Calabria: Bando per sostenere la raccolta differenziata dei rifiuti

Raccolta differenziata - Foto di FiaschiI comuni potranno realizzare interventi di progettazione e servizi di raccolta differenziata attraverìso un bando che prevede il finanziamento delle spese connesse all’attuazione dei sistemi di raccolta domiciliare dei rifiuti, di conferimento diretto presso stazioni o punti e di servizio con modalità mista. Le risorse finanziarie a disposizione ammontano a 17,5 milioni di euro e le domande potranno essere presentate entro il 05/01/2010.

Immigrazione: 12 milioni di euro per progetti di rimpatrio e di mediazione sociale e culturale

Comunità EuropeaIn Gazzetta Ufficiale i decreti del Ministero dell'Interno che invitano alla presentazione di progetti  finanziati dal Fondo europeo per l'integrazione di cittadini di Paesi terzi,  dal Fondo europeo per i rimpatri e dal Fondo europeo per i rifugiati, nell'ambito del Programma generale solidarietà e gestione dei flussi migratori 2007/2013.

UE: Rapporto sull'Anno europeo del Volontariato 2011

Unione EuropeaIl 23 novembre 2009 la Commissione per l'Istruzione e la Cultura dell'UE ha adottato all'unanimità il rapporto intitolato "European Year of Volunteering 2011". L'obiettivo generale del programma è incoraggiare e sostenere, tramite lo scambio di esperienze e di buone pratiche, gli sforzi compiuti dagli Stati membri, dalle autorità locali e regionali e dalla società civile per creare condizioni favorevoli al volontariato.

Sicilia: in arrivo 53 milioni di euro per le nuove imprese, femminili e giovanili

Palermo, Palazzo dei Normanni - Foto di BjsImminente la pubblicazione di un bando a sostegno delle imprese femminili, giovanili e di nuova costituzione, in attuazione della misura 5.1.3 del Programma Operativo Regionale FESR 2007-2013. Sviluppo Italia Sicilia e' stata scelta dalla Regione quale Gestore Concessionario e coordinera' le richieste di accesso alle agevolazioni. I progetti dovranno prevedere un programma di investimenti che comporti spese non inferiori a 50.000 euro.

Lavoro in UE: il futuro è nei Green Jobs

 Il nuovo rapporto sull’occupazione in Europa arriva proprio nel mezzo della più grande recessione che sia mai stata riscontrata dalla fine della seconda guerra mondiale. Dall'inizio della crisi sono andati persi circa 4,3 milioni di posti di lavoro, mentre in Europa sono comparsi 6 milioni di nuovi disoccupati. Dopo anni di ininterrotta crescita economica, che aveva portato l’occupazione ai livelli più elevati mai conosciuti dall’UE, la tendenza si è drammaticamente invertita: tra il 2009 e il 2010 si perderanno ancora circa 7 milioni di posti di lavoro e il tasso complessivo di disoccupazione potrebbe raggiungere il 10%.

Emilia-Romagna: 27 milioni di euro per azioni formative contro la crisi

Formazione - Foto di VarenkaLa Regione avvia le misure previste dal Piano delle politiche attive per attraversare la crisi approvato nel luglio scorso in attuazione del Patto sottoscritto con le Parti sociali  attraverso una serie di opportunità formative diversificate e capaci di rispondere alle differenti condizioni, esigenze, aspettative dei lavoratori. Lo stanziamento è di oltre 27 milioni di euro.

Campania: 4,5milioni di euro contro la crisi del settore agricolo e della pesca

CampaniaLa Giunta regionale della Regione Campania ha stanziato 4,5milioni di euro per interventi volti a contrastare la crisi economica del settore agricolo e della pesca. Le delibere di attuazione sono state approvate su proposta dell’assessore all’Agricoltura, Gianfranco Nappi, e dell’assessore al Bilancio, Mariano D’Antonio, il giorno 20 novembre 2009, e prevedono l’erogazione di aiuti in regime "de minimis" a favore delle imprese attive nei due settori.

Sardegna: presentato il piano di sviluppo per il rilancio dell'agricoltura

Tradizionale carro agricolo sardo - Foto di Giancarlo DessìPresentato a Cagliari dal presidente della Regione e dall’assessore dell’Agricoltura il progetto “Più equity nell’agro-alimentare per le filiere della Sardegna”, finalizzato a rilanciare l’agricoltura attraverso le filiere rappresentative per ogni comparto, in grado di agire da traino all’intero settore agro-zootecnico dell’Isola. Numerosi i partner istituzionali e privati coinvolti, presenti alla presentazione del progetto, quali i vertici di Sfirs (la Società Finanziaria della Regione Sardegna), Isa (Istituto sviluppo agroalimentare), Buonitalia (l’agenzia del ministero delle Politiche agricole che promuove i prodotti italiani nel mondo), Poste italiane, Global Startups.

UE: aiuti del Fondo di solidarietà dell'Unione europea (FSUE) per l'Abruzzo

AbruzzoFirmato il 20 novembre 2009 l'accordo che autorizza la concessione di 493,7milioni di euro all'Italia a valere sul Fondo di solidarietà dell'Unione europea (FSUE). L'accordo di attuazione, siglato dalla Commissione europea e dalll'Italia, definisce le modalità di gestione degli aiuti nella provincia dell'Aquila, nella maggior parte della regione Abruzzo e nelle regioni vicine colpite dal terremoto del 6 aprile 2009.

Lazio: 33,5 milioni di euro a sostegno del mercato del lavoro

Palazzo della Regione LazioNell'ambito del Programma operativo regionale (POR) FSE 2007-2013 la Regione ha previsto interventi per il sostegno del mercato del lavoro, lo sviluppo della qualità del lavoro, l'incremento occupazionale, l'emersione del lavoro non regolare, la riduzione dei divari territoriali e il sostegno dei sistemi locali in termini di sviluppo economico, produttivo ed occupazionale, impegnando, per le iniziative in corso , 36 milioni di euro, per quelle in cantiere nei prossimi tre mesi  33,5 milioni di euro.

UE: incentivare i partenariati pubblico-privato (PPP) per combattere la crisi

BarrosoAdottata il 19 novembre 2009 dalla Commissione Europea una comunicazione volta ad incentivare l'uso di partenariati pubblico-privato (PPP),  in quanto strumento importante per lo sviluppo nel lungo periodo di servizi ed infrastrutture, soprattutto nei periodi di crisi economica e finanziaria. Nella comunicazione la Commisione europea ha definito le azioni che permetteranno agli Stati Membri di sviluppare i PPP, ancora poco diffusi, attraverso un quadro di cooperazione efficace tra il settore pubblico e privato.

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.