La Direttiva del Governo per aiutare e rilanciare le piccole e medie imprese

SBA - Commissione EuropeaIl Governo ha approvato la Direttiva sulle Piccole e medie imprese,  in attuazione della Comunicazione della Commissione dell'Unione Europea del 25 Giugno 2008 "Pensare anzitutto in piccolo" Uno “Small Business Act” per l’Europa. Il documento sarà esaminato dalla Conferenza Unificata Stato-Regioni - Enti locali per arrivare poi alla definitiva approvazione del Consiglio dei Ministri.

BEI: 300 milioni di euro di leasing per le PMI italiane

Banca Europea per gli Investimenti - foto di Zinneke
Firmato a Milano il contratto finanziario tra la Banca Europea per gli Investimenti (BEI) e l'Unicredit Group, che stanzia 300 milioni di euro destinati alle Piccole e medie imprese italiane. La BEI, adottando le nuove regole di finanziamento (più snelle sia in fase di richiesta che di erogazione del finanziamento), indirizzerà i propri fondi alle PMI beneficiarie attraverso UniCredit Leasing.

Veneto: 31 milioni di euro per la ricerca e lo sviluppo economico

RicercaApprovati due bandi rivolti agli organismi di ricerca e alle imprese del Veneto finalizzati ad incentivare la ricerca scientifica e lo sviluppo economico. I due bandi, intitolati rispettivamente “Supporto ad attività di ricerca, processi e reti di innovazione e alla creazione di imprese in settori a elevato contenuto tecnologico” e “Contributi a favore dei processi di trasferimento tecnologico e allo sviluppo di strutture di ricerca interne alle imprese”, prevedono uno stanziamento di 31milioni di euro.

Sardegna: Fondo di Venture Capital Ingenium

Cagliari - Foto di FlickreviewRIl Fondo di Venture Capital  Ingenium Sardegna è destinato a sostenere operazioni di partecipazione di seed capital, start up capital e expansion capital in piccole e medie imprese industriali innovative al fine di favorire una adeguata capitalizzazione delle iniziative nelle fasi iniziali, di avviamento e di espansione. Le risorse a disposizione per il triennio 2009-2011 ammontano a 12,3 milioni di euro.

Fondi FAS: la Uil chiede 4,4 Miliardi per il credito d'imposta occupazione al Sud

UilPassano gli anni, ma quello sul Sud appare un dibattito inesauribile e sempre prolifico di idee, a fronte di questioni mai affrontate, né risolte definitivamente. A sottolineare i risultati economici da tempo deludenti del Mezzogiorno è ritornato oggi il governatore della Banca d'Italia, Mario Draghi, nel corso di un convegno a Palazzo Koch. Dati alla mano, appare difficile contraddirlo: il divario di Pil pro-capite rispetto al Centro Nord è rimasto sostanzialmente immutato per 30 anni: nel 2008 era pari a circa 40 punti percentuali.

Emilia-Romagna: 122 milioni di euro di risorse pubbliche aggiuntive al PSR 2007-2013

PSR Emilia RomagnaL'Unione Europea ha accettato le proposte della Regione Emilia-Romagna per la modifica del Piano regionale di Sviluppo Rurale approvandone il piano finanziario che prevede, da qui al 2013, oltre 122 milioni di euro di risorse pubbliche aggiuntive, comunitarie, statali e regionali, da destinare al sostegno di alcuni importanti settori in crisi, oltre che alla promozione di un’agricoltura più "verde" e rispettosa dell’ambiente.

Veneto: ridefinito l'Accordo di Programma Quadro sull'E-government

NetworkApprovato il Protocollo di riprogrammazione e rimodulazione del III Atto Integrativo dell'Accordo di Programma Quadro (APQ) inmateria di E-Government e Società dell'Informazione. Tale Accordo, sottoscritto nel 2007 dalla Regione del Veneto, dal Ministro per le Riforme e l’Innovazione nella Pubblica Amministrazione e dal Ministero dello Sviluppo Economico, è finalizzato a diffondere i servizi a banda larga nel Veneto riducendo il divario tecnologico.

Emilia-Romagna: riparto 2009 delle risorse del Fondo sociale regionale

Regione Emilia Romagna - Foto di Gigillo83Approvato dall’Assemblea legislativa il riparto 2009 del Fondo sociale, che ammonta a circa 60,2 milioni di euro. Una quota dei fondi, pari a 19,1 milioni di euro, è destinata ai distretti ripartita in base alla popolazione residente per fasce d’età. La L.R. 2/2003 "Norme per la promozione della cittadinanza sociale e per la realizzazione del sistema integrato di interventi e servizi sociali" ridisegna il sistema di finanziamento della rete integrata dei servizi sociali e socio-sanitari regionali, coerentemente ai principi espressi dalla L. 328/2000.

UE: consultazione pubblica sulla Strategia Futura dell'UE 2020

Unione EuropeaAperta una consultazione pubblica sulla stategia "EU 2020", volta individuare le azioni necessarie a creare un mercato sociale europeo più inclusivo, più intelligente e più verde. Le proposte possono essere inviate da singoli cittadini, organizzazioni e autorità pubbliche degli Stati Membri. Al termine della consultazione la Commssione presenterà una proposta ufficiale nella primavera 2010.

Burocrazia diamoci un taglio! Un aiuto per cittadini e imprese

 Qualche tempo fa un medico ha inviato una e-mail al ministro Renato Brunetta chiedendogli per quale motivo un quattordicenne potesse condurre un motorino targato, ma non potesse avere la carta d’identità.  Per legge, infatti, i minori di 15 anni non hanno la carta d’identità, ma soltanto un certificato o un estratto di nascita. Sulla base di questa segnalazione, il ministero per la Pubblica Amministrazione e l’Innovazione ha proposto di abbassare dai 15 ai 10 anni l’età minima per il rilascio della carta d’identità. La proposta di modifica della legge è già inserita ad un collegato della Legge Finanziaria 2010.

UE: i progressi della Riforma europea dell'istruzione e della formazione

Insegnante - foto di Quadzilla99Presentate il 25 novembre 2009 alla Commissione europea due relazioni sull'evoluzione delle strategie adottate in materia di riforma dell'istruzione e sulla cooperazione europea. Nei due documenti si sottolinea la necessità di portare avanti  la riforma, affinchè si possano assicurare investimenti continuativi nei sistemi d'istruzione e di formazione, mirati a cogliere le principali sfide economiche e sociali.

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.