Accordi Programma Calabria e Campania – finanziamenti per Contratti Sviluppo

Accordi Programma Quadro - fonte: InvitaliaGli Accordi di Programma Quadro prevedono il finanziamento di 22 Contratti di Sviluppo per un totale di 470 milioni di euro

Contratti sviluppo - come presentare progetti e domande di finanziamento

Contratti Sviluppo – agevolazioni per Accordi di Programma

Via libera agli Accordi di Programma Quadro tra il MISE, Invitalia e le Regioni Campania e Calabria per il cofinanziamento di 22 Contratti di sviluppo. A firmare gli APQ il ministro dello Sviluppo economico Carlo Calenda, l'amministratore delegato di Invitalia Domenico Arcuri, l'assessore della Regione Campania Amedeo Lepore e il presidente della Regione Calabria Mario Oliverio.

"Con Invitalia ci siamo dati l’obiettivo sfidante di arrivare a concludere almeno 60 Contratti di Sviluppo nel 2017, più del doppio dell’anno prima", ha affermato Calenda. "Sono accordi molto importanti su uno strumento che, dopo la fine degli incentivi a bando e il lancio di Industria 4.0, è l’unico rimasto di natura negoziale. Uno strumento che abbiamo deciso di potenziare – ha sottolineato il ministro – e su cui puntiamo molto in particolare per il Meridione. Il 70 per cento degli investimenti con i Contratti di Sviluppo va al Sud".

"Questo accordo rappresenta un modello virtuoso di collaborazione istituzionale, che auspichiamo possa essere esteso anche ad altre regioni, ha sottolineato Arcuri. "Il Contratto di Sviluppo si conferma uno degli strumenti più efficaci messi in campo dal Governo per favorire traiettorie di crescita anche nelle aree del Mezzogiorno. Ed è la dimostrazione che quando gli incentivi sono semplici, efficaci e trasparenti possono rispondere adeguatamente alla domanda di sviluppo che arriva dai territori".

I numeri dei Contratti di Sviluppo

Con il decreto dell'8 novembre del 2016, la disciplina dei Contratti di Sviluppo è stata semplificata e rivista, riducendo i tempi di istruttoria e di approvazione dei progetti e prevedendo una corsia preferenziale (fast track) per progetti di particolare rilevanza strategica che prevedano investimenti pari o superiori a 50 milioni di euro (20 milioni di euro se relativi al settore della trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli).

In più, è stata introdotta la possibilità di stipulare Accordi tra il Ministero dello Sviluppo economico, il soggetto gestore Invitalia, l’impresa proponente e le eventuali Regioni cofinanziatrici laddove questi grandi progetti:

  • rientrino nel piano Industria 4.0;
  • prevedano un rilevante incremento occupazionale;
  • favoriscano l’attrazione di investimenti diretti esteri.

Queste novità hanno impresso un'accelerazione alle performance dello strumento, con il via libera a 16 nuovi Contratti di Sviluppo nei primi sei mesi del 2017. Complessivamente sono 98 i Contratti di Sviluppo finanziati a livello nazionale (di cui il 69% al Sud), per un totale di 1,7 miliardi di agevolazioni concesse e investimenti per 3,4 miliardi.

Contratti di Sviluppo – corsia preferenziale per investimenti strategici

I Contratti di Sviluppo negli APQ di Campania e Calabria

In questo quadro si collocano gli Accordi di Programma Quadro firmati da MISE e Invitalia con Campania e Calabria che, in linea con i Patti per lo Sviluppo che le due Regioni hanno stipulato con la Presidenza del Consiglio dei Ministri, favoriscono l’attrazione di nuove iniziative imprenditoriali e il consolidamento di quelle già esistenti attraverso il cofinanziamento dei Contratti di Sviluppo.

Nello specifico l'APQ per la Campania prevede il cofinanziamento di 15 Contratti di Sviluppo per un totale di 325 milioni di euro, che mobiliteranno investimenti complessivi per circa 600 milioni di euro nei settori automotive, autotrasporto e cantieristica, legno e carta, agroalimentare e agroindustria, ICT e turismo. Dei 15 Contratti, 11 fanno riferimento a domande già presentate che favoriscono lo sviluppo di filiere produttive di eccellenza e le restanti 4 a iniziative relative a nuove domande, ritenute di particolare strategicità (Industria 4.0, investimenti esteri, impatti occupazionali rilevanti), che prevedono Accordi di Programma e/o Accordi di Sviluppo.

L'Accordo di Programma per la Calabria, invece, prevede il cofinanziamento di 7 Contratti di sviluppo per un totale di 145 milioni di euro, così da attivare investimenti complessivi per oltre 280 milioni di euro nei settori agroalimentare e turismo.

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.