Tunisia: gara per l’installazione di un impianto fotovoltaico

Gara impianto fotovoltaico in Tunisia: Photocredit: Martin Pieske da PixabayPubblicato un bando di gara per la fornitura e la messa in servizio di un impianto fotovoltaico in Tunisia, finanziato dal Ministero dell’ambiente italiano. La scadenza per l’invio delle proposte è prevista per il 31 gennaio 2020.

Manovra 2020: cosa prevede per ambiente, energia e mobilità

Nell’ambito del Protocollo d’Intesa tra il Ministero dell'Ambiente italiano (MATTM) e il Ministero tunisino dell’Agricoltura (MARHP), è stata concordata la realizzazione di un impianto fotovoltaico per la produzione di elettricità e l’alimentazione elettrica della stazione di pompaggio acqua della SONEDE (Société Nationale d’Exploitation et de Distribution des Eaux).

Il bando si inquadra nell’ambito del progetto REFAT Renewable Energies for Agricolture and Rural Developmet in Tunisia e prevede un meccanismo di incentivo a favore delle imprese o raggruppamenti d’impresa italo-tunisini.

Libano, gara per studio di fattibilità sul solare a concentrazione

Cosa prevede l’appalto

Finanziata dal MATTM e gestita dal Centre Méditerranéen des Energies Renouvelables (MEDREC) in qualità di stazione appaltante, la gara ha per oggetto la fornitura, il trasporto sul sito, l’installazione, l’assemblaggio, il collaudo, la formazione e la messa in servizio di un impianto fotovoltaico di potenza complessiva non inferiore a 500 kWp connesso alla rete della STEG (Société Tunisienne d’électricité et de Gaz) e che sarà realizzato nel Governatorato di Gabès.

In particolare l'appalto è costituito da un solo lotto, suddiviso però in due serie.

La Serie 1 prevede la realizzazione di servizi d’ingegneria e di opere di ingegneria civile ed elettrica degli edifici relativi a: 

  • La costruzione di una sala tecnica fotovoltaica in cui verranno installati gli “inverter”, il quadro elettrico per l’impianto fotovoltaico della “Serie 2”;
  • La preparazione del terreno dove sarà installato il sistema fotovoltaico della “Serie 2”, mediante la realizzazione di: scavi, cavidotti, recinzioni e cancelli, viabilità interna.

La Serie 2 prevede, invece, la realizzazione degli studi correlati al progetto, la fornitura e la realizzazione delle opere (incluso anche l’ottenimento delle relative autorizzazioni legali) destinate all’installazione di:

  • Un impianto fotovoltaico a terra, di potenza complessiva non inferiore a 500 kWp;
  • Un generatore fotovoltaico a terra di tipo “pv tracker” a un solo asse di potenza minimale 4 kWp;
  • Un generatore fotovoltaico a terra di tipo “pv tracker” a due assi, di potenza minimale 4 kWp;
  • Il loro collegamento alla rete elettrica della STEG.

Brasile: appalti da 36 miliardi nel settore energia

Il bonus a favore delle imprese italo-tunisine

Nonostante la gara sia aperta alle aziende di tutte le nazionalità (purché in possesso dei requisiti previsti dal bando), l'appalto prevede un bonus a favore dei raggruppamenti d’impresa italo-tunisini.

In particolare il meccanismo di incentivazione si basa sul possesso o meno di tre condizioni:

  • L’atto di associazione, con una quota uguale o maggiore del 20% in capo a una società italiana o tunisina;
  • Lo statuto di una impresa residente in Tunisia, nel rispetto di determinate percentuali in materia di partecipazione del capitale;
  • L’offerta tecnica, per quanto riguarda le forniture di origine italiana o tunisina, anche in questo caso nel rispetto di determinate percentuali.

A seconda del possesso di una o più di queste condizioni, sarà attribuito un bonus diverso.

> Consulta il meccanismo di incentivazione

Come partecipare alla gara

Per poter partecipare alla gara, è richiesto il versamento di una cauzione provvisoria pari a:

  • 17mila dinari tunisini (DT) nel caso di offerenti residenti in Tunisia;
  • 6mila euro o 7mila dollari americani per gli offerenti non residenti in Tunisia.

