo credit: Artesanato de Guimarães / Hampton Patio / CC BY-NC-ND

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.