Campania: gara da 1,7 milioni per verifiche sismiche

Gara Agenzia Demanio: Photocredit: Stefano Ferrario da PixabaySi chiudono il 31 gennaio 2020 i termini per l’invio delle offerte al bando di gara per l’affidamento di servizi di indagini sismiche su una serie di edifici demaniali in Campania.

Il Decreto sisma è legge

Il bando di gara è stato pubblicato dall’Agenzia del Demanio e riguarda l’acquisto di “servizi di verifica della vulnerabilità sismica, diagnosi energetica, rilievo geometrico, architettonico, tecnologico ed impiantistico da restituire in modalità BIM, e Progettazione di Fattibilità Tecnica ed Economica da restituire in modalità BIM” per taluni beni, di proprietà dello Stato, situati nella Regione Campania.

Fondo progettazione Comuni: entro febbraio gare per zone a rischio sismico

La gara

L’appalto ha un valore complessivo di 1,7 milioni di euro ed è diviso in quattro lotti sui quali è prevista l’esecuzione delle seguenti attività:

  • Rilievo delle caratteristiche geometriche, architettoniche, tecnologiche, impiantistiche e strutturali, da restituirsi in modalità BIM, finalizzato all’acquisizione della piena conoscenza dello stato di fatto del Bene;
  • Verifica della vulnerabilità sismica e proposte di intervento possibili per il miglioramento/adeguamento sismico; 
  • Diagnosi energetica; 
  • Redazione del Progetto di Fattibilità Tecnica ed Economica (PFTE) per il miglioramento / adeguamento sismico, da restituirsi in modalità BIM.
  • I lotti hanno un valore ricompreso tra i 300mila e i 560mila euro.

L’aggiudicazione della gara avverrà con “procedura aperta”, secondo il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa.

È possibile eseguire un sopralluogo facoltativo presso i beni oggetto del servizio dal 17 al 21 gennaio 2020, previa richiesta al RUP.

I termini per l’invio delle offerte si chiudono alle ore 12.00 del 31 gennaio 2020.

Chi può partecipare al bando

Le offerte possono essere presentate dai seguenti operatori economici, in forma singola o associata:

  • liberi professionisti singoli od associati nelle forme riconosciute dal vigente quadro normativo; 
  • società di professionisti; 
  • società di ingegneria; 
  • prestatori di servizi di ingegneria e architettura identificati con il codice CPV 71250000-5 e successivi aggiornamenti - stabiliti in altri Stati membri, costituiti conformemente alla legislazione vigente nei rispettivi Paesi;
  • raggruppamenti temporanei o consorzi ordinari;
  • consorzi stabili di società di professionisti, di società di ingegneria, anche in forma mista e i GEIE; 
  • consorzi stabili professionali;
  • aggregazioni tra gli operatori economici aderenti al contratto di rete.

L’operatore economico che intende partecipare a più lotti è tenuto a presentarsi sempre nella medesima forma individuale o associata e, in caso di raggruppamenti temporanei, reti o consorzi, sempre con la medesima composizione, pena l’esclusione.

Inoltre, stante il divieto di subappalto della relazione geologica, all’interno della più complessa struttura tecnica, deve essere garantita la presenza di un geologo in una delle seguenti forme: 

  • Componente di un RT; 
  • Associato di un’associazione tra professionisti; 
  • Socio/amministratore/direttore tecnico di una società di professionisti o di ingegneria che detenga con queste ultime un rapporto stabile di natura autonoma, subordinata o parasubordinata; 
  • Dipendente oppure consulente con contratto di collaborazione coordinata e continuativa su base annua, iscritto all’albo professionale e munito di partita IVA, che abbia fatturato nei confronti del soggetto offerente una quota superiore al 50 % del proprio fatturato annuo.

Manovra: ecobonus, bonus ristrutturazioni, mobili e facciate nel 2020

> Consulta la documentazione di gara

Photocredit: Stefano Ferrario da Pixabay

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.