Sicilia: nuove risorse a sostegno dell'occupazione

Regione Sicilia - Foto di NormanEinstein

Contributi in favore dei datori di lavoro che effettuino nel territorio della Regione Sicilia nuove assunzioni a tempo indeterminato di lavoratori svantaggiati, molto svantaggiati e disabili, incrementando così il numero dei lavoratori dipendenti. E' quanto prevede il nuovo bando a sostegno dell'occupazione locale, di cui al Capo II della L.R. n. 11/2010 e al Titolo VI della L.R. n. 9/2009. La procedura a sportello si aprirà il 1° febbraio 2011.

Possono presentare istanza i datori di lavoro, ovvero i soggetti che abbiano una sede operativa nel territorio della Regione e siano operanti in qualsiasi settore produttivo, commerciale o di servizi, in particolare:

  • imprese individuali, societarie (di capitali e di persone), e cooperative nonchè i consorzi di imprese individuali, societarie e cooperative;
  • lavoratori autonomi, compresi gli iscritti negli albi, ordini e collegi professionali;
  • organizzazione non lucrative di utilità sociale (Onlus);
  • associazioni, con o senza personalità giuridica, di cui al libro I del codice civile, e fondazioni.

Le risorse finanziarie attribuite al bando ammontano a:

  • Contributo fisso ex Capo II della L.r. n. 11/2010:
    2010: 10 milioni di euro;
    2011: 30 milioni di euro;
    2012: 30 milioni di euro;
  • Contributo in misura corrispondente alla copertura totale o parziale dei contributi obbligatori ex Titolo VI della L.r. n. 9/2009:
    2010: 20 milioni di euro;
    2011: 30 milioni di euro;
    2012: 40 milioni di euro.

per complessivi 160 milioni di euro.

Ciascuna impresa potà ricevere aiuti all'occupazione sino a 5 milioni di euro per anno, in caso di assunzione di lavoratori svantaggiati, e sino a 10 milioni euro per anno, in caso di assunzioni di lavoratori disabili.

Legge Regionale 11/2010

Legge Regionale 9/2009

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.