Banda larga: Unioncamere-Eutelsat, accordo a sostegno delle imprese

Banda largaGarantire alle imprese italiane l’accesso alla banda larga su tutto il territorio nazionale. Questo l’obiettivo del protocollo d’intesa triennale siglato tra Unioncamere ed Eutelsat Italia per colmare il digital divide che in Italia interessa il 4,4% della popolazione. Il protocollo – rivolto soprattutto alle piccole e micro aziende italiane ubicate in zone remote – prevede la messa in atto di interventi volti a diffondere la banda larga satellitare attraverso bandi per l’erogazione di voucher alle imprese.

Made in Italy: missioni all'estero per promuovere le pmi innovative

World - foto di Entrer dans le rêveSi chiama Competitività del Made in Italy nei settori innovativi ed è un progetto promosso e finanziato dal Ministero dello Sviluppo Economico che prevede azioni per la promozione dell'eccellenza italiana in materia di green economy ed energie rinnovabili in paesi quali Cina, Romania, Svizzera, Repubblica Ceca e Slovacchia. La realizzazione degli interventi specifici è affidata al sistema camerale italiano.

Al convegno annuale Aifi il punto su Private equity e Venture capital

Convegno Aifi - fonte: AifiLa raccolta di nuovi capitali aumenta, ma non abbastanza e troppo lentamente, e gli investimenti sono in calo. E' questa, in estrema sintesi, la conclusione dell'analisi presentata dall'Aifi, l'Associazione Italiana del Private equity e Venture capital, il 18 marzo a Milano, durante il convegno annuale dell'organizzazione, cui hanno partecipato anche i ministri del Lavoro e dello Sviluppo economico, Elsa Fornero e Corrado Passera.

Alma Cube: a Bologna l’incubatore che unisce impresa e universita'

CooperazioneFavorire l'ingresso dei giovani nel mondo imprenditoriale e favorire il lancio di spin off basati su brevetti d’Ateneo. Sono questi gli obiettivi di Alma Cube Srl, l'incubatore dell'Università di Bologna sostenuto in qualità di co-promotore da Unindustria Bologna. L’incubatore bolognese rappresenta la prima esperienza italiana di una società di capitale creata grazie alla collaborazione tra università e imprese per accelerare i processi di incubazione di progetti aziendali nati nell’ambito della ricerca accademica.

Start-up: in Italia imprese innovative in crescita

InnovazioneCresce il numero delle start-up italiane - da gennaio ad oggi ne sono nate già 307 - ma non abbastanza per tenere il passo con gli altri paesi europei. A rivelarlo è un’indagine condotta dall'Osservatorio StartUp School of Management del Politecnico di Milano, che ha individuato il settore delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione (ICT) come il più dinamico per le nuove imprese. A sostegno delle neo-imprese non mancano sul territorio nazionale iniziative di formazione e informazione, come Seedlab e Ideopoli.

Fondo Garanzia Pmi: circolare MCC 640-2013 sulle Sezioni Speciali per l’internazionalizzazione

Euro - foto di ScriS - www.scris.itAggiornamento del 27.05.2013 Non sono ancora attive, ma MedioCredito Centrale, con la circolare n. 640 del 18 marzo 2013, ne ha già definito le modalità operative: sono le Sezioni Speciali per l’internazionalizzazione, istituite dal decreto del Ministero dell'Economia e delle Finanze del 26 gennaio 2012 e finanziate da 19 Camere di Commercio, nell'ambito del Fondo di garanzia per le Pmi.

Ricerca: presentato Horizon 2020 Italia

Ricerca - foto di AsldibergamoL'Italia è il primo paese a dotarsi di una base per una programmazione settennale su ricerca e innovazione. Un documento, 'Horizon 2020 Italia', sviluppato anche alla luce della consultazione pubblica condotta dal Miur da ottobre a novembre, che cerca di permettere al paese di accedere con maggiore efficacia alle risorse finanziarie messe a disposizione dalla Commissione Europea e di aprire il nostro sistema agli stimoli ed agli incentivi della competizione internazionale.

Abruzzo: in Gazzetta la delibera sui fondi per la ricostruzione nel cratere

Abruzzo - foto di Andrea OmizzoloSono in arrivo nella Regione Abruzzo per il periodo 2013-2015 2.245 milioni di euro, a valere sul Fondo per lo Sviluppo e la Coesione, finalizzati alla ricostruzione e al rilancio socio-economico della Città dell'Aquila, dei comuni del cratere e delle altre aree interessate dal sisma dell'aprile 2009. La delibera è stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale del 15 marzo scorso.

Ritardi pagamenti: Ue chiede all'Italia di recuperare i debiti pregressi

euro - foto di comedy_noseScaduto il termine – il 16 marzo – per recepire la direttiva Ue contro i ritardi di pagamento nelle transazioni commerciali, l'Italia può dirsi teoricamente in regola. Il testo, infatti, è stato adottato con il decreto legislativo 192/2012, e è entrato in vigore a partire dal 1 gennaio 2013. Tuttavia la normativa italiana non solo non convince del tutto l'Esecutivo comunitario, ma riguarda solo i contratti stipulati dal 2013 e non i debiti pregressi. Ora i vicepresidenti della Commissione Ue Antonio Tajani e Olli Rehn chiedono all'Italia di mettere a punto un piano per risolvere la situazione, di ieri e oggi.

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.