Trasporti – MIT, risorse per rinnovo treni regionali

Treni regionali - Photo credit: JTPhotographe via Foter.com / CC BY-NC-NDDal Ministero dei Trasporti 640 milioni di euro per rendere i treni regionali più comodi e accessibili.

Mobilita' sostenibile - Regioni: partenza in salita, cosa migliorare

Egitto - bando di consulenza in ambito ferroviario

Il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Graziano Delrio firma il decreto di riparto ed erogazione delle risorse per il rinnovo del materiale rotabile ferroviario per servizi di trasporto regionale.

Risorse per i treni regionali

Sul piatto, 640 milioni di euro per il quadriennio 2019-2022: 210 milioni di euro per ciascuno degli anni 2019 e 2020, 130 milioni di euro per l'anno 2021 e 90 milioni di euro per l'anno 2022.

A queste cifre occorre aggiungere 426 milioni di euro di cofinanziamento regionale, per un totale di 1 miliardo e 66 milioni.

Fondi investimenti - decreto firmato, più fondi alle metropolitane

Sommando alle risorse messe in campo lo stanziamento della delibera CIPE del 1° dicembre 2016 di 800 milioni di euro, cui vanno aggiunti 320 milioni di euro di cofinanziamento regionale, si arriva a una spesa complessiva di 2 miliardi e 186 milioni che consente l'attivazione di un processo massiccio di rinnovamento del materiale rotabile destinato ai servizi ferroviari regionali. Si tratta di risorse destinate esclusivamente all’acquisto di materiale rotabile ferroviario per il trasporto ferroviario regionale o regionale metropolitano.

La firma arriva dopo l'intesa raggiunta il 27 luglio scorso in Conferenza Stato-Regioni sul decreto di riparto delle risorse stanziate sul fondo della Legge di Stabilità 2016, destinato al rinnovo dei parchi rotabili ferroviari regionali. A beneficiare delle risorse saranno le Regioni ed il decreto stabilisce le modalità e le procedure per l’utilizzo delle risorse stanziate sul Fondo.

Il commento

“Abbiamo fatto uno sforzo finanziario enorme per supportare le Regioni sul rinnovo dei treni per i pendolari”, dichiara Delrio. “La ripartizione di risorse permetterà di acquistare nuovi treni per un viaggio più confortevole, con mezzi che permettano migliore accessibilità per i cittadini che hanno mobilità ridotta. La cura del ferro continua con attenzione a tutti i cittadini, in particolare quelli che hanno più bisogno del servizio pubblico”.

Warrant Group    Igea Banca  Cespim    Euradia  Tecla Studio Gallo

Metro  Edotto   innovazione2 AteneoWeb  Rinnovabili  TechEconomy   Professionisti

Unicom Ati  Anes  Cdo Roma e Lazio   ANA Lazio  PickCenter    Alpha Network    IAI   MET

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.