Pmi: nuovo accordo da 5 miliardi di euro fra Intesa San Paolo e Rete Imprese Italia

Euro - foto di comedy_nose

Sostegno al capitale circolante, attenzione alle start-up e flessibilità. Queste le parole d'ordine del nuovo accordo siglato da Intesa San Paolo e Rete Imprese Italia in favore delle piccole e medie imprese associate, rinnovando, dunque, la collaborazione avviata nel 2011. Con un plafond di finanziamenti pari a 5 miliardi di euro, il patto interessa oltre 2 milioni e mezzo di aziende. Notizia positiva se si pensa, soprattutto, al numero di lavoratori coinvolti: oltre 11 milioni di addetti, vale a dire il 60% della forza lavoro del paese.

Il patto rinnovato fra il Gruppo Intesa San Paolo e il soggetto di rappresentanza del mondo delle Pmi e dell’impresa diffusa - costituito da Confartigianato, Cna, Casartigiani, Confcommercio, Confesercenti – vuole dare un sostegno concreto alle aziende, attraverso una serie di misure:

  • sostegno al capitale circolante;

  • rafforzamento patrimoniale;

  • promozione della nuova imprenditoria attraverso un portale dedicato, “Neoimpresa”, che fornisca assistenza in merito agli adempimenti necessari e ai finanziamenti messi a disposizione da tutte le banche del Gruppo

L'intesa conferma inoltre il ruolo determinante dei Confidi per favorire l'accesso al credito e incentivare l'utilizzo degli strumenti pubblici di garanzia.

Eppure, l'aspetto più accattivante dell'accordo sta nella sua flessibilità funzionale alle specificità dei territori. Il testo, infatti si limita a definire alcune linee guida. Saranno poi le intese che verranno siglate a livello locale, basate sui punti fondamentali dell'accordo appena rinnovato, a rispondere alle esigenze di imprese che operano nei diversi contesti geografici ed economici. In concreto, le associazioni aderenti a Rete Imprese e le banche del gruppo Intesa San Paolo metteranno a disposizione una rete di referenti locali per individuare soluzioni “su misura”.

L'accordo giunge “in un momento congiunturale assai critico per l'accesso al credito delle pmi”, ha fatto notare il presidente di Rete Imprese Marco Venturi.

“Abbiamo rinnovato un percorso di collaborazione che guarda allo sviluppo e al futuro delle piccole imprese, motore dell'economia di questo paese”, ha commentato Marco Morelli, direttore generale vicario di Intesa San Paolo.

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.