Decontribuzione Sud: Provenzano, task force per finanziare proroga con fondi UE

Provenzano a Bruxelles - Photo credit: European Union, 2019 - Photographer: Jennifer JacquemartLa Commissione europea dovrebbe dare il via libera alla decontribuzione per il Mezzogiorno prevista dal decreto Agosto per gli ultimi tre mesi del 2020. Lo sgravio è compatibile con il Quadro temporaneo per gli aiuti di Stato, ha spiegato il ministro per il Sud Giuseppe Provenzano, a Bruxelles per negoziare la proroga della fiscalità di vantaggio e il suo finanziamento con i fondi europei.

Tutte le misure del decreto Agosto

A Bruxelles il ministro Provenzano ha discusso della decontribuzione per il Mezzogiorno con i commissari responsabili per Economia, Concorrenza, Lavoro e Coesione, Paolo Gentiloni, Margrethe Vestager, Nicolas Schmit ed Elisa Ferreira, e gettato le basi per prorogare la sperimentazione prevista dal decreto Agosto fino a dicembre 2020 con la copertura di REACT-EU e della Politica di Coesione 2021-27.

Lavoro nel decreto Agosto: CIG selettiva, incentivi per assunzioni e Sud

Come funziona la decontribuzione del 30% per il Sud

Il decreto Agosto, attualmente all'esame del Senato, prevede uno sgravio del 30% sui contributi pensionistici - con esclusione dei premi e dei contributi spettanti all’INAIL - per le aziende situate nelle otto Regioni meno sviluppate e in transizione, cioè Abruzzo, Basilicata, Campania, Calabria, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia.

Incassato il via libera della Commissione, su cui Provenzano dopo l'incontro è apparso fiducioso, l’agevolazione potrà essere concessa dal 1° ottobre al 31 dicembre 2020, nel rispetto delle condizioni del Temporary framework, il Quadro Temporaneo per le misure di aiuto di Stato in vigore fino a fine anno.

Decreto Agosto: chiarimenti INPS su decontribuzione in alternativa a CIG

REACT-EU e Politica di Coesione 2021-27 per la fiscalità di vantaggio nel Mezzogiorno

Al centro del confronto con la Commissione vi è però anche la compatibilità tra le regole europee in materia di concorrenza e un'eventuale proroga dello sgravio contributivo per il Sud oltre il 2020, per il prossimo anno e possibilmente fino al 2029.

L'altro nodo è quello delle coperture, che il Governo vorrebbe risolvere finanziando la decontribuzione con le risorse di REACT-EU, il meccanismo ponte tra l'attuale Politica di Coesione e la prossima, previsto nell'ambito del pacchetto per la ripresa Next Generation EU, e i fondi strutturali europei della programmazione 2021-27.

Secondo quanto anticipato da Provenzano il confronto politico è partito col piede giusto e ora si tratta di verificare dal punto di vista tecnico la fattibilità di questo percorso. Per questo i commissari hanno concordato con il ministro la creazione di una task force interservizi che metterà insieme le diverse direzioni generali dell'Esecutivo UE coinvolte e i tecnici dei dicasteri interessati.

Fondi UE: Provenzano, usare REACT EU per finanziare incentivi assunzioni al Sud

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.