Sicurezza: a marzo 2012 il click-day del nuovo bando INAIL

INAILEntro il 15 dicembre prossimo è prevista la pubblicazione del bando 2011 per la concessione di contributi a fondo perduto alle imprese che acquistano macchinari e utensili più sicuri rispetto a quelli che hanno in azienda o che effettuano altri interventi per la sicurezza. La giornata del "click-day" avverrà, invece, presumibilmente, intorno a marzo 2012. La procedura per la presentazione delle domande di finanziamento sarà più semplice ed efficiente rispetto a quella dello scorso anno. E' quanto ha reso noto nei giorni scorsi l'Istituto Nazionale Infortuni sul Lavoro (INAIL).

Dunque, con il bando 2011, l'Istituto tenta di superare difficoltà e criticità che hanno caratterizzato l'edizione 2010; tra tutte il fatto che i 60 milioni di euro messi a disposizione delle imprese sono esauriti in un'ora dall'apertura del bando (fissata alle 14,00 del 12 gennaio 2010), con il budget complessivo delle richieste pervenute in via telematica che ha sfiorato i 778 milioni di euro, facendo emergere una grossa disparità tra domanda e offerta.

La novità di quest'anno, oltre allo stanziamento, pari a circa tre volte quello dello scorso anno, riguarda l'introduzione di una fase preliminare al "click-day" che consentirà la verifica di ammissibilità delle domande, cioè del raggiungimento o meno, da parte di un progetto inserito nel portale, del punteggio minimo utile per accedere alla giornata del "click-day" vero e proprio.

In caso di esito positivo, a ciascun progetto verrà assegnato un "ticket" elettronico alfanumerico, inviato direttamente al soggetto proponente. In rapporto ai "ticket" emessi, l'INAIL sarà in grado di prevedere la quantità di risorse umane e tecnologiche da dedicare all'apertura ufficiale dello "sportello" per evitare intasamenti e disfunzioni.

La procedura di assegnazione di punteggio alle domande resta, invece, sostanzialmente uguale a quella del 2010.

In merito alle attività finanziabili, nel bando 2011 l'Istituto ha escluso la formazione, avendo riscontrato, nelle passate edizioni del bando, un ridotto interesse per questa linea di finanziamento da parte delle imprese.

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.