Creative Europe: accordo sul nuovo fondo Ue per la cultura e l'audiovisivo

Cinema - foto di sailkoVia libera del Coreper, il Comitato dei rappresentanti permanenti dell'Unione europea, al testo di compromesso sul regolamento che istituisce il programma 'Creative Europe', il nuovo strumento comunitario da un miliardo e 462 milioni di euro a sostegno dei settori della cultura e dell'audiovisivo.

A partire dal 2014 Creative Europe riunirà in un unico strumento gli attuali programmi europei dedicati ai settori della creatività, cioè Culture, MEDIA e MEDIA MUNDUS, agevolando l'accesso ai fondi comunitari da parte degli operatori di tutta Europea e l'attuazione dei programmi nei diversi contesti dell'Ue.

Le risorse dovrebbero ammontare a 1,4 miliardi di euro, contro gli 1,8 miliardi proposti inizialmente dalla Commissione europea.

Alle sovvenzioni esistenti si aggiungeranno nuove modalità di concessione dei prestiti a favore delle pmi creative e una misura, la Guarantee Facility, per rafforzare la capacità degli intermediari di intervenire a sostegno delle aziende dei comparti interessati; a gestirla sarà il Fondo europeo degli investimenti e il suo ruolo sarà quello di fornire garanzie alle banche per incentivarle a concedere credito alle piccole e medie imprese creative.

Dopo il via libera del Coreper, la presidenza lituana del Consiglio dell'Unione può ora procedere a formalizzare l'accordo con il Parlamento europeo e una volta conclusa l'intesa tra Consiglio e Pe, la Commissione potrà lavorare alle regole per l'implementazione del programma.

Links

Creative Europe

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.