MISE-Basilicata: accordo sul Fondo idrocarburi

A disposizione 130 milioni di euro

Accordo MISE-Basilicata

Il sottosegretario allo Sviluppo economico Simona Vicari e il presidente della Regione Basilicata Marcello Pittella hanno firmato il preliminare di accordo relativo all’utilizzo delle risorse del “Fondo 3% delle royalties” derivanti dalle attività estrattive, noto anche come Fondo Idrocarburi.

Il decreto-legge n. 133-2014 ha previsto l'istituzione di un 'Fondo per la promozione di misure di sviluppo economico e l'attivazione di una social card nei territori interessati dalle estrazioni di idrocarburi liquidi e gassosi'.

Le risorse a disposizione della Regione Basilicata ammontano a 75 milioni di euro a valere sulle produzioni 2013 e sono stimate in 55 milioni di euro per il 2014, per un totale di 130 milioni di euro.

In particolare, una percentuale non inferiore al 20% della dotazione del Fondo, pari a circa 26 milioni di euro, è destinata al finanziamento della social card.

L'80% della dotazione del fondo, pari a circa 104 milioni di euro, finanzierà invece l'adozione di misure di sviluppo economico, quali:

  • incentivi a favore del sistema produttivo lucano;
  • interventi nel settore del risparmio e dell’efficienza energetica;
  • misure di sostegno al reddito mediante strumenti di incentivazione per l’accesso ad iniziative di inserimento occupazionale e sociale per i soggetti più deboli;
  • Fondo per Comuni e Province per l'ampliamento dei servizi offerti dagli enti locali mediante contratti con le cooperative sociali e l'assunzione di soggetti fuorisciti dal sistema degli ammortizzatori sociali, disoccupati di lunga durata e inoccupati;
  • Fondo per l'occupazione stabile nel territorio regionale;
  • Fondo per progetti di utilità sociale.

Nel dettaglio, agli incentivi a favore del sistema produttivo lucano, che riguardano investimenti per l'innovazione, la riqualificazione energetico-ambientale, l'autoimprenditorialità, la mobilità sostenibile e le smart cities, andranno 35 milioni di euro.

I restanti 69 milioni di euro saranno ripartiti tra le altre misure per lo sviluppo economico previste dal preliminare di accordo.

Con l'intesa, Ministero e Regione hanno anche deciso di individuare un gruppo di lavoro tecnico scientifico, all’interno della commissione per gli idrocarburi e le risorse minerarie, che dovrà valutare i parametri di esercizio degli impianti di produzione in modo da garantire il pieno rispetto della sicurezza e della tutela ambientale.

L'attuazione del documento sarà affidata a un apposito accordo attuativo tra il Ministero dello Sviluppo Economico e la Regione Basilicata, in esecuzione del decreto interministeriale di prossima emanazione che dettaglierà gli impegni delle due parti.

Links
Testo del preliminare di accordo

Questo sito web utilizza i cookie! Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.