Salvaguardia ambientale post 2013: il successore di LIFE avra' più risorse

Janez Potočnik - Credit © European Union, 2011Verrà reso noto lunedì 12 dicembre il programma comunitario per la salvaguardia dell'ambiente, ma le indiscrezioni parlano di finanziamenti significativi per i progetti sul clima e per i piani regionali. Per il successore dell'attuale strumento di finanziamento delle iniziative ambientali, noto come programma Life, la Commissione europea dovrebbe approvare un budget di 3,2 miliardi per il 2014-2020, ben il 52% rispetto al pacchetto approvato cinque anni fa, che era di 2,1 miliardi di euro.

Un quarto del pacchetto sarà con ogni probabilità dedicato alla risoluzione delle problematiche legate ai cambiamenti climatici. Il nuovo Life rispecchia la visione del commissario europeo all'Ambiente Janez Potočnik, la sua preferenza per un approccio integrato alle questioni climatiche ed ecologiche.

“L'efficienza delle risorse è inevitabile”, ha dichiarato Potočnik alla Camera del commercio inglese lo scorso 6 dicembre, “O ci sarà una crescita verde, o non ci sarà crescita”.

In attesa che la Commissione si pronunci ufficialmente in merito all'erede del programma di difesa dell'ambiente e sveli l'incognita relativa all'ammontare degli stanziamenti, si vocifera di misure che rendano i co-finanziamenti più flessibili e accelerino i processi di approvazione dei progetti locali e regionali.

Attivo dal 1992, Life – diventato Life+ nel settennato 2007-2013 - è uno strumento prezioso, che fornisce aiuti economici alle iniziative ambientali nei Paesi dell'Unione. Un progetto che la Commissione reputa un vero fiore all'occhiello e che, appunto per questo, ha intenzione di sostenere con contributi importanti nei prossimi anni.

Links

Life

Life+

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.