Umbria: imminente il bando Precari 2011

People at work - photo by AdamHydeCrisi e precariato fanno ormai coppia fissa. E il lavoro è sempre più un malato, purtroppo non immaginario. Per tentare di risolvere il problema, la Regione Umbria ha dato vita a Precari 2011, progetto da quasi 4 milioni di euro, il cui obiettivo è incentivare la stabilizzazione e il reinserimento di precari e inoccupati nel mercato del lavoro.

Il progetto, cofinanziato dal Fondo sociale europeo, nell'ambito del Programma operativo regionale 2007-2013, si sviluppa lungo due linee guida:

  • stabilizzazione dei lavoratori precari,
  • assunzione di soggetti che avevano un contratto a progetto fino al 1 settembre 2008, ma sono attualmente disoccupati.

Il bando verrà pubblicato entro fine anno sul Bollettino ufficiale della Regione Umbria. Possono presentare domanda imprese, consorzi, associazioni, fondazioni, cooperative e liberi professionisti che intendono stabilizzare la posizione lavorativa di un loro dipendente, offrendo a quest'ultimo un contratto a tempo indeterminato. Il 31 marzo 2012 è il termine ultimo per candidarsi.

I destinatari degli incentivi regionali possono appartenere a diverse categorie: dai lavoratori occupati ai dirigenti quadri, e ancora donne, lavoratori atipici e in cassa integrazione.

La Regione intende evidentemente cercare una soluzione efficace a una problematica che, a livello anche nazionale ed europeo, sta assumendo sempre più i contorni di una piaga sociale. E non a caso, lo stanziamento è notevole: oltre 3,8 milioni di euro euro.

Questi fondi saranno suddivisi fra le due linee di intervento: 3,3 milioni saranno destinati alla stabilizzazione dei precari e 547.422 euro finanzieranno progetti di ricollocazione, prevenzione e contrasto di situazioni di crisi.

Ogni datore di lavoro potrà usufruire di un incentivo che varia fra i 6mila e i 9mila euro, a seconda che si stabilizzi un lavoratore rispettivamente con contratto di apprendistato o con un contratto di lavoro a tempo indeterminato, sia full che part-time.

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.