Certificazioni di qualita': arriva l'ente italiano di accreditamento

logo accrediaAl via Accredia, il primo organismo nazionale italiano di accreditamento dei soggetti che rilasciano le certificazioni di qualità, conformità e sicurezza dei prodotti e dei servizi realizzati dal settore privato e dalla Pubblica Amministrazione. L’obiettivo di questa associazione senza scopo di lucro, dotata di personalità giuridica,  è quello di garantire la sicurezza dei prodotti in vendita nel nostro Paese. Presieduta da Federico Grazioli, Accredia nasce dalla fusione dei due preesistenti organi di accreditamento, il Sinal e il Sincert.

UE: consultazione pubblica sulle esenzioni per categoria nel settore automobilistico

Fiat TipoAperta una consultazione pubblica sulla "proposta di revisione del regolamento di esenzione per categoria e degli orientamenti in materia di accordi per la vendita e la riparazione di autoveicoli". Le esenzioni per categoria permettono alle imprese di evitare di sottoporre alcuni accordi all'analisi individuale, svolta per verificare il rispetto della normativa europea sulle pratiche commerciali restrittive (art. 101 del Trattato sul funzionamento dell’UE). Il regolamento comunitario vigente scadrà nel maggio 2010.

UE: proroga all'Italia per le emissioni inquinanti

Inquinamento - foto di GyreAccetata la seconda richiesta di proroga presentata dall'Italia per adeguare la legislazione nazionale a quella europea sulla qualità dell'aria. La Commissione europea ha temporaneamente esentato l'Italia dal rispetto dei limiti sull'emissione di particelle sospese pericolose, note come PM 10, nella Regione Campania. Le richieste relative alla sospensione in Puglia e Toscana, invece, sono state respinte.

Toscana: firmato l'Accordo di Programma per il Piano Integrato Sociale - PIRS 2007-2010

Palazzo Sacrati, stemma Riccardi-Strozzi - Foto di sailkoLa Regione, i Comuni, le Asl, le Comunità Montane e Società della Salute hanno firmato oggi, presso il Palazzo Strozzi Sacrati, l'Accordo di programma 2009-2010 per la realizzazione di progetti nel settore sociale in conformità al Piano Integrato Sociale Regionale 2007-2010. 12,5 milioni di euro, su una spesa complessiva di quasi 57 milioni di euro, sono destinati a 126 interventi per ammodernare e potenziare l'offerta di servizi alla persona, prevalentemente quelli rivolti alle fasce deboli della popolazione.

UE: necessario un organismo che vigili sull'applicazione della normativa sui rifiuti

Logo - User TORNell'ambito delle iniziative promosse dall'UE per migliorare la gestione dei rifiuti, uno studio della Commissione Europea ha evidenziato la necessità di istituire un organismo europeo finalizzato a garantire  il rispetto della legislazione sulla tutela ambientale. Scarico e spedizione illegali di rifiuti sono, infatti, pratiche ancora troppo diffuse che destano molta preoccupazione, soprattutto se messe in relazione alle stime sulla quantità di scarti prodotta annualmente dall'UE: 2,6 miliardi di tonnellate di rifiuti,  di cui circa 90 milioni pericolosi.

UE: al via BEREC - Body of European Regulators for Electronic Communications

Telecommunication Mast - Foto di CeredE' entrata in vigore la nuova Autorità europea per le telecomunicazioni, Berec - Body of European Regulators for Electronic Communications, istituita dal regolamento per le telecomunicazioni adottato a novembre 2009 dal Consiglio e dal Parlamento europeo. BEREC sostituisce l'ERG, European Regulators Group, un raggrupamento di regolatori nazionali che poteva operare solo sulla base del consenso e non era integrato nel processo di regolazione dell'Unione Europea.

UE: rafforzare il meccanismo di tutela della privacy

Privacy - immagine di MizusumashiLa Commissione europea ha affermato di voler garantire un elevato livello di protezione dei dati personali e della privacy attraverso un apparato normativo uniforme applicabile in tutta Europa. Il meccanismo esitente per la tutela della privacy, basato sulla Carta di Nizza del 2000, sulla Direttiva del 1995 sulla protezione dei dati e sul Trattato di Lisbona, deve essere aggiornato al fine di garantire una protezione maggiore della vita privata dei cittadini europei in tutti i settori dell'economia e della società.

Emilia-Romagna: presentato il nuovo Programma regionale per la montagna 2009-2011

Appennino centrale, Majella - Foto di IdéfixSi è svolta lo sorso 29 gennaio nella provincia di Modena la XII Conferenza della montagna 2010, dove si è discusso delle politiche attuate in questi anni per rafforzare i territori dell’Appennino ed è stato presentato  il nuovo Programma regionale per la montagna per il triennio 2009/2011, approvato il 22 dicembre 2009 dall’Assemblea Legislativa Regionale.

Toscana: contributi per i giovani ricercatori dell'Universita' di Siena

Piazza del Campo, Siena - Foto di Felicity and PhillipLa Regione destina 1 milione e 758 mila euro all'Università di Siena per progetti di ricerca nei campi delle scienze geologiche, fisico-chimiche tecnologiche e ambientali e per la partecipazione di giovani ricercatori ad attività congiunte, università-imprese, attraverso una serie di convenzioni ad hoc firmate con il rettore dell'Ateneo. Le risorse finanziarie provengono dal Fondo sociale europeo (Fse) e, in misura minore, dal Fondo europeo di sviluppo regionale (Fesr).

UE: 4,9 miliardi di euro per i Programmi di Sviluppo Rurale 2007-2013

Agricoltura - foto di Peregrine981Definito lo stanziamento complessivo per i Programmi di Sviluppo Rurale in seguito alle proposte di modifica presentate dagli Stati membri e dalle regioni lo scorso anno. In seguito alle modifiche apportate al Piano europeo di ripresa economica e della Valutazione dello stato di salute della PAC, nella riunione di gennaio il Comitato per lo sviluppo rurale ha approvato l'introduzione di un importo supplementare di 4,9 miliardi di euro, che potrà essere investito nel settore agricolo, nel settore ambientale e nelle infrastrutture a banda larga per le zone rurali.

UE: meno burocrazia per le microimprese

Parlamento europeo - Foto di JLoganLa Commissione Affari Legali del Parlamento Europeo ha presentato un emendamento volto a ridurre gli impegni burocratici per le microimprese, esonerandole dalla compilazione dei resoconti annuali. Le microimprese sono infatti soggette alle stesse norme che si applicano alle grandi imprese, ma secondo la Commissione le norme in materia di informativa finanziaria ad esse applicate non sono proporzionate alle loro specifiche esigenze contabili e una riduzione degli oneri amministrativi ne libererebbe il potenziale di crescita.

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.