Lazio: 240 milioni di euro per il Fondo Rotativo PMI

Fondi per le PMIIl prossimo 14 novembre sarà pubblicato il bando regionale per le Piccole e Medie Imprese del Lazio che potranno ottenere dalle banche convenzionate, a sostegno di nuovi investimenti, un finanziamento agevolato e garantito da Banca Impresa Lazio, per un importo complessivo di 240 milioni di euro. L'intervento, che sarà affidato in gestione a Sviluppo Lazio, associa al sostegno all’accesso al credito una agevolazione in termini di tasso di interesse.

Clima: raggiunto compromesso su aiuti a paesi poveri

Swedish Presidency of the EU“Siamo pronti per Copenaghen”, così il Presidente della Commissione europea Josè Manuel Barroso annuncia l’accordo di compromesso sul pacchetto finanziario di aiuto ai paesi in via di sviluppo per la lotta al cambiamento climatico.  Non sono ancora state stabilite le cifre esatte del contributo comunitario, una questione che sarà risolta dopo il vertice di Dicembre quando gli altri paesi industrializzati, Stati Uniti in primis, presenteranno le proprie proposte. Un compromesso, quello raggiunto oggi a Bruxelles, che va incontro ai paesi est-europei prevedendo contributi su base volontaria per i finanziamenti fast-track.

Docenti, rettori e bilanci nel mirino della riforma dell'Universita'

Maria Stella Gelmini - fonte: sito PdlCarriere universitarie, governance degli atenei, modalità di finanziamento, diritto allo studio: questi gli ambiti interessati dalla riforma dell’università approvata dall’ultimo Consiglio dei ministri. Un Ddl, quello presentato dai Giulio Tremonti e Mariastella Gelmini, realizzato “a braccetto” con il ministro Giorgia Meloni, per la parte che interessa gli studenti, ma anche del ministro per la Pubblica Amministrazione, Renato Brunetta.

Sardegna: nuovi bandi del programma Master and Back

Formazione - Foto di Zugzwang1972Pubblicati nuovi avvisi, per l'anno 2009, relativi al programma Master and Back, con risorse che ammontano, complessivamente, a 18 milioni e 400 mila euro per finanziare percorsi formativi in ambito artistico e musicale, tirocini e percorsi di rientro in Sardegna dei laureati sardi per l'inserimento nel mondo del lavoro.

Sono 190mila i titolari di impresa immigrati in Italia

 Secondo l’ultimo rapporto Caritas Migrantes nei primi cinque mesi del 2009, nonostante la crisi economica, l’imprenditoria straniera nel nostro paese ha continuato a crescere a ritmi sostenuti: rispetto al primo semestre dell’anno precedente il numero delle aziende è aumentato infatti del 13,5%. Il fenomeno appare fortemente concentrato a livello territoriale: quasi il 90% delle imprese i cui titolari hanno cittadinanza estera risiede infatti nell’Italia centro-settentrionale (69.646 imprenditori nel Nord-Ovest, pari al 37% del totale, 48.705 nel Nord-Est, pari al 26% e 46.876 nel centro, pari al 25%).

UE: una Partnership Pubblico-Privato per sviluppare l'Internet del futuro

ueUna nuova strategia è stata presentata oggi dalla Commissione Europea per sviluppare le infrastrutture intelligenti basate su internet, quali ad esempio i sistemi sanitari, le reti di distribuzione dell'energia o i sistemi di gestione del traffico. L'obiettivo è avviare un partenariato tra le autorità pubbliche e i principali operatori ICT con una dotazione di 300 milioni di euro per il triennio 2011-2013,  da destinare a progetti che saranno selezionati attraverso la pubblicazione di un bando di gara nel 2010.

Una nuova proposta legislativa per migliorare la vigilanza finanziaria in Europa

Unione EuropeaIl 26 ottobre 2009 la Commissione Europea ha adottato nuove proposte per rafforzare la supervisione finanziaria in Europa. Gli emendamenti introdotti sono finalizzati ad armonizzare e coordinare il lavoro delle tre Autorità Europee di Supervisione (European Banking Authority - EBA; European Insurance and Occupational Pensions Authority - EIOPA; European Securities and Markets Authority - ESMA), organizzate nell'European System of Financial Supervisors (ESFS), istituito con il "pacchetto" legislativo presentato dalla Commissione il 23 settembre 2009.

Tony Blair e Jean-Claude Juncker: una poltrona per due

Jean-Claude Juncker - fonte: Governo del LussemburgoProprio nel momento in cui il laburista Tony Blair sembrava l’unico candidato possibile per l’ambita poltrona di presidente del Consiglio Europeo, ecco spuntare il nome di una “vecchia gloria” come Jean-Claude Juncker, che nella sua lunga carriera è entrato nelle più prestigiose stanze dei bottoni: da primo ministro (di centro-destra) del Lussemburgo a presidente dell’Eurogruppo, da governatore dell’Fmi a quello della Banca Mondiale.

Tony Blair vuole diventare presidente del Consiglio Europeo

Tony Blair - fonte: Gov UkCon  Tony Blair presidente del Consiglio Europeo, il Vecchio Continente avrebbe le carte in regola per competere realmente con la Cina e gli Stati Uniti sullo scacchiere mondiale. A promuovere con forza la nomina dell’ex premier inglese è l’attuale segretario di Stato per gli Affari Esteri, David Miliband, che di Blair fu ministro dell’Ambiente a partire dal 2006. I sostenitori di Blair hanno infatti intrapreso un’intensa campagna in patria per dimostrare i benefici legati alla sua nomina.

Emilia-Romagna: tre bandi per le aziende zootecniche Parmigiano-Reggiano coinvolte nella crisi

Parmigiano Reggiano - Foto di J.P.LonIn seguito alla crisi che sta colpendo il comparto lattiero-caseario anche in Emilia-Romagna, per sostenere le aziende del Parmigiano-Reggiano, saranno emanati nelle prossime settimane 3 bandi che mettono a disposizione 5,3 milioni di euro per abbattere il costo del denaro, di cui 1 milione 800 mila per ridurre di 2 punti i tassi di interesse dui finanziamenti a breve termine, 1 milione 500 mila per abbattere fino a un massimo di 3 punti quelli dei mutui per realizzare investimenti e i restanti 2 milioni per aumentare le garanzie offerte dai Consorzi fidi.

Risorse del Fondo Aree Sottoutilizzate - FAS: accordo con le regioni

Ministro dello Sviluppo Economico Claudio ScajolaRaggiunto l’accordo tra il Governo e le Regioni, grazie al quale potranno essere sbloccati circa 23 miliardi di euro dei Programmi Attuativi Regionali (PAR), finanziati con il FAS, a seguito della rimodulazione tra Regioni e Ministero dello Sviluppo Economico, anche per fronteggiare la crisi economica.

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.