Lazio: aiuti ai Comuni per la riqualificazione del litorale

Litorale Capocotta - Foto di PatafisikOltre due milioni e mezzo di euro, per i comuni marittimi laziali, per completare opere di miglioramento della fruizione del litorale e di riqualificazione delle aree costiere urbane.

I Comuni interessati, nel cui territorio sia compreso un tratto di costa, dovranno sottoporre alla Regione dei progetti di riqualificazione degli arredi urbani e della viabilità delle zone costiere dei centri abitati e di miglioramento degli accessi al mare e della dotazione infrastrutturale dei litorali.

Tra gli interventi finanziabili:

  • lavori di abbattimento delle barriere architettoniche per l’accessibilità al mare e fruibilità degli arenili,
  • realizzazione di attrezzature e impianti ecosostenibili (fotovoltaico, riciclo delle acque ecc.),
  • realizzazione di piste/percorsi ciclabili e pedonali sul lungomare,
  • miglioramento della viabilità di accesso ai centri storici e alle aree urbane vicine al mare.

Agli oltre 2,5 milioni di euro provenienti dal Fondo Straordinario per lo sviluppo economico del litorale del Lazio si potranno aggiungere ulteriori economie di spesa che si renderanno disponibili nelle varie fasi di avanzamento dei lavori e che i Comuni del litorale potranno usare per interventi che integrino o completino i progetti già presentati negli anni precedenti nel quadro del Piano degli interventi straordinari per lo sviluppo economico del litorale laziale e i cui lavori siano già stati aggiudicati e attivati.

La spesa massima ammissibile è di 400mila euro per gli interventi a valere sull'Obiettivo I - Riqualificazione dei contesti urbani e dei centri storici prospicienti la costa laziale, e di 200mila euro per gli interventi a valere sull'Obiettivo II - Assetto e riqualificazione delle spiagge libere attrezzate.

Saranno considerati prioritari i progetti che prevedono:

  • la compartecipazione comunale alla spesa complessiva in percentuale superiore al 20%;
  • la necessità di ripristino di condizioni di sicurezza, accessibilità e fruibilità del territorio costiero laziale, con particolare riguardo all’attuazione delle norme vigenti in materia di superamento delle barriere architettoniche;
  • la continuità funzionale con interventi realizzati e/o realizzandi nel territorio comunale, nel quadro del Piano degli interventi straordinari per lo sviluppo economico del litorale laziale;
  • il livello di "definizione" del progetto proposto;
  • l’esistenza di un cronoprogramma inferiore a 12 mesi per la realizzazione delle opere.

I progetti dovranno essere presentati entro il prossimo 15 luglio.

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.