I chiarimenti INPS sulla decontribuzione Sud al 30%

Decontribuzione Sud - Photo credit: Foto di Steve Buissinne da Pixabay Una circolare INPS chiarisce come funziona la decontribuzione Sud, cioè la fiscalità di vantaggio per il Mezzogiorno introdotta dal decreto Agosto in via sperimentale da ottobre a dicembre 2020 e prossima al rinnovo nell'ambito della legge di Bilancio 2021.

> In Manovra la proroga della decontribuzione Sud

La decontribuzione Sud, nota anche come fiscalità di vantaggio per il Mezzogiorno, è un'agevolazione prevista dal dl Agosto per ridurre il costo del lavoro nelle regioni meridionali e favorire l'uscita dalla crisi economica collegata alla pandemia sostenendo l'occupazione.

Lavoro nel decreto Agosto: CIG selettiva, incentivi per assunzioni e Sud

INPS, come funziona la fiscalità di vantaggio per il Sud

Con la circolare INPS n. 122 del 22 ottobre 2020, sono state fornite indicazioni e le istruzioni per la gestione degli adempimenti previdenziali connessi all’applicazione dell'agevolazione, che consiste nell’esonero dal versamento dei contributi pari al 30% della contribuzione previdenziale complessivamente dovuta dai datori di lavoro privati, ferma restando l’aliquota di computo delle prestazioni pensionistiche.

Non sono oggetto di sgravio le seguenti contribuzioni:

  • i premi e i contributi dovuti all’INAIL,
  • il contributo, laddove dovuto, al Fondo per l’erogazione ai lavoratori dipendenti del settore privato dei trattamenti di fine rapporto di cui all’articolo 2120 del codice civile,
  • il contributo, se dovuto, ai Fondi di cui agli articoli 26, 27, 28 e 29 del decreto legislativo n. 148-2015,, nonché al Fondo di solidarietà territoriale intersettoriale della Provincia autonoma di Trento e al Fondo di solidarietà bilaterale della Provincia autonoma di Bolzano-Alto Adige,
  • il contributo, ove dovuto, al Fondo di solidarietà per il settore del trasporto aereo e del sistema aeroportuale,
  • il contributo pari allo 0,30% della retribuzione imponibile, destinato, o comunque destinabile, al finanziamento dei Fondi interprofessionali per la formazione continua.

La decontribuzione spetta, in via sperimentale, dal 1° ottobre 2020 al 31 dicembre 2020, con riferimento a tutti i rapporti di lavoro dipendente, fatta esclusione per il settore agricolo e per i contratti di lavoro domestico.

Non si tratta di un incentivo all'assunzione, perché spetta sia per i rapporti già instaurati che per quelli in via di instaurazione, ed è cumulabile con altri esoneri o riduzioni delle aliquote di finanziamento previsti dalla normativa vigente - ad esempio, l'incentivo all’assunzione di over 50 disoccupati da almeno 12 mesi e di donne variamente svantaggiate, o l'esonero strutturale per l'assunzione a tempo indeterminato di giovani - nei limiti della contribuzione previdenziale dovuta.

Chi può richiedere la decontribuzione Sud

I beneficiari della fiscalità di vantaggio per il Mezzogiorno sono i datori di lavoro privati, anche non imprenditori, per le sole prestazioni lavorative che si svolgano in una delle seguenti regioni: Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna, Sicilia.

Nel caso in cui un datore di lavoro abbia la sede legale in una regione diversa da quelle ammesse, ma abbia in corso rapporti di lavoro per prestazioni lavorative da svolgersi in una unità operativa ubicata nel Mezzogiorno, la struttura INPS competente, su richiesta del datore di lavoro interessato e dopo aver effettuato i dovuti controlli, inserirà nelle caratteristiche contributive della matricola aziendale il codice di autorizzazione “0L”, che, dal 1° gennaio 2018, ha assunto il significato di “Datore di lavoro che effettua l’accentramento contributivo con unità operative nei territori del Mezzogiorno”.

Per accedere all'incentivo, i datori di lavoro interessati devono esporre, a partire dal flusso Uniemens di competenza ottobre 2020, i lavoratori per i quali spetta l’agevolazione valorizzando, secondo le consuete modalità, l’elemento <Imponibile> e l’elemento <Contributo> della sezione <DenunciaIndividuale>. In particolare, nell’elemento <Contributo> deve essere indicata la contribuzione piena calcolata sull’imponibile previdenziale del mese.

I dati esposti nell’Uniemens saranno poi riportati, a cura dell’Istituto, nel DM2013 “VIRTUALE” con il codice “L540”, avente il significato di “Agevolazione contributiva per l’occupazione in aree svantaggiate - Decontribuzione Sud art.27 D.L n.104/2020”.

Decontribuzione Sud: Provenzano, task force per finanziare proroga con fondi UE

Consulta la circolare INPS n. 122-2020 sulla decontribuzione Sud

Photo credit: Foto di Steve Buissinne da Pixabay 

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.