Sisma: novita' su anticipi ai professionisti, scadenze e assunzioni

Nuove ordinanze sisma: Photocredit: maslazzar en PixabayApprovate quattro nuove ordinanze per accelerare la ricostruzione dei territori dell’Italia Centrale colpiti dal sisma del 2016. Tra i temi al centro dei provvedimenti gli anticipi ai professionisti, la proroga di alcune scadenze e l'assunzione di 200 unità nei Comuni interessati.

Il Decreto sisma è legge

Le quattro nuove ordinanze sul terremoto “rappresentano la declinazione operativa delle leggi che si sono succedute per lo snellimento della ricostruzione, dal DL Sblocca Cantieri al DL 123-2019”. A dirlo il Commissario alla Ricostruzione Piero Farabollini secondo cui, grazie ai nuovi provvedimenti, sarà possibile un'accelerazione della ricostruzione delle aree colpite dal sisma del 2016 che attendono di tornare alla normalità.

Terremoto Centro-Italia: a che punto è la ricostruzione?

Cosa prevedono le nuove ordinanze sul sisma

I quattro provvedimenti riguardano anzitutto l’erogazione dell’anticipo sulle spese di progettazione ai professionisti, stabilita dal nuovo Decreto sisma (Dl 123-2019) approvato l’11 dicembre scorso.

Rispetto a quanto deciso in quella sede, l’ordinanza prevede però anche la “possibilità di erogare ai professionisti che si occupano di indagini specialistiche il 100% della parcella, anziché il previsto 80%, a SAL Zero, non essendo coinvolti nelle fasi di gestione del cantiere”.

Inoltre, le ordinanze stabiliscono la proroga al 31 dicembre 2020 per:

  • La presentazione delle schede Aedes ancora da periziare che, nel caso dei professionisti, potranno essere presentate anche unitamente al progetto;
  • I progetti delle attività produttive.

Le ordinanze prevedono poi:

  • La possibilità di un’anticipazione sull’erogazione del contributo laddove sia necessaria la delocalizzazione;
  • La semplificazione delle procedure per la vendita di alcune categorie di immobili non adibiti a residenza principale del beneficiario, per i quali adesso non sarà più necessaria la delega notarile per parentele fino al quarto grado.

Sisma 2016: nuovi criteri per il contributo di autonoma sistemazione

Sul fronte delle 200 unità di personale aggiuntivo destinato ai Comuni che si occuperanno di tutto l’iter procedurale per la ricostruzione degli immobili privati (con danneggiamento B, C ed E-L4), stabilito con il DL Sblocca cantieri, l’ordinanza stabilisce finalmente “la ripartizione e le modalità di arruolamento” del nuovo personale che sarà suddiviso nel modo seguente:

  • 116 unità alle Marche;
  • 30 all’Abruzzo;
  • 27 al Lazio;
  • 27 all’Umbria.

All’interno delle nuove ordinanze trovano posto, infine, anche le Linee guida per la gestione di quei fabbricati non è più agibili o non più idonei alla funzione per cui erano stati costruiti (i collabenti), la cui messa in sicurezza risulta però essenziale.

Photocredit: maslazzar en Pixabay

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.