Veneto: Insieme per l’Agricoltura, un progetto per anticipare gli aiuti della PAC

Ortaggi - foto di TakeawaySi chiama “Insieme per l’Agricoltura” e permetterà agli imprenditori agricoli veneti di ricevere in anticipo i premi della cosiddetta Domanda Unica della Politica Agricola Comune (PAC). I promotori dell'iniziativa, Regione, Agenzia veneta per i finanziamenti in agricoltura (Avepa) e alcuni istituti di credito locali, nella riunione del 20 febbraio scorso, a Padova, hanno definito i termini per la realizzazione del progetto, che sarà formalizzato con la prossima sottoscrizione comune di un documento di impegni.

In base ai regolamenti comunitari, la domanda per ottenere il pagamento unico aziendale, nota anche come Domanda Unica, deve essere presentata all'Organismo Pagatore della Regione entro il 15 maggio di ogni anno.

Gli agricoltori, le cui domande vengono accette, hanno diritto a due tipologie di aiuti:

  • aiuti accoppiati, ovvero aiuti legati a determinati tipi di coltura e alla quantità prodotta e, pertanto, indipendenti dal premio unico;

  • aiuti disaccoppiati, ovvero aiuti svincolati dalla produzione, quindi non dipendono dalla quantità e dal tipo di coltura o allevamento ma dai titoli e dalla superficie aziendale posseduti dall’agricoltore.

La tempistica prestabilita vuole che tali aiuti vengano erogati tra il 1 dicembre e il 30 giugno dell'anno successivo alla presentazione della domanda. Il progetto "Insieme per l'Agricoltura" intende intervenire proprio in questa fase, anticipando, con l'aiuto di Avepa, le somme delle domande ammesse.

L'obiettivo è di consentire agli agricoltori di incassare 13 mesi prima dei normali tempi “burocratici” i pagamenti, previa dichiarazione di impegno presentata alle banche. Avepa avrà un ruolo determinante, poiché fungerà da garante nei confronti degli istituti di credito, cui restituirà le somme anticipate dopo la ricezione dei finanziamenti europei.

"Si tratta di un intervento per alcune centinaia di milioni di euro – ha sottolineato l'assessore all'agricoltura, Franco Manzato – che in un periodo di crisi arriveranno con un notevole anticipo, favorendo la liquidità e dunque l’esercizio delle azienda". Questa iniziativa, ha proseguito, intende migliorare l'accesso al credito, "l’ostacolo principale per i giovani che vogliono mettersi alla guida di un’azienda agricola".

Il progetto, ha concluso il direttore generale di Avepa, Fabrizio Stella, favorirà la creazione di nuove opportunità sul territorio, grazie all'azione di una "rete sinergica capace di affrontare e gestire il meccanismo del credito in agricoltura".

Tra le banche che hanno deciso di aderire a questa nuova "rete" vi sono: Cassa di Risparmio del Veneto, Federazione Veneta Banche di Credito Cooperativo, Friuladria-Credit Agricole, Unicredit, Veneto Banca, Banca Antonveneta, Banca Popolare di Vicenza, Banca Popolare di Verona.

Links

Avepa

Regolamento (CE) n. 73-2009 che stabilisce norme comuni relative ai regimi di sostegno diretto agli agricoltori nell'ambito della politica agricola comune e istituisce taluni regimi di sostegno a favore degli agricoltori

Rettifica al Regolamento (CE) n. 73-2009

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.