Finanziaria 2010 pubblicata in Gazzetta Ufficiale: Legge 191/2009

 La Legge n. 191 del 23 dicembre 2009 con le Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato è stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale di ieri 30 dicembre 2009 ed entra in vigore dal 1 gennaio 2010. La Legge n. 192/2009 con il Bilancio di previsione dello Stato per l'anno finanziario 2010 e bilancio pluriennale per il triennio 2010-2012 è stata pubblicata nello stesso giorno. Riportiamo i testi delle leggi.

La Finanziaria 2010 è legge con l'approvazione del Senato senza il ricorso alla fiducia

Logo SenatoRispondendo all’appello del capo dello Stato rivolto a rasserenare il clima politico, con 158 voti favorevoli, 117 contrari e 4 astenuti Palazzo Madama ha approvato in via definitiva lo scorso 22 dicembre la Legge Finanziaria senza ricorrere alla fiducia. Un provvedimento che copre il periodo 2010-2013 e che vale circa 11 miliardi, con il quale il governo rivendica di aver tenuto “ferma la barra della finanza pubblica”.

La nuova Direttiva Europea sui Macchinari e la sicurezza dei lavoratori

Meccanica - immagine di YvwvSarà effettiva dal 29 dicembre 2009 la nuova Direttiva europea sui Macchinari (Machinery Directive 2006/42/EC), al fine di armonizzare la legislazione comunitaria sul libero movimento dei macchinari e sulla sicurezza dei lavoratori. La Direttiva fornirà le basi per la regolamentazione del settore, uno dei più importanti nell'ambito della meccanica, che coinvolge circa 169.000 PMI e 3,3 milioni di lavoratori in tutta Europa. E' disponibile on-line la prima edizione della Guida per l'implementazione della Direttiva, che sarà integrata da una seconda edizione la cui pubblicazione è prevista per il 2010.

Finanziaria 2010: il governo pone la fiducia sul testo alla Camera

CameraIl Governo ha posto la questione di fiducia sull’approvazione, senza emendamenti ed articoli aggiuntivi, dell’articolo 2 del testo della Finanziaria approvato dalla Commissione Bilancio. La fiducia sarà votata nella giornata di domani a partire dalle ore 11.50. Riepiloghiamo in sintesi i principali interventi previsti dalla legge e riportiamo il testo della legge e dei relativi emendamenti.

La legge sulla tutela del Made in Italy approvata dalla Camera

 La legge a tutela del Made in Italy ha incassato lo scorso 10 dicembre il primo sì di Montecitorio e passa ora all’esame dell’altro ramo del Parlamento. Una norma dal sapore fortemente bisartisan, approvata dall’Aula quasi all’unanimità, i cui primi firmatari sono un leghista (Reguzzoni), uno dei più famosi stilisti italiani e del mondo (Versace) e un imprenditore del Pd (Calearo).

UE: diritti d'autore più tutelati nell'era di Internet

Copyright - immagine di I.R. Annie IP.Ratificati i due Trattati della World Intellectual Property Organization (WIPO) per la modernizzazione del sistema internazionale di copyright nell'era digitale. I due documenti, noti come i "Trattati Internet", favoriscono l'adeguamento dei diritti sulla proprietà intellettuale in relazione agli strumenti comunicativi offerti da Internet. L'entrata in vigore dei Trattati permetterà di rafforzare l'impegno dell'UE nella protezione dei diritti d'autore.

Riforma europea delle Telecomunicazioni: Internet e' un diritto fondamentale

 Per la prima volta nella storia l’accesso a Internet assurge a diritto fondamentale, senza tuttavia pregiudicare la tutela di utenti e consumatori. Con 510 voti favorevoli, dopo due anni di negoziati, l’Europarlamento, riunito in sessione plenaria a Strasburgo, ha approvato definitivamente la riforma delle Telecomunicazioni. Le nuove norme (composte da due direttive ed un regolamento), che vanno a modificare complessivamente tre direttive del 2002, entreranno in vigore a partire dal prossimo dicembre, subito dopo l’adozione formale da parte del Consiglio e la pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale della Ue.

Marche: Testo Unico in materia di Commercio - L.R. 27/2009

Regione Marche
Pubblicata sul BUR della Regione la Legge n. 27 del 10 Novembre 2009 che disciplina il settore dell’attività commerciale in attuazione dei principi comunitari e delle leggi statali in materia di tutela della concorrenza, allo scopo di favorire la migliore distribuzione delle merci e dei prodotti, la promozione e l’internazionalizzazione del settore ed un equilibrato sviluppo delle attività commerciali.

Telecomunicazioni: Direttiva UE ePrivacy per la tutela dei dati personali

Laptop - foto di Matthew BowdenIn seguito all'accordo raggiunto il 5 novembre 2009 sulla Riforma del sistema di telecomunicazioni in Europa, nelle prossime settimane sarà formalmente adottata la direttiva ePrivacy. Il documento, già emendato dal Parlamento Europeo e adottato dal Consiglio, delinea le misure per la gestione e protezione dei dati personali degli utenti nel settore delle comunicazioni elettroniche.

Al via la riforma Brunetta: un sistema di premi e sanzioni per la PA

 Disco verde per la riforma del lavoro pubblico che prende il nome dal suo ideatore, Renato Brunetta e che coinvolge più di tre milioni e mezzo di dipendenti, in tutti i comparti. Tre gli obiettivi principali del decreto legislativo di attuazione della Legge presentato a Palazzo Chigi dal premier Silvio Berlusconi al termine dell'odierno Consiglio dei ministri: conseguire una migliore organizzazione della pubblica amministrazione, assicurare un più elevato standard di qualità dei servizi per 60 milioni di cittadini-utenti (anche attraverso l'uso tecnologie digitali e la dematerializzazione dei documenti) accrescere la produttività del lavoro pubblico e favorire il riconoscimento di meriti e demeriti dei dirigenti e del personale in base ai risultati.

Legge 99/2009 per sviluppo, internazionalizzazione imprese ed energia

GazzPubblicata in Gazzetta Ufficiale la legge n. 99 del 23 luglio 2009 recante la conversione del cosidetto Ddl Sviluppo, con le "Disposizioni per lo sviluppo e l’internazionalizzazione delle imprese, nonchè in materia di energia". Il testo, suddiviso in 64 articoli, entrerà in vigore dal 15-8-2009. Vediamo in sintesi le maggiori riforme strutturali introdotte dalla Legge Sviluppo.

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.