Sisma Emilia-Romagna: 50 milioni di euro dal FESR per la ricostruzione

Chiesa terremotata - foto di TizianokIn occasione dell'incontro annuale sullo stato di attuazione del Programma Ue Fondi strutturali per lo sviluppo regionale, la Commissione europea, il Ministero per lo sviluppo economico e le Regioni italiane hanno formalizzato l'assegnazione di 50 milioni di euro ai territori emiliani colpiti dal sisma. Le risorse provengono dai programmi operativi FESR delle Regioni italiane del centro-nord ‘Obiettivo Competitività’.

A sottolineare l'importanza dell'intervento, a circa un mese dalla visita del commissario per la politica regionale Johannes Hahn nelle zone terremotate, è l’assessore regionale alle attività produttive Gian Carlo Muzzarelli, che ha ricordato “l'attenzione in particolare nei confronti di una rilevante parte del sistema produttivo nazionale”.

La nuova assegnazione si aggiunge, infatti, ai 50 milioni di euro del Fondo sviluppo e coesione delle regioni del Mezzogiorno, destinati alla ricostruzione di edifici scolastici, e ai 10 milioni di euro ricavati dalla rimodulazione delle risorse FESR dell’Emilia-Romagna, che serviranno a sostenere la ricollocazione in aree provvisorie delle attività produttive e commerciali.

Non ancora confermato, invece, l'importo degli aiuti del Fondo di solidarietà dell'Unione, che la Commissione definirà dopo aver ricevuto la stima dei danni.

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.