Toscana: dal POR FSE 9 milioni di euro per favorire l'occupazione

Euro banknotes - foto di AcdxNuovi fondi per finanziare una serie di misure a sostegno del lavoro in Toscana. La Giunta regionale ha approvato, infatti, una delibera che integra, con 9 milioni di euro di risorse europee del Por Fse 2007-2013, il bando attivato lo scorso mese di aprile, che di milioni già ne prevedeva 8, per sostenere l’occupazione e contrastare il lavoro precario. Destinatari degli incentivi, donne, giovani laureati, lavoratori in mobilità e altri soggetti svantaggiati.

“Ad aprile annunciammo che avremmo garantito che a quei primi 8 milioni stanziati ne avremmo aggiunti altri, se vi fosse stata necessità rispetto alle richieste”, ha detto l’assessore alle attività produttive, lavoro e formazione, Gianfranco Simoncini, nel corso della conferenza stampa tenutasi lo scorso 29 dicembre 2011. “Ci siamo riusciti ed è un traguardo che riteniamo importante, visto che purtroppo stiamo ancora lavorando per fronteggiare l’emergenza e per sostenere un fronte che resta tuttora problematico”.

In particolare, gli interventi previsti dal bando interessano:

  • l’assunzione a tempo indeterminato (full time o part time) di donne disoccupate, over 30;
  • l’assunzione a tempo indeterminato (full time o part time) di giovani laureati e l'assunzione a tempo determinato (full time o part time) con contratti di durata di almeno 12 mesi;
  • l’assunzione a tempo indeterminato (full time o part time) di lavoratori provenienti dalle liste di mobilità;
  • l’inserimento lavorativo di soggetti prossimi alla pensione, in situazione di disoccupazione o mobilità non indennizzate o che siano comunque privi di ammortizzatori sociali;
  • la stabilizzazione dei contratti da tempo determinato a tempo indeterminato, se effettuata almeno 4 mesi prima della scadenza del contratto a tempo determinato;
  • le assunzioni di soggetti svantaggiati, iscritti ai centri per l’impiego, previste dal programma Welfare to Work per le politiche di re-impiego;
  • le proroghe di contratti a tempo determinato e/o trasformazione dei contratti co.pro in contratti a tempo determinato;
  • l’assunzione a tempo indeterminato (full time o part time) di dottori di ricerca e l’assunzione a tempo determinato di dottori di ricerca (full time o part time) con contratti di durata di almeno 12 mesi;
  • le assunzioni a tempo indeterminato (full-time/part-time) di tirocinanti. Al riguardo è previsto un contributo di 8mila euro per ogni assunzione a tempo indeterminato full-time e di 4mila per ogni assunzione a tempo indeterminato part-time.

“Anticipo fin da ora - ha proseguito l'assessore - che daremo continuità a questo tipo di interventi anche nel 2012, ed è per questo che abbiamo già accantonato circa 6 milioni di euro a cui si andranno ad aggiungere eventuali risorse residue del bando in essere”.

In tema imprese, Simoncini ha, poi, ricordato che “alcuni giorni fa abbiamo annunciato un pacchetto di interventi, alcuni dei quali partiranno già a gennaio, per oltre 110 milioni di euro. Questo perché siamo convinti che il rilancio del manifatturiero nella nostra regione sia una priorità e che tale rilancio passi per l’innovazione, la crescita e il sostegno al riposizionamento competitivo delle imprese”.

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.