Più nello specifico, l'offerta è costituita da due parti (l’offerta tecnica e l’offerta economica).

La presentazione dell’offerta da parte delle imprese interessate dovrà rispettare le seguenti indicazioni:

  • Invio di due copie cartacee (una originale e una copia) della documentazione amministrativa, dell’offerta tecnica e dell’offerta economica siglate in ogni pagina, firmate e timbrate sull'ultima pagina; 
  • L’invio di due copie elettroniche (CD-ROM) della documentazione amministrativa, dell’offerta tecnica e dell’offerta economica. 

L’offerta tecnica (originale e copia), l’offerta economica (originale e copia) ed i due CD dovranno essere inseriti in tre buste separate, chiuse e sigillate. Queste tre buste dovranno recare le menzione “OFFERTA TECNICA”, “OFFERTA FINANZIARIA” e “CD-ROM” ed essere inserite, con l’aggiunta della documentazione amministrativa, in un plico chiuso e sigillato chiamato “plico esterno”. 

Il plico esterno conterrà, oltre all’offerta tecnica e all’offerta economica, anche la cauzione provvisoria e la documentazione amministrativa. 

Per quanto riguarda l’offerta economica, il MEDREC specifica che saranno respinte tutte le proposte che non contengano anche la domanda di partecipazione alla gara o il listino prezzi e il dettaglio stimato.

La busta esterna, contenente tutti i documenti previsti dal bando, deve recare la dicitura: “Non Aprire”- Seconda Gara d’appalto N° 01/2019.

L’offerta dovrà essere presentata in francese. La scadenza per l’invio delle offerte è fissata per venerdì 31 gennaio 2020 alle ore 10:00.

Le offerte potranno essere inviate secondo due modalità:

  • Mediante consegna a mano;
  • Tramite raccomandata o posta rapida.

In entrambi i casi l’indirizzo per recapitare la documentazione è: Centre Méditerranéen des Energies Renouvelables(MEDREC) 3, Rue Moslim Ibn Walid –1082 Notre Dame - Tunis.

L’offerta resterà valida per 120 giorni dal termine ultimo per il ricevimento della documentazione.

Bosnia - In arrivo gare da 13 milioni per ammodernare edifici pubblici

Come richiedere la documentazione completa della gara

I documenti completi di gara sono visionabili su richiesta, secondo le seguenti procedure:

  • Gli offerenti non residenti possono ricevere la documentazione tramite un bonifico da 100 euro sul conto bancario del MEDREC (IBAN: TN5907066012410551025675, BIC: CFCTTNTTXXX), a copertura dei costi di invio della documentazione;
  • Gli offerenti che hanno ritirato la documentazione del primo bando di gara n. 01/2019, saranno esonerati dal pagamento dell'importo sopra indicato per il ritiro della documentazione del presente bando di gara. 

In ogni caso sarà fornito anche un supporto elettronico contenente la documentazione della gara.

Per avere maggiori informazioni sull’appalto e sulle modalità per richiedere la documentazione, è possibile rivolgersi al MEDREC ai seguenti indirizzi:

  • 03, Rue Moslim Ibn Walid, Notre Dame 1082 – Tunis. 
  • Tel: +216 71842311 
  • e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.  
  • e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. .

L’apertura delle buste

Le buste contenenti le offerte tecniche e finanziarie saranno aperte simultaneamente, nel corso di una sessione pubblica, il 31 gennaio 2020 alle ore 10:30 presso la sede del MEDREC (3, Rue Moslim Ibn Walid – 1082 Notre Dame - Tunis).

Per poter partecipare, l’offerente ovvero il suo rappresentante (al massimo due persone) dovranno essere muniti dei documenti d’identità e della delega firmata. Nel caso sia presente il gestore o il proprietario dell’azienda, quest'ultimo dovrà avere con sé, oltre al documento d’identità, anche la copia del registro di commercio o dello statuto. Per assistere all’apertura, è richiesto l’arrivo 15 minuti prima dell’ora della sessione.

Nel caso di consegna diretta dell’offerta, bisognerà essere muniti della ricevuta con timbro del MEDREC. 

> Consulta la documentazione di gara in italiano

> Consulta la documentazione di gara in francese

> Consulta il sito del MEDREC

Photocredit: Martin Pieske da Pixabay

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